Quantità minima di principi attivi

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia a colori

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
zboong
appassionato
Messaggi: 17
Iscritto il: 17/09/2018, 19:16
Reputation:

Quantità minima di principi attivi

Messaggioda zboong » 12/10/2018, 9:46

Salve, cercando risposte in merito al titolo in oggetto, ho trovato una discussione che però riguardava il BN.
Sia nello sviluppo di pellicole colore, sia per la stampa colore presumo serva una quantità minima di principio attivo, specialmente con lo sviluppo "orizzontale" ovvero tipo Jobo cpe ecc... dove solitamente serve meno liquidi rispetto ad una tank in verticale dove il liquido deve immergere completamente la pellicola.

C'è una regola specifica ?

Grazie



Advertisement
Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5097
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Quantità minima di principi attivi

Messaggioda -Sandro- » 12/10/2018, 10:33

Con le Jobo ti consiglio caldamente di abbondare molto di più rispetto alle esigue quantità dichiarate sulle varie tank. L'esaurimento dello sviluppo dipende dalla quantità di argento da sviluppare, mentre l'esaurimento del fissaggio dipende da quanto argento non esposto occorre eliminare. Tutte cose che non possono essere previste a tavolino. Lavora con mezzo litro per una tank da 2x135 o 1x120, e con un litro per le tank sino a 5x135.

Per rispondere alla domanda: nel caso del D76 la quantità minima è di 250ml. Nel caso di HC110 6ml di concentrato.
Per altri sviluppi non è banale se non ci sono indicazioni specifiche, quindi stai largo e abbonda. E' meglio annegare in mare aperto che in una pozzanghera.



Avatar utente
zboong
appassionato
Messaggi: 17
Iscritto il: 17/09/2018, 19:16
Reputation:

Re: Quantità minima di principi attivi

Messaggioda zboong » 12/10/2018, 16:34

Grazie, in effetti lavorando con le jobo o comunque con tank orizzontali riesci ad ottimizzare i vari chimici, con il Bellini c41 per esempio puoi fare tre sessioni di 2x135 con mezzo litro e poi, esaurito il mezzo lt puoi ripartire con l'altro tranquillamente, cosa che con la tank verticale e solo ruotando il pirulino non puoi fare perchè ne serve 580ml circa...



Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5097
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Quantità minima di principi attivi

Messaggioda -Sandro- » 12/10/2018, 17:37

In realtà i kit C41 da un litro sono progettati per fare le 12 pellicole, tutte insieme, con tutto il litro.
Il frazionamento, per i motivi che ho scritto prima lo si fa a proprio rischio e pericolo, e siccome il fotoamatore non è attrezzato per misurare i valori corretti dei negativi, non può effettivamente sapere in nessun modo se il negativo va bene oppure no (a parte gli evidenti casi di ritenzione d'argento o di aloni gialli da fissaggio esausto).
Purtroppo il negativo che non va bene, cioè con colori non correttamente generati, salta fuori solo sotto l'ingranditore, quando appaiono dominanti incrociate che non è possibile correggere.



Advertisement
Avatar utente
zboong
appassionato
Messaggi: 17
Iscritto il: 17/09/2018, 19:16
Reputation:

Re: Quantità minima di principi attivi

Messaggioda zboong » 12/10/2018, 23:36

-Sandro- ha scritto:In realtà i kit C41 da un litro sono progettati per fare le 12 pellicole, tutte insieme, con tutto il litro.


Quindi la soluzione meno rischiosa sarebbe aspettare di avere circa 12 rulli da sviluppare e preparare tutto il kit bellini, poi se come nel mio caso puoi fare due rulli alla volta usi i chimici che ti servono e dopo li riversi nel litro... prepari altri due rulli e così via fino a 12 rulli ? Chiaramente ogni 4 rulli devi aumentare i tempi come da bugiardiino...

Giusto come ragionamento ?



Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5097
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Quantità minima di principi attivi

Messaggioda -Sandro- » 12/10/2018, 23:39

Si, meglio riversare l'usato nel fresco, almeno il consumo della modica quantità verrà rigenerato da quello fresco. Ovviamente quell'aumento di tempo scritto nel bugiardino è calcolato su un consumo "medio" dello sviluppo.





  • Advertisement

Torna a “Colore - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite