Fissaggi e fissaggi

Discussioni sui chimici puri e formule di preparazione delle soluzioni di sviluppo/arresto/fissaggio ed altro.

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
colonial
esperto
Messaggi: 206
Iscritto il: 06/01/2015, 16:29
Reputation:
Località: Hermosillo Mex

Fissaggi e fissaggi

Messaggioda colonial » 15/10/2017, 12:16

Salve a tutti
Facendo due chiacchiere con degli amici si e' parlato dei chimici per fotografia e quindi dei fissaggi, giusto per scoprirci assai ignoranti;
In genere i fissaggi si comprano, si diluiscono e si usano, praticamente senza discernimento alcuno; pero' ora sono curioso.
In effetti controllando su internet, su vari forum tra cui Analogica e Photrium (ex Apug), esiste una pletora di fissaggi per lo piu' con composizioni simili, talvolta forti diffefrenze d i prezzo, ed altri, tipo quelli per il pirogallolo, completamente differenti;
Qualcono, che sappia di greco e di latino, avrebbe voglia di mettere giu' una qualche riga spiegandone le differenze, i pregi e gli immancabili difetti?
Ringraziando...



Advertisement
Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9050
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Fissaggi e fissaggi

Messaggioda chromemax » 15/10/2017, 12:56

In effetti il fissaggio è abbastanza considerato una cenerentola del trattamento quando invece la sua importanza dovrebbe essere tale e quale a quella per lo sviluppo.
Gli agenti fissanti usati prevalentemente in fotografia (ne esistono anceh altri) sono due: il tiosolfato di sodio e il tiosolfato di ammonio. Il tiosolfato di sodio è quello "classico" con un'azione lenta e tempi di fissaggio nell'ordine di 6-10 minuti. I fissaggio di tipo rapido sono invece a base di tioslfato di ammonio o di tioslfato di sodio e sali di ammmonio dato che (vado a memoria quindi potrei dire castronerie) è la presenza dell'azoto (o dello ione ammonio) a dare lo sprint al fissaggio.
Al componente attivo vengono poi aggiunte altre sostanze come conservante e buffer.
Il fissaggio funziona sia in ambiente blandamente acido, se il pH è troppo basso il tiosolfato si scinde e il fissaggio solfora, che in ambiente alcalino. I fissaggi più comuni sono acidi, penso per riuscire ad essere efficaci anche in caso che l'arresto non venga utilizzato (è il marketing, un prodotto deve riuscire a funzionare bene anche in caso di cattivo utilizzo, se non si usa l'arresto e vengono delle striature, la colpa è di quella marca di fissaggio e non del fotografo facilone).
Ultimamente hanno una buona popolarità i fissaggi basici, in concomitanza col revival degli sviluppi tannanti (Progallolo/catecolo) perché l'ambiente alcalino migliora lo stain, ma anche perché una catena tutta alcalina è più facilmente "archivial", soprattutto nella stampa; usando un fix basico si può saltare l'hypo clearing pur mantenendo tempi di lavaggio ridotti.
I fissaggi rapidi sono consigliati per le pellicole di nuova generazione (Delta e T-Max) dato che riescono a reagire con gli alogenuri a base di ioduro presenti in queste pellicole, tanto che addirittura c'è chi dice che i fix a base di tiosolfato di sodio non riescano proprio a fissare a fondo questo tipo di pellicole.
I fissaggi basici, che io sappia, sono tutti a base di tioslfato di ammonio, e tendenzialmente hanno formulazioni più complesse (TF-4 e TF-5 della PF, ad esempio) e sono più costosi, puzzano meno ma hanno l'odore pungente dell'ammoniaca. Nelle catene di lavoro con fissaggi basici l'arresto dovrebbe essere sostituito con dei lavaggi con acqua o con soluzioni di arresto più diluite (che quindi vanno cambiate più spesso).



Avatar utente
ammazzafotoni
superstar
Messaggi: 2234
Iscritto il: 03/08/2015, 20:08
Reputation:

Re: Fissaggi e fissaggi

Messaggioda ammazzafotoni » 15/10/2017, 22:03

Ciao Diego
Spiegheresti gentilmente più estesamente il discorso degli arresti da utilizzare prima dei fissaggi basici? Io sono rimasto al "va bene il 'Citrin' "...



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9050
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Fissaggi e fissaggi

Messaggioda chromemax » 16/10/2017, 11:31

Ci sono da fare un po' di premesse:
personalmente uso il fix basico solo con sviluppi tannanti e in questo caso non uso l'arresto ma solo acqua (4 sciacqui da 30" con agitazione continua);
buona parte di quello che dico non deriva da esperienze personali ma da letture (libri e internet) sulla cui affidabilità ti devi fidare del mio criterio di giudizio :)
La maggior parte dei cosiddetti fix basici in realtà sono neutri o anche leggermente acidi (che io sappia il TF-4 è alcalino).
Su alcuni testi si consiglia in ogni caso l'uso di un bagno di arresto, anche se meno concentrato; se il fix è ben tamponato non dovrebbe creare problemi, in ogni caso uno o due sciacqui da 30" in acqua tra arresto e fissaggio dovrebbero eliminare ogni potenziale problema, anche se a discapito di un allungamento del tempo di bagnato. Chiramente un arresto più diluito dura di meno e va sostituito, così a naso io proverei anche una soluzione allo 0,5% (5g/litro) da usare one shoot.



Advertisement
Avatar utente
photo8x10
esperto
Messaggi: 129
Iscritto il: 17/02/2015, 14:45
Reputation:
Località: Prato
Contatta:

Re: Fissaggi e fissaggi

Messaggioda photo8x10 » 16/10/2017, 16:59

Io per lo al pirogallolo nella formulazione ABC uso un arresto acido, ma in diluizione maggiore, e poi un fissaggio acido, è vero che elimina un pò di stain, ma non lo trovo un problema. Ho sempre usato un fissaggio acido anche per altri tannanti, come PMK o Pyrocat. Mentre ho trovato più comodo il fissaggio neutro o basico per le stampe,carte da ingrandimento, ma non sulle carte da contatto in quanto ha la tendenza a creare delle macchie sulla parte non sensibile della carta, mentre per le normali carte da ingrandimento nessun problema. Comunque anche in questo caso, ho usato il bagno di arresto molto più diluito.


"Consulting the rules of composition before taking a photograph is like consulting the laws of gravity before going for a walk."
...
Edward Weston

Photo © Edward Weston
Civilian Defense, 1942

Avatar utente
G.A.P.
appassionato
Messaggi: 8
Iscritto il: 31/01/2019, 7:00
Reputation:

Re: Fissaggi e fissaggi

Messaggioda G.A.P. » 02/02/2019, 13:27

Domanda veloce: Il Bellini Stab 1 funziona anche come riduttore di iposolfito?
Ne è raccomandabile l'utilizzo dopo uno sviluppo stain (Moersch Finol) + stop acido molto diluito + fissaggio alcalino? Grazie, Guido.



Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5523
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Fissaggi e fissaggi

Messaggioda -Sandro- » 02/02/2019, 13:49

No, lo stab1 che io sappia non è un ipoeliminatore, ma solo imbibente, la funziona "protettiva" credo sia solo un agente anti-uv ed un battericida, ma posso informarmi meglio.



Avatar utente
G.A.P.
appassionato
Messaggi: 8
Iscritto il: 31/01/2019, 7:00
Reputation:

Re: Fissaggi e fissaggi

Messaggioda G.A.P. » 02/02/2019, 18:25

Grazie Sandro. Quindi lo Stab 1 è compatibile con il Finol e non ne riduce l'effetto stain, come farebbe un riduttore di iposolfito? Grazie, G.





  • Advertisement

Torna a “Chimici Puri”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti