Curiosità specchio 45°

Discussioni su ingranditori e tecniche di stampa

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
Atman76
esperto
Messaggi: 119
Iscritto il: 07/01/2016, 12:09
Reputation:

Curiosità specchio 45°

Messaggioda Atman76 » 18/10/2018, 8:57

Ciao a tutti,

Smontando due ingranditori philips pcs 130 apparentemente identici, mi sono accorto che non montano la stessa superficie riflettente a 45°

Uno ha il classico specchio, mentre l'altro monta un sorta di lamiera metallica, è riflettente ma non quanto lo specchio. Come paragonare un vetro trasparente ad uno acidato.

Mi chiedevo il motivo di questo cambio di progetto....

Ne butto qui due che mi sono venuti in mente:

a) Pura questione economica per abbattere i costi ed aumentare i profitti? La lamiera probabilmente costava meno dello specchio....

b) Questione di migliore diffusione della luce? La lamiera non essendo perfettamente riflettente offre già una sorta di "diffusione" luminosa.....

Mi piacerebbe fare delle prove in camera oscura ma al momento non posso stampare.

Qualcuno ha da offrirmi una spiegazione?

Grazie,
Buona giornata :)
Allegati
2018_1017_18084300.jpg



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11277
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Curiosità specchio 45°

Messaggioda Silverprint » 18/10/2018, 10:17

Non se anche Philips... ma Durst faceva delle versioni specifiche per luce puntiforme.

Queste avevano la lamiera lucidata a specchio e i condensatori in vetro ottico con trattamento MC.
Era necessario non usare lo specchio perché questo avrebbe prodotto una doppia immagine.
Costavano molto di più di quelli BN normali.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
Atman76
esperto
Messaggi: 119
Iscritto il: 07/01/2016, 12:09
Reputation:

Re: Curiosità specchio 45°

Messaggioda Atman76 » 18/10/2018, 16:16

Grazie dell'informazione Andrea, non sapevo di questa chicca :)

Non credo però sia il caso del philips. I condensatori sono assolutamente identici, stessa sigla e anche i vetri non presentano nessun tipo di riflesso che possa far pensare ad un MC.

Mi sono però ricordato del Durst M670 che ho posseduto e venduto qualche mese fa.
Anche lui al posto del vetro ha la lamiera. In questo caso sono convinto sia stata inserita al posto dello specchio per ridurre al minimo i costi. E' un ingranditore davvero povero, in termini di materiali e dettagli costruttivi.
Lo si nota benissimo affiancandolo all'M605 che è qualitativamente superiore e guarda caso monta lo specchio.

Forse ai tempi in philips hanno seguito lo stesso ragionamento....





  • Advertisement

Torna a “Ingranditori”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti