Con cosa sviluppate il 4x5

Discussioni sugli accessori per il grande formato

Moderatori: etrusco, isos1977

Avatar utente
tripletto
fotografo
Messaggi: 70
Iscritto il: 29/10/2018, 20:23
Reputation:
Località: Roma

Re: Con cosa sviluppate il 4x5

Messaggio da tripletto »

Sono molto semplici da applicare e ti garantiscono dalla possibilità di sfilamento o spostamento della pellicola, le uso sempre



Avatar utente
Miikka_ph
appassionato
Messaggi: 6
Iscritto il: 20/01/2019, 18:35
Reputation:

Re: Con cosa sviluppate il 4x5

Messaggio da Miikka_ph »

E' capitato anche a me ai primi sviluppi ed in effetti era solo un problema di agitazione troppo vigorosa. Alla fine ho scoperto che esiste un accessorio per far ruotare l'holder porta pellicole che non è altro che un perno che si inserisce al centro e fa ruotare il portalastre come una centrifuga. Con movimenti delicati e costanti, non ho più avuto problemi di spostamento delle lastre. Ad ogni modo, raramente sviluppo più di 4 lastre per volta, per cui non corro rischi di affollamento della tank :)

Avatar utente
garellix
guru
Messaggi: 300
Iscritto il: 03/05/2014, 22:08
Reputation:
Località: Lecco

Re: Con cosa sviluppate il 4x5

Messaggio da garellix »

Miikka_ph ha scritto:E' capitato anche a me ai primi sviluppi ed in effetti era solo un problema di agitazione troppo vigorosa. Alla fine ho scoperto che esiste un accessorio per far ruotare l'holder porta pellicole che non è altro che un perno che si inserisce al centro e fa ruotare il portalastre come una centrifuga. Con movimenti delicati e costanti, non ho più avuto problemi di spostamento delle lastre. Ad ogni modo, raramente sviluppo più di 4 lastre per volta, per cui non corro rischi di affollamento della tank :)
stai parlando della MOD54?
...sono curioso fa parte del mio essere...(%) mi chiamo Andrea non Garellix!

Avatar utente
Miikka_ph
appassionato
Messaggi: 6
Iscritto il: 20/01/2019, 18:35
Reputation:

Re: Con cosa sviluppate il 4x5

Messaggio da Miikka_ph »

Si, Garellix, scusa, ho dimenticato di specificarlo. Mea culpa!

Avatar utente
Luke84
fotografo
Messaggi: 90
Iscritto il: 21/03/2019, 11:31
Reputation:

Re: Con cosa sviluppate il 4x5

Messaggio da Luke84 »

scusate mi intrometto in questa discussione vecchia di 10 mesi per capire meglio.
Possiedo anche io la mod54 per la tank paterson, e dopo i primi test non proprio rosei (lastre graffiate anche inserendole correttamente con emulsione verso interno), ora ho forse capito come lavorarle.

Tendenzialmente sul sito del produttore viene indicato di sviluppare 6 lastre alla volta, questo forse per limitare il movimento della chimica e quindi lo spostamento... ed effettivamente facendo la prova non ho avuto problemi di graffi e\o lastre spostate.....

Ma francamente è un sistema che non mi convince appieno per 2 motivi:

1. rischio di rovinare comunque le lastre in maniera random;
2. quasi obbligatorietà di sviluppo di più lastre contemporaneamente, con tanti saluti alla vera gestione del sistema zonale ( voglio poter sviluppare una lastra specifica con tempi specifici ecc)... questo secondo punto lo potrei ovviare tenendo da parte 5-6 negativi "finiti" o da buttare e da inserire nella tank insieme all'unica lastra utile..

da quello che ho capito non ci sono molte alternative se non la jobo 2521 (bella costosa), tank tipo le artiflex (ultra costosissime) o la stearman press (diciamo economica), corretto?

Ho visto il sistema usato da @Andrealoro e sembra interessante ma ti chiedo: potrebbe funzionare anche con una sola lastra, anche se si muoverebbe all'interno della tank? controindicazioni nell'usare un sistema del genere con l'elastico?

Chi ha usato la stearman press45 mi pare di aver capito di essersi trovato bene, a parte forse la questione di "lentezza" nello svuotamento della tank... altre contro indicazioni di tale tank?

grazie

Luca

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi