Chimica colore durata

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia a colori

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
Ri.Co.
guru
Messaggi: 905
Iscritto il: 06/09/2015, 23:36
Reputation:

Chimica colore durata

Messaggioda Ri.Co. » 29/01/2019, 18:51

Ciao, ma quale può essere il segnale che la chimica colore sta andando in malora?
Sviluppare, sviluppa, ma c’è una dominante ciano/acquamarina che proprio non se ne va, pena sballare il resto non poco.
Può essere lo sviluppaccio fatto in lab o può essere la chimica aperta da un po’, seppur conservata con cura e con gas nelle bottiglie. Parlo di foto tutte dello stesso rullo (ektar)
Grazie



Advertisement
Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5548
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Chimica colore durata

Messaggioda -Sandro- » 29/01/2019, 20:02

Purtroppo non ci sono segnali visibili, se non la certezza della freschezza dello sviluppo/sbianca/fissaggio o della corretta rigenerazione.

Gli sviluppi colore amatoriali premiscelati (in un solo componente da diluire), non hanno grande durata, il gas serve a poco perché le reazioni interne tra i componenti vanno avanti ugualmente.



Avatar utente
Ri.Co.
guru
Messaggi: 905
Iscritto il: 06/09/2015, 23:36
Reputation:

Re: Chimica colore durata

Messaggioda Ri.Co. » 29/01/2019, 20:52

ma il bellini non è a 2 componenti?



Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5548
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Chimica colore durata

Messaggioda -Sandro- » 29/01/2019, 21:15

Il C41 amatoriale che io sappia ha lo sviluppo ad un solo componente, mentre quello professionale è diviso in tre parti.



Advertisement
Avatar utente
Ri.Co.
guru
Messaggi: 905
Iscritto il: 06/09/2015, 23:36
Reputation:

Re: Chimica colore durata

Messaggioda Ri.Co. » 29/01/2019, 21:29

Ops... Sandro l'ho dato per scontato ma io parlo di stampa.. RA4... :)



Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5548
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Chimica colore durata

Messaggioda -Sandro- » 29/01/2019, 21:42

beh...dillo.

Prima prova.
Striscia di carta esposta alla luce e sviluppata: deve essere nera, non bluastra (sviluppo ossidato) non rossastra (sbianca esaurita)

Seconda prova.
Striscia di carta non esposta: deve essere candida, in caso di striature verdastre lo sviluppo è morituro e va scartato.



Avatar utente
Ri.Co.
guru
Messaggi: 905
Iscritto il: 06/09/2015, 23:36
Reputation:

Re: Chimica colore durata

Messaggioda Ri.Co. » 29/01/2019, 23:43

-Sandro- ha scritto:beh...dillo.

Prima prova.
Striscia di carta esposta alla luce e sviluppata: deve essere nera, non bluastra (sviluppo ossidato) non rossastra (sbianca esaurita)

Seconda prova.
Striscia di carta non esposta: deve essere candida, in caso di striature verdastre lo sviluppo è morituro e va scartato.

Non si arrabbi lei !! :) quando dicevo “ Può essere lo sviluppaccio fatto in lab ..” avevo dato per scontato che si capisse che parlavo di stampa. Comunque procedo alla verifica grazie ;)



Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5548
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Chimica colore durata

Messaggioda -Sandro- » 30/01/2019, 12:54

Ri.Co. ha scritto:
-Sandro- ha scritto:beh...dillo.

Prima prova.
Striscia di carta esposta alla luce e sviluppata: deve essere nera, non bluastra (sviluppo ossidato) non rossastra (sbianca esaurita)

Seconda prova.
Striscia di carta non esposta: deve essere candida, in caso di striature verdastre lo sviluppo è morituro e va scartato.

Non si arrabbi lei !! :) quando dicevo “ Può essere lo sviluppaccio fatto in lab ..” avevo dato per scontato che si capisse che parlavo di stampa. Comunque procedo alla verifica grazie ;)


Giusto. Il corso di lettura veloce fatto nell'82 mi sta degenerando il cervello, e mi accorgo spesso di perdere dei pezzi. Mi devo ricalibrare. :D

La condizione di partenza, ovvia, è che il negativo sia assolutamente perfetto, diversamente è difficile imputare il responsabile. Andrebbe stampato in una catena collaudata dove l'errore sia escluso a priori, e poi fare ulteriori valutazioni.





  • Advertisement

Torna a “Colore - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti