Io non sviluppo: cosa mi perdo?

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
ilNove
fotografo
Messaggi: 32
Iscritto il: 08/02/2018, 10:44
Reputation:

Io non sviluppo: cosa mi perdo?

Messaggio da ilNove »

Ciao a tutti, sono un fotografo della domenica, faccio 2/3 rulli 135 da 36 al mese.

ho approcciato il mondo della fotografia argentica sono per un motivo: stampare, ossia avere in mano il prodotto del mio sforzo creativo(con tutta la modestia necessaria), dallo scatto alla stampa, sapendo che gran parte dei difetto o qualità dipendessero da me, stufo di stampate digitali dozzinali. Nonostante questo non ho lo stimolo a sviluppare il negativo, elenco qui in punti il perchè:

economia: lo sviluppo di una pellicola 36 pose BN costa 3,50€ (per fare un raffronto il kit chimici proposto da un noto negozio online costa 34€ per 10/12 pellicole) quindi siamo pari.

creatività: quanto influisce il lavoro specifico sul negativo? tecniche push pull,... non sono in qualche modo ricreabili in fase di stampa?

Bellezza della pratica: stampare è una figata, affascinante, coinvolgente e pure romantico, invece l'idea di far girare un barattolo nero per minuti e minuti guardando cronometro e termometro non mi entusiasma.

sicurezza: il lab professionale non mi ha mai sbagliato una pellicola... invece spesso leggo su gruppi fb "oddio mi è uscito un rullo tutto trasparente!!1!!1"

DOMANDA: ho trascurato qualcosa? sono l'unico che non sviluppa ma stampa? cosa mi perdo?



Avatar utente
ammazzafotoni
superstar
Messaggi: 2271
Iscritto il: 03/08/2015, 20:08
Reputation:

Re: Io non sviluppo: cosa mi perdo?

Messaggio da ammazzafotoni »

Ciao
Ipotizzo tu stia parlando di pellicola a colori, giusto?

Avatar utente
ilNove
fotografo
Messaggi: 32
Iscritto il: 08/02/2018, 10:44
Reputation:

Re: Io non sviluppo: cosa mi perdo?

Messaggio da ilNove »

ammazzafotoni ha scritto:Ciao
Ipotizzo tu stia parlando di pellicola a colori, giusto?
No, bianco / Nero , spesso TMAX 400

Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5815
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Io non sviluppo: cosa mi perdo?

Messaggio da -Sandro- »

Il negativo non è affatto da considerarsi una costante del processo, lo si può anche irreparabilmente rovinare con esposizioni e sviluppo errati. E di laboratori che sviluppano il bianco e nero con coscienza ve ne sono assai pochi, anche perché devono calibrare il loro lavoro (sviluppo) sul tuo modo di fotografare. Quindi devi svilupparteli da solo, affidarti ai laboratori commerciali può nascondere grandi delusioni, 3.50 euro a rullo per il bianco e nero sono un prezzo troppo basso perché sia un lavoro di qualità.

Avatar utente
marco6570
fotografo
Messaggi: 54
Iscritto il: 02/10/2014, 8:43
Reputation:

Re: Io non sviluppo: cosa mi perdo?

Messaggio da marco6570 »

Se non sviluppi a cosa servirebbe questo chilometrico thread?

rivelatore-tri-x-400-lezioni-di-fotografia-t3018.html

Il processo ha senso solo se è completo . E' come un corpo con la testa e senza gambe o con le gambe e senza testa ..... non so se rendo l'idea .

Avatar utente
emmeffepi
guru
Messaggi: 681
Iscritto il: 06/04/2015, 12:39
Reputation:
Località: GE/HK/SIN

Re: Io non sviluppo: cosa mi perdo?

Messaggio da emmeffepi »

esposizione, sviluppo e stampa sono strettamente connessi al punto che quello che sembra essere l'ultimo passaggio in realta' e' quello che comanda tutta la catena

quindi se e' vero che
ilNove ha scritto:ho approcciato il mondo della fotografia argentica sono per un motivo: stampare, ossia avere in mano il prodotto del mio sforzo creativo
non puoi escludere uno dei passaggi: il risultato che ti sei previsualizzato su carta impone una determinata esposizione e un determinato sviluppo (come it thread Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotogafia ben dimostra)

edit: scritto in contemporanea...
Massimiliano

Avatar utente
ilNove
fotografo
Messaggi: 32
Iscritto il: 08/02/2018, 10:44
Reputation:

Re: Io non sviluppo: cosa mi perdo?

Messaggio da ilNove »

non sottovaluto in assoluto l'importanza di questa fase!! cerco di capire se ha senso per me.

fin'ora non ho mai ricevuto negativi macchiati, trasparenti o neri...
per quel che ho potuto constatare la nitidezza è buona, sulla densità però non posso esprimermi, e non potrei farlo neanche per i miei sviluppi...
Quali sono i metodi per definire la bontà di un negativo?

Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5815
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Io non sviluppo: cosa mi perdo?

Messaggio da -Sandro- »

Il negativo deve essere correttamente esposto (e questo è affar tuo), e correttamente sviluppato, adeguando, cioè variando lo sviluppo in base al contrasto della scena. Già questo quindi rende uno sviluppo "seriale" un compromesso.
Il fatto è che se giudichi il negativo dalla scansione, semplicemente non conoscerai il tuo negativo, occorre passare per la stampa. In soldoni, se non stampi e ti accontenti delle scansioni va bene così, tanto non avresti modo di fare valutazioni accurate.

Avatar utente
ilNove
fotografo
Messaggi: 32
Iscritto il: 08/02/2018, 10:44
Reputation:

Re: Io non sviluppo: cosa mi perdo?

Messaggio da ilNove »

-Sandro- ha scritto:Il negativo deve essere correttamente esposto (e questo è affar tuo), e correttamente sviluppato, adeguando, cioè variando lo sviluppo in base al contrasto della scena. Già questo quindi rende uno sviluppo "seriale" un compromesso.
Il fatto è che se giudichi il negativo dalla scansione, semplicemente non conoscerai il tuo negativo, occorre passare per la stampa. In soldoni, se non stampi e ti accontenti delle scansioni va bene così, tanto non avresti modo di fare valutazioni accurate.
grazie @-Sandro- mi stavo perdendo a leggere il thread "rivelatore trix 400", conosco sommariamente il tema: il problema è che in un rullo ho foto in esterno, interno, ritratti... ecc, situazioni con esposizioni molto differenti, il che renderebbe lo sviluppo comunque un compromesso, ossia non dedicato ad una fotografia che ho previsualizzato. A me interessa in soldoni "portarmi a casa" il rullo, e poi lavorare sulla stampa.

io non scansiono i negativi, vado di provino a contatto. da quello si capisce se il negativo è buono?

Madmaxone
guru
Messaggi: 972
Iscritto il: 08/01/2017, 18:09
Reputation:
Località: Padova

Re: Io non sviluppo: cosa mi perdo?

Messaggio da Madmaxone »

E' che non si può fare (o forse si, scattando due rulli in sequenza allo stesso soggetto) ma sarebbe bello fare un confronto di sviluppo dello stessa pellicola in casa con chimici vergini e in Lab. Io, nel mio piccolo, ho notato una grossa differenza tra i rulli affidati al Lab, anzi ai Lab e quelli che da luglio mi sviluppo in cucina con la cara Rondinax.
Poi, purtroppo, non ho la capacità di definire in maniera più approfondita e precisa nei termini, ma è come se le immagini siano più contrastate e tridimensionali e meglio esposte nei chiaroscuri.
Chiedo scusa se ho usato termini di mia invenzione ma la soddisfazione è davvero tanta e a volte ci lascia prendere dall'entusiasmo.
Saluti.
Max

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi