Bromolio

Disussioni sulle tecniche alternative come l'infrarosso od il foro stenopeico

Moderatori: chromemax, Silverprint

Rispondi
Avatar utente
colonial
esperto
Messaggi: 237
Iscritto il: 06/01/2015, 16:29
Reputation:
Località: Hermosillo Mex

Bromolio

Messaggio da colonial »

Salve a tutti
Ho provato a cimentarmi nella tecnica del bromolio, con risultati tutto sommato sufficienti vista la totale inesperienza;
Ora vorrei fare una domanda: una volta steso lo strato di gelatina sulla carta bisogna sensibilizzarla;
Se per fare questo utilizzo uno strato di emulsione liquida, quella commerciale, c'e' la possibilita' che una parte dei chimici sensibilizzanti a base di sali di argento, passi alla gelatina sottostante?
Verrebbe sensibilizzata nella maniera corretta per permettere il processo?
Oppure i bicromati agiscono direttamente sulla gelatina alterandone le caratteristiche chimico-fisiche?



Avatar utente
negativo
esperto
Messaggi: 201
Iscritto il: 10/03/2017, 1:35
Reputation:

Re: Bromolio

Messaggio da negativo »

Ciao. Prova a vedere se questo ti è di aiuto, è in inglese : https://bromoilpapers.wordpress.com/

Avatar utente
colonial
esperto
Messaggi: 237
Iscritto il: 06/01/2015, 16:29
Reputation:
Località: Hermosillo Mex

Re: Bromolio

Messaggio da colonial »

Ciao
Ti ringrazio per il link;
Il mio problema e' quello di potere utilizzare negativi in 35mm e non in grande formato, quindi con l'uso di un ingranditore e non di luce UV.
La prova l'ho fatta utilizzando un negativo 18x24 scovato da un robivecchi di Tucson e la luce del sole, da questo parti assai generosa;

Avatar utente
negativo
esperto
Messaggi: 201
Iscritto il: 10/03/2017, 1:35
Reputation:

Re: Bromolio

Messaggio da negativo »

Io il bromolio non l'ho mai praticato, ho solo letto qualcosa. Ma utilizzando la gelatina fotosensibile la sensibilità della medesima è sufficiente a esporre un negativo per ingrandimento senza ricorrere a tempi lunghissimi?

Rispondi