Fascia di prezzo

Discussioni sugli accessori per il medio formato

Moderatore: isos1977

Avatar utente
kiodo
guru
Messaggi: 588
Iscritto il: 21/09/2016, 17:07
Reputation:
Località: Bologna

Re: Fascia di prezzo

Messaggioda kiodo » 14/05/2019, 22:42

La prima discriminazione la devi fare, secondo me, in base a che formato vuoi che le tue stampe abbiano: quadrate o rettangolari?
Non prendere una 6x6 se vuoi stampare rettangolare, butti via pellicola e ciò che vedi nel mirino non assomiglia alla stampa che otterrai. Non comprare una 6x7, o 6x4,5, se vuoi stampe quadrate, per le stesse ragioni.
Maniera rz, 645 o C (220, ma anche 33 o 330) sono ottimi sistemi, ma per decidere quale sposare devi almeno fare questa scelta a priori.

Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk



Advertisement
Avatar utente
Scordisk
guru
Messaggi: 441
Iscritto il: 04/01/2017, 18:07
Reputation:

Re: Fascia di prezzo

Messaggioda Scordisk » 14/05/2019, 23:40

kiodo ha scritto:Non prendere una 6x6 se vuoi stampare rettangolare, butti via pellicola e ciò che vedi nel mirino non assomiglia alla stampa che otterrai. Non comprare una 6x7, o 6x4,5, se vuoi stampe quadrate, per le stesse ragioni.


M viene una riflessione e ricordo di tante stampe rettangolari, scattate con allora le migliori 6x6, le Rolleiflex, che erano ritagli, ma non soltanto per sfruttare la forma rettangolare - erano estrazioni di 50-30 pct dal formato 6x6.

Secondo me, il formato 6x6 è un fazzoletto su cui scrivere con la luce e poi riflettere e decidere quanto tagliare. Per poter tagliare, è necessario fotografare non dalla distanza giusta, ma da poco più lontano, in modo che ci sia qualche margine non proprio indispensabile.

Soltanto Diana Arbus non tagliava, per via di mancanza di fantasia.



Avatar utente
kiodo
guru
Messaggi: 588
Iscritto il: 21/09/2016, 17:07
Reputation:
Località: Bologna

Re: Fascia di prezzo

Messaggioda kiodo » 15/05/2019, 8:51

@
Avatar utente
Scordisk
per me fotografare significa innanzitutto vedere. I tagli preferisco farli prima dello scatto.
Sulla "mancanza di fantasia" di Diane Arbus ti censuro (scherzosamente). La sua capacità di trasfigurare la realtà, di rendere visibili i mostri che popolavano la sua psiche attraverso i ritratti di persone più o meno comuni, più o meno bizzarre, va oltre la fantasia, sfiorando la pazzia.

Inviato dal mio BAH-L09 utilizzando Tapatalk



Avatar utente
risa
esperto
Messaggi: 167
Iscritto il: 22/10/2018, 13:26
Reputation:

Re: Fascia di prezzo

Messaggioda risa » 15/05/2019, 20:04

Ciao a tutti, certo che preferirei il 6x7, ma purtroppo sono un po' vincolato dal budget. Inoltre mi sta venendo, visto che amo molto le fotocamere a soffietto, in mente se in questa prima fase di approccio al medio formato per me non sia meglio scegliere di avere più macchine, equipaggiate però con obiettivi diversi. Si, lo so: ogni tanto mi prende la gnagnera. Ma è più forte di me, non riesco proprio ad amare le fotocamere troppo moderne. Per questo motivo ho deciso di non comprare la RZ, troppa elettronica e non riuscirei ad amarla, semmai una RB. Ma queste sono oggettivamente fotocamere assai speciali, saranno state in mano a professionisti e avranno macinato chissà quante migliaia di metri di pellicola. Voglio dire: non si troveranno generalmente esemplari ormai un po' troppo consunti? Meglio invece una C220 o una C330 con una preferenza però per la prima, visto che è una macchina da appasionato e perciò -spero!-avrà lavorato di meno e un po' vorrà lavorare anche con me.
Come vedete, sono in una fase di studio e ogni indicazione circa nuove fotocamere con doppia esposizione (a questa sì che non riesco a rinunciare) può essermi preziosa. Anche perché, se incontro la macchina che mi fa innamorare, allora il budget -inizialmente pensato sulla Pentacon six- può anche salire. Non ho ricevuto prescrizioni mediche che me lo vietino.
Grazie anticipatamente a tutti voi per i vostri qualificati consigli sui quali, vi confesso, conto sempre....molto....



Advertisement
Avatar utente
risa
esperto
Messaggi: 167
Iscritto il: 22/10/2018, 13:26
Reputation:

Re: Fascia di prezzo

Messaggioda risa » 15/05/2019, 20:17

A proposito, sul fatto di tagliare dopo e non mentre si compone l'inquadratura: a me piace come idea di base. Perché negarci necessariamente una possibilità? Può accadere che la percezione del reale si evolva nel tempo, anche a distanza di poco tempo. Può avvenire a causa di un incontro, non necessariamente con una persona, ma anche con una situazione o con un libro: con una nuova idea, con un nuovo contenuto, che sarà sicuramente veicolato dal medium ai nostri occhi più inaspettato.
Vi andrebbe di parlarne? Non tanto del taglio in stampa, quanto delle nostre percezioni del reale. Sulla Arbus sono concorde con tutti voi. Le sue foto sono fantastiche, perché rappresentano sì la pazzia, ma quella che deriva dalla decadenza e proprio perciò sono disperate. In questo senso penso che si possano definire prive di fantasia: la decadenza non contempla la costruzione, perché troppo è già stato distrutto.



Avatar utente
Scordisk
guru
Messaggi: 441
Iscritto il: 04/01/2017, 18:07
Reputation:

Re: Fascia di prezzo

Messaggioda Scordisk » 15/05/2019, 20:38

Una biottica economica, sarebbe la Seagull, quella però, con la levetta dell'otturatore con cui è possibile creare le multiple esposizioni volute e non, non quella a cui l'otturatore lo si arma con la leva dell'avvolgimento. Potrebbe costare incirca 150 euro, forse è anche sopravvalutata in verità. L'obiettivo è un triplet. Mamiya C220 è un po' ingombrante, ma se dici che fai le foto nello studio, allora Mamiya sullo stativo, si presenta ottimamente.



Avatar utente
risa
esperto
Messaggi: 167
Iscritto il: 22/10/2018, 13:26
Reputation:

Re: Fascia di prezzo

Messaggioda risa » 16/05/2019, 19:53

Ciao, ragazzi, vi prego di accogliere questo mio post per quello che è, cioè una vera preghiera. Godiamo di una inaspettata fortuna, quella di avere un forum che ci accoglie sempre benevolo e ci mette in rapida comunicazione, anche se viviamo in città -purtroppo!- tanto distanti. Perciò, io che guardo le mie foto esclusivamente con familiari e amici, vi chiedo ancora: vi va se ne parliamo? Attraverso le nostre foto naturalmente.
E comunque ho capito una cosa: bisogna imparare quanto meno a sviluppare e ancora meglio anche a stampare. Ma mi ci vedete? Ho sessantadue anni e la casa piccola!!



Madmaxone
guru
Messaggi: 920
Iscritto il: 08/01/2017, 18:09
Reputation:
Località: Padova

Re: Fascia di prezzo

Messaggioda Madmaxone » 16/05/2019, 20:46

Ci sarebbe questa.
Poco conosciuta.
Costa poco.

http://www.ericconstantineau.com/photo/ ... a6_en.html



Avatar utente
prabolin
fotografo
Messaggi: 52
Iscritto il: 27/11/2014, 11:07
Reputation:
Località: val di fiemme trentino

Re: Fascia di prezzo

Messaggioda prabolin » 16/05/2019, 22:50

Risa! Ma cosa mi tocca leggere! Non è mai tardi per imparare! Casa piccola ed età non contano, anzi, meglio, sono stimoli per ingegnarsi nel risolvere le difficoltà! Noi siamo in cinque ed un gatto più una tartaruga d'acqua (come famiglia) in poco meno di cento metri e sono del '56 come credo Te; grazie al contributo quale regalo di compleanno degli ALTRI tre miei figli ormai maggiorenni ho frequentato con immenso piacere Andrea Calabresi e le Sue dritte per la stampa in c.o. e, dopo aver avuto e venduto di tutto e di più sperperando patrimoni, scatto con i vetri che meglio interpretano il mio pensiero: un Solagon 2/50 di una vecchia Agfa ed il Planar 2.8/80 della Rollei F.
Non farTi troppi problemi sul tipo di macchina, scegline una ed il resto dei quattrini investili in pellicole e chimici!
Un caro saluto!
roberto



Avatar utente
risa
esperto
Messaggi: 167
Iscritto il: 22/10/2018, 13:26
Reputation:

Re: Fascia di prezzo

Messaggioda risa » 18/05/2019, 20:08

Roberto, credo che tu abbia ragione. Mi rendo conto del fatto che, finché non si imparano sviluppo e stampa, non si impara veramente a fotografare. Ti ringrazio, mi dai coraggio e cercherò di seguire il tuo consiglio. Mi piacerebbe iscrivermi a uno dei corsi di Andrea, ma i ritmi di lavoro me lo impediscono, lavoro anche al sabato mattina...
Ho però un'amica a Molveno, si chiama Pina Cantini ed è una grande professionista. Trascorro sempre lì le vacanze -almeno ad Agosto sono libero!- quasi quasi chiedo a lei se se la sente di insegnarmi.





  • Advertisement

Torna a “Medio formato”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite