consiglio per un "normale" con attacco leica M

Discussioni sugli accessori per il formato 35mm

Moderatore: isos1977

Avatar utente
tomiko
guru
Messaggi: 323
Iscritto il: 07/11/2018, 0:19
Reputation:
Località: estremo nord-ovest

Re: consiglio per un "normale" con attacco leica M

Messaggioda tomiko » 05/12/2018, 23:25

Però è un peccato non usare l'Elmar sulla Bessa, io sentirei un foriparatore e poi magari lo farei mimetico :D %%- =:) :ymsick: :ymcowboy:



Advertisement
Avatar utente
bostik
fotografo
Messaggi: 71
Iscritto il: 02/04/2018, 23:35
Reputation:

Re: consiglio per un "normale" con attacco leica M

Messaggioda bostik » 06/12/2018, 0:32

Mi par di capire che il tecnico cui mi sono rivolto, che peraltro ha molta esperienza, sia un po' restio a metter mano a ottiche leica simili: credo abbia avuto qualche caso di lenti crepate nel tentativo di smontarle. Io non ho insistito visto che da lui ho già un un bel po' di altro materiale da sistemare. :D



Avatar utente
bostik
fotografo
Messaggi: 71
Iscritto il: 02/04/2018, 23:35
Reputation:

Re: consiglio per un "normale" con attacco leica M

Messaggioda bostik » 13/12/2018, 17:16

Arrivato il 7-artisans: per ora provato solo.sulla digitale, che però taglia molto il fotogramma essendo M4/3; che dire, costruzione bella solida e piacevole nell'uso, un po' morbido a f2 ma migliora molto chiudendo un po', sfocato delicato. Forse perde un po' ai bordi (devo verificare meglio).
Per montarlo sulla bessa va tarato l'accoppiamento col telemetro (forniscono dima e cacciavite).



Avatar utente
tomiko
guru
Messaggi: 323
Iscritto il: 07/11/2018, 0:19
Reputation:
Località: estremo nord-ovest

Re: consiglio per un "normale" con attacco leica M

Messaggioda tomiko » 13/12/2018, 18:10

bostik ha scritto:Arrivato il 7-artisans: per ora provato solo.sulla digitale, che però taglia molto il fotogramma essendo M4/3; che dire, costruzione bella solida e piacevole nell'uso, un po' morbido a f2 ma migliora molto chiudendo un po', sfocato delicato. Forse perde un po' ai bordi (devo verificare meglio).
Per montarlo sulla bessa va tarato l'accoppiamento col telemetro (forniscono dima e cacciavite).


Era ora.

Personalmente mi interessa sapere come va su analogico e a pieno formato.



Advertisement
Avatar utente
durstm850
guru
Messaggi: 513
Iscritto il: 12/10/2011, 17:27
Reputation:

Re: consiglio per un "normale" con attacco leica M

Messaggioda durstm850 » 13/12/2018, 18:22

bostik ha scritto:Per montarlo sulla bessa va tarato l'accoppiamento col telemetro (forniscono dima e cacciavite).


Questa non l'ho capita. Se va bene su corpi leica M va bene anche sulle bessa

Inviato dal mio BBB100-2 utilizzando Tapatalk



Avatar utente
bostik
fotografo
Messaggi: 71
Iscritto il: 02/04/2018, 23:35
Reputation:

Re: consiglio per un "normale" con attacco leica M

Messaggioda bostik » 13/12/2018, 22:44

Questa non l'ho capita. Se va bene su corpi leica M va bene anche sulle bessa


Devo un attimo capire. :-B
La dima dovrebbe consentire di calibrare la scala delle distanze sul barilotto. La correzione si fa allentando due vitine sul lato baionetta. Pertanto dovrei poter correggere eventuali differenze fra l'indicazione data dal telemetro e quanto rilevato sulla scala delle distanze. In questo caso adatto l'ottica al telemetro: giusto?

Leggevo su internet che su queste ottiche, a volte, non si raggiunge la MaF all'infinito: la correzione dovrebbe servire anche a questo. Il metodo di taratura indicato nel manualetto, però, prevede che la dima sia posta solamente a 2 mt dalla fotocamera, non prevede regolazioni dell'infinito.
Forse per questo si deve intervenire su due viti poste sulla ghiera, ma non ne viene fatto cenno. Farò comunque una verifica con la digitale.



Avatar utente
tomiko
guru
Messaggi: 323
Iscritto il: 07/11/2018, 0:19
Reputation:
Località: estremo nord-ovest

Re: consiglio per un "normale" con attacco leica M

Messaggioda tomiko » 15/12/2018, 11:33

bostik ha scritto:Devo un attimo capire. :-B
La dima dovrebbe consentire di calibrare la scala delle distanze sul barilotto. La correzione si fa allentando due vitine sul lato baionetta. Pertanto dovrei poter correggere eventuali differenze fra l'indicazione data dal telemetro e quanto rilevato sulla scala delle distanze. In questo caso adatto l'ottica al telemetro: giusto?

Leggevo su internet che su queste ottiche, a volte, non si raggiunge la MaF all'infinito: la correzione dovrebbe servire anche a questo. Il metodo di taratura indicato nel manualetto, però, prevede che la dima sia posta solamente a 2 mt dalla fotocamera, non prevede regolazioni dell'infinito.
Forse per questo si deve intervenire su due viti poste sulla ghiera, ma non ne viene fatto cenno. Farò comunque una verifica con la digitale.


Perchè non chiedi ragguagli a chi te l'ha venduto? Se non ricevi risposte esaurienti puoi rivolgerti al produttore inviandogli mail in inglese.





  • Advertisement

Torna a “35mm”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite