Variare il punto di grigio in stampa.

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
Lollipop
superstar
Messaggi: 1776
Iscritto il: 31/10/2017, 22:33
Reputation:

Variare il punto di grigio in stampa.

Messaggioda Lollipop » 27/06/2018, 21:13

A volte, vuoi per negativi non perfettamente esposti o per mero gusto, vorrei variare il punto di grigio mantenendo gli estremi di contrasto fissati.
Ci sto ragionando su, ancora prima di provare, ma a naso mi verrebbe da pensare che se sovraespongo la stampa e la sottosviluppo dovrei spostare il grigio in basso, mentre facendo il contrario lo alzo.
È razionalmente corretto?


Lorenzo.

Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11676
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Variare il punto di grigio in stampa.

Messaggioda Silverprint » 28/06/2018, 0:59

Si... ma dipende molto dai materiali usati. Con alcune carte è più evidente che con altre.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
Lollipop
superstar
Messaggi: 1776
Iscritto il: 31/10/2017, 22:33
Reputation:

Re: Variare il punto di grigio in stampa.

Messaggioda Lollipop » 28/06/2018, 1:25

Silverprint ha scritto:Si...

Beh, è già confortante :D
ma dipende molto dai materiali usati. Con alcune carte è più evidente che con altre.

Ecco, leggevo più di un tuo post nei quali ritieni la MGIV poco reattiva (termine che devo ancora metabolizzare nel significato) alle diverse combinazioni di esplosione/sviluppo.
La Fomaspeed RC Variant III invece?


Lorenzo.

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11676
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Variare il punto di grigio in stampa.

Messaggioda Silverprint » 28/06/2018, 5:23

Boh? Devi provare. La Foma baritata reagisce abbastanza, le politenate, in generale meno.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Advertisement
Avatar utente
Tomash
guru
Messaggi: 445
Iscritto il: 21/04/2010, 22:02
Reputation:
Località: Bologna

Re: Variare il punto di grigio in stampa.

Messaggioda Tomash » 28/06/2018, 7:42

Con le politenate non si può praticamente agire sullo sviluppo che va considerato una costante, devi agire solo di esposizione e contrasto.

Inviato dal mio BLA-L09 utilizzando Tapatalk



Avatar utente
amonxxx
fotografo
Messaggi: 86
Iscritto il: 27/03/2016, 16:22
Reputation:

Re: Variare il punto di grigio in stampa.

Messaggioda amonxxx » 28/06/2018, 16:55

sottoviluppando la carta non si corre il rischio di ottenere risultati poco coerenti se si ristampa? Mi spiego: utilizzando la stampa fattoriale bene o male sono sempre sicuro di portare lo sviluppo alla fine e ottenere risultati sempre consistenti.
Se sottosviluppo dovrei affidarmi invece a un'analisi a occhio (cosa che con la luce di sicurezza è abbastanza tosta), e se poi volessi ristampare? sarà difficile ottnere lo stesso risultato.



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11676
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Variare il punto di grigio in stampa.

Messaggioda Silverprint » 29/06/2018, 1:56

Ma no... usi sempre lo sviluppo fattoriale, solo con fattori diversi.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
amonxxx
fotografo
Messaggi: 86
Iscritto il: 27/03/2016, 16:22
Reputation:

Re: Variare il punto di grigio in stampa.

Messaggioda amonxxx » 29/06/2018, 10:57

giusto ;)





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti