Camere oscure e domande

Raccontaci come hai creato, allestito ed eventualmente ampliato la tua camera oscura. Immagini, trucchi, idee e consigli per la creazione di una camera oscura fai da te.

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
Aral
fotografo
Messaggi: 52
Iscritto il: 17/08/2017, 21:29
Reputation:

Camere oscure e domande

Messaggioda Aral » 23/11/2018, 23:12

Ebbene si camere e non camera. Posso vantarmi di averne due e mezzo quasi tre.
Facile da spiegare:

Camera nr1: casa dei mei genitori. Ci passo l’estate, essendo in collina. Quando finiscono le scuole prendo la famiglia e ci trasferiamo li. C’è una grande lavanderia a disposizione, mio padre è stato anche lui appassionato ma ha venduto quasi tutto, per cui ho dovuto rifinanziare io... lo spazio è condiviso con mia madre e mia moglie, per cui purtroppo c’è sempre un gran caos.
C’è un Durst M601 con Neonon 80 f5,6 e Componon 50 f4 mm per stampare 6x6 e 135mm.
Tutto potrebbe essere organizzato meglio ma usandola solo 2/3 mesi non mi va di perdere tempo.

Immagine

Immagine

Manca la foto dell’ altro lato c’è un grosso lavello.

Camera n2: la mia casa attuale. Ho un microscopico bagno di servizio, del garage. Il lato positivo è che ne ho l’utilizzo esclusivo, ma lo spazio è poco 1,5m x 2 m, ma c’è tutto, acqua corrente e riscaldamento.

Qui ho un basico e vecchiotto Meopta Opemus4 con Rodagon f5,6 ed un Neonon 50 f2,8, sempre per i formati 6x6 e 135mm.
Dovrò abbassare il piano di lavoro perché è tropo alto.
A sx c’è un piccolo lavello e nel box doccia la lavatrice per le stampe.

Immagine

Immagine

Immagine

Camera 3: qui viene il bello. Sto ultimando la casa nuova, e sono riuscito nel progetto a ricavare un vano sottotetto, dove fare la camera oscura definitiva. Ho fatto mettere tutto a livello di impianti ovviamente, climatizzazione, riscaldamento, acqua e corrente elettrica ed è ovviamente tutto coibentato. Non ho pensato ahimè alla ventilazione, poi ne parliamo. L’unico handicap è l’altezza del soffitto ridotta, solo in una piccola zona c’è lo spazio per il terzo ingranditore, un Durst Laborator 1000 che mi servirà per stampare il 4x5 ed eventualmente anche i formati minori. La posizione è forzata, a causa della altezza dell’ingranditore.

Ecco le domande: alla stanza si accede con una porta scorrevole, faro presto a farla a tenuta di luce. C’è come unica finestra un lucernario, per il quale ho ordinato la sua tendina oscurante, che però immagino non sia a prova di luce diurna. Cosa posso usare per oscurare questo lucernario, considerando che non deve essere permanente, la stanza sebbene bassa è ampia e la userò anche per altre cose, motivo per cui serve luce.
Ecco la finestra: Immagine
Inoltre essendo l’unico accesso all’esterno sarebbe tra tenere socchiuso per un minimo di ricambio aria...
Adesso siamo messi cosi:

Immagine

Qui andrà il lavello, nell’angolo. Posizione non comodissima ma abbastanza obbligata per avere l’altezza da lavorare in piedi. Considerando che il piano di lavoro della zona umida me lo costruirò io su misura e su mio progetto, meglio usare un lavello in inox incassato, o per fare prima prendo uno di quei mobiletti con lavello da lavanderia? Farei molto prima ...

Immagine

Qui sotto i cavi fisserò un piano di lavoro della zona asciutta, che si possa abbattere conto la parete, così quando non è in uso non porta via spazio:

Immagine

Appena avrò ultimato il progetto lo pubblico qui per consigli e suggerimenti.
Non vedo l’ora che sia finita la casa ovviamente, ma sopratutto questa stanza. Il prossimo step sarà tinteggiare, poi mi dovrebbero ultimare gli impianti così potrò già stampare anche se ancora non avrò traslocato (tanto è vicino a dove abito ora).
Ultima modifica di Aral il 23/11/2018, 23:12, modificato 1 volta in totale.



Advertisement
Avatar utente
Softbox
esperto
Messaggi: 137
Iscritto il: 26/04/2017, 17:18
Reputation:

Re: Camere oscure e domande

Messaggioda Softbox » 24/11/2018, 12:04

La terza sarà di livello maggiore... e definitiva. Beato te, Io mi accontenterei anche della prima e sacrificata.



Avatar utente
Aral
fotografo
Messaggi: 52
Iscritto il: 17/08/2017, 21:29
Reputation:

Re: Camere oscure e domande

Messaggioda Aral » 24/11/2018, 12:15

Infatti nonostante lo spazio limitato mi ritengo comunque fortunato, chi deve montare e smontare tutto ogni volta ha davvero una passione enorme!



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 8496
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Camere oscure e domande

Messaggioda chromemax » 24/11/2018, 14:30

Il lucernaio puoi oscurarlo applicando intorno del velcro e fissare una stoffa opaca:
bitmap.jpg
Il velcro è in blu



Advertisement
Avatar utente
Aral
fotografo
Messaggi: 52
Iscritto il: 17/08/2017, 21:29
Reputation:

Re: Camere oscure e domande

Messaggioda Aral » 30/11/2018, 13:43

Ho buttato giù una bozza di progetto.

La zona asciutta deve stare sulla parete con maggior altezza, causa vincolo dell’altezza dell’ingranditore. Il piano di lavoro che finisce davanti alla porta, sarà ribaltabile; quando non è in uso lo ripiego sul mobiletto che sostiene l’ingranditore. Il sistema lo copierò da un mobile Foppapedretti che ha mia moglie per stirare, è molto furbo. Il mobiletto sotto l’ingranditore, sempre da costruirmi in casa, avrà gli spazi per i condensatori, le ottiche, la carta e gli altri strumenti da usare in questa area.

Sul lato più lungo sono indeciso tra:

1) costruire un unico piano in legno, con incassato un lavello in acciaio, stile top da cucina, con sotto lo spazio organizzato per riporre vasche, lavatrice stampe, e ammennicoli vari. Sollevato dal pavimento in modo da pulire sotto e da avere spazio per i piedi.

2) costruire un vascone in legno della lunghezza di tutto il ripiano, impermeabilizzato con resina epossidica o materiale analogo, che funga da lavabo / zona di lavoro umida. Ho visto spesso questa soluzione in acciaio o in resine apposite e non mi dispiace, ma devo farmelo in casa per abbattere i costi. La parte inferiore sempre organizzata per stivare vasche, lavatrice , e altre attrezzature quando non in uso.

3) acquistare uno di quei mobiletti da lavanderia già finito (si trovano in tutti i brico e costano poco), ed affiancare un piano di lavoro, sempre fatto a misura e con gli accorgimenti per riporre le attrezzature.

La soluzione 3 è la più facile ma anche quella che mi piace meno. La 2 sarebbe la mia preferita ma non so se sia difficile costruirsi qualcosa che funzioni bene e quanto poi sia realmente necessaria ed utile.

Considerando che il mio è un hobby è non sono tutti i giorni in CO a stampare per ore...

I chimici vorrei metterli su una mensola in alto, ho 2 bambini piccoli e non mi fido ...

Questo è un render molto approssimativo, solo per avere una idea...

Immagine

Che ne pensate?



Avatar utente
tripletto
appassionato
Messaggi: 11
Iscritto il: 29/10/2018, 20:23
Reputation:
Località: Roma

Re: Camere oscure e domande

Messaggioda tripletto » 01/12/2018, 10:15

Avendone la possibilità io cercherei una vasca singola in inox, è il materiale che si pulisce con maggior facilità, generosamente dimensionata in lunghezza, per poter svuotare e lavare agevolmente anche le bacinelle di maggiori dimensioni. Se stampi il 4x5 è facile stampare in 40x50 o in 50x60, e le bacinella per questi formati sono enormi, con un classico lavello è un disastro.



Avatar utente
ammazzafotoni
superstar
Messaggi: 2131
Iscritto il: 03/08/2015, 20:08
Reputation:

Re: Camere oscure e domande

Messaggioda ammazzafotoni » 01/12/2018, 11:08

Non so se possa essere utile, ma visto che hai "fatto trenta" piazzerei anche una modesta cappa di aspirazione sulle bacinelle, fosse solo per il fix (che per me già puzza troppo) ma anche per eventuali "esperimenti" futuri.



Avatar utente
Aral
fotografo
Messaggi: 52
Iscritto il: 17/08/2017, 21:29
Reputation:

Re: Camere oscure e domande

Messaggioda Aral » 01/12/2018, 22:07

tripletto ha scritto:Avendone la possibilità io cercherei una vasca singola in inox, è il materiale che si pulisce con maggior facilità, generosamente dimensionata in lunghezza, per poter svuotare e lavare agevolmente anche le bacinelle di maggiori dimensioni. Se stampi il 4x5 è facile stampare in 40x50 o in 50x60, e le bacinella per questi formati sono enormi, con un classico lavello è un disastro.


Effettivamente non ci avevo pensato, le vasche 50x60 le ha mio padre e prima o poi le userò ...
La vascona in inox è sicuramente la soluzione al top ma devo vedere i costi, al massimo se non riesco sarà il prox upgrade.



Avatar utente
Aral
fotografo
Messaggi: 52
Iscritto il: 17/08/2017, 21:29
Reputation:

Re: Camere oscure e domande

Messaggioda Aral » 01/12/2018, 22:13

ammazzafotoni ha scritto:Non so se possa essere utile, ma visto che hai "fatto trenta" piazzerei anche una modesta cappa di aspirazione sulle bacinelle, fosse solo per il fix (che per me già puzza troppo) ma anche per eventuali "esperimenti" futuri.


Il lucernario ha una posizione che fa entrare aria anche da chiuso, così almeno l’aria esterna entra.
Per un aspiratore / cappa dovrei pensare dove uscire. Fuori discussione bucare tetto o muro esterno, è tutto appena fatto, non posso più intervenire ormai. Cercherò di capire se posso intercettare qualche sfiato o qualche passaggio alternativo ...



Avatar utente
Aral
fotografo
Messaggi: 52
Iscritto il: 17/08/2017, 21:29
Reputation:

Re: Camere oscure e domande

Messaggioda Aral » 01/12/2018, 22:34

Intanto oggi ho sistemato il piano nella attuale micro CO, l’ho abbassato a 88 cm, ho creato un ripiano intermedio e l’ho irrobustito. Per il momento posso proseguire tutto sommato senza grosse rinunce, se non che non posso stampare ancora il 4x5

Immagine





  • Advertisement

Torna a “Ritratto della tua Camera Oscura”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti