Il triste destino dgli archivi Alinari

Spazio Aperto a qualunque tipo di discussione, idea o proposta non necessariamente legata alla fotografia

Moderatore: DanieleLucarelli


Advertisement
Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 2809
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: Il triste destino dgli archivi Alinari

Messaggioda Elmar Lang » 10/06/2019, 18:04

Purtroppo, la cosa non mi sorprende. E' il triste destino dei Beni Culturali in Italia. Una partita persa in partenza.

Meglio farebbero ad organizzare un'asta e vendere il tutto a persone che certamente avranno molta più cura del materiale di quella che ha avuto ed avrà.

Il trasferimento in un deposito, significherà sicuramente il deperimento ed il depauperamento della collezione.

Continuiamo così, facciamoci del male.


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Avatar utente
NNNN_AAAA
esperto
Messaggi: 206
Iscritto il: 04/08/2017, 16:53
Reputation:

Re: Il triste destino dgli archivi Alinari

Messaggioda NNNN_AAAA » 10/06/2019, 18:41

Elmar Lang ha scritto:Purtroppo, la cosa non mi sorprende. E' il triste destino dei Beni Culturali in Italia. Una partita persa in partenza.

Meglio farebbero ad organizzare un'asta e vendere il tutto a persone che certamente avranno molta più cura del materiale di quella che ha avuto ed avrà.

Il trasferimento in un deposito, significherà sicuramente il deperimento ed il depauperamento della collezione.

Continuiamo così, facciamoci del male.


Penso seriamente che con una serissima politica di valorizzazione dei nostri beni artistici e culturali le casse dello stato ne avrebbero un notevole giovamento. Purtroppo pare interessi poco o nulla l'argomento a chi di dovere ed è un peccato.


(La ricerca ha trovato 3069 risultati: rodinal; la ricerca ha trovato 7 risultati: terry richardson).

Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 2809
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: Il triste destino dgli archivi Alinari

Messaggioda Elmar Lang » 10/06/2019, 19:07

Il fatto è che la "serissima politica di valorizzazione ecc. ecc." (che è ciò che anima ogni stato che abbia a cuore il proprio patrimonio), è da noi l'ultima preoccupazione.

Basti lo "sfruttamento" dei beni culturali: espressione che dovrebbe suscitare orrore, mentre è una delle linee guida dell'attuale politica culturale.

Ho visto -pur in una condizione di grande povertà- musei ottimamente organizzati anche in sperdute cittadine del Madagascar…

Provate ad andare a visitare il sito archeologico di Kamarina e l'Antiquarium di Eloro in Sicilia (da quest'ultimo, si sono rubati persino le recinzioni in ferro)...


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Advertisement
Avatar utente
ammazzafotoni
superstar
Messaggi: 2232
Iscritto il: 03/08/2015, 20:08
Reputation:

Re: Il triste destino dgli archivi Alinari

Messaggioda ammazzafotoni » 11/06/2019, 8:39

Siamo pur sempre la nazione del "con la cultura non si mangia" e delle "quattro pietre" di Pompei...
Se qualche politico prendesse a due mani il problema e investisse il giusto denaro, sai quante tonnellate di benaltrismo gli verrebbero versate addosso,su come altrimenti usare quei soldi (che però non parte mai alla realizzazione dell'ennesima infrastruttura inutile), ma soprattutto per star violando le sacre regole del Dio Mercato, per le quali solo ciò che si vende merita di sopravvivere e il resto di scomparire?
Queste poi, nel caso, per l'ottica comune sono "quattro foto vecchie", le "mettessero su un dischetto" invece di far storie, così che quel bel palazzo possa essere "sfruttato" a dovere.



Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 2809
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: Il triste destino dgli archivi Alinari

Messaggioda Elmar Lang » 11/06/2019, 10:38

Eppure proprio in paesi che del "dio mercato" ne fanno vanto, gli enti culturali -pubblici e privati- funzionano magnificamente ed anche con notevole profitto.
Il guaio siamo noi, che del patrimonio culturale ce ne freghiamo altamente, salvo ogni tanto strillare che esso è il nostro "petrolio". Altra solenne corbelleria. La cultura non è un prodotto di consumo quale un combustibile, ma è patrimonio identitario di un popolo e della sua storia.
Per decenni, ho operato nel settore storico e culturale ed alle soglie della vecchiaia, mi rendo conto che, tolte le doverose, lodevoli eccezioni, la salvaguardia della cultura in Italia, è una partita persa.
Scusate il pessimismo.


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Avatar utente
NikMik
superstar
Messaggi: 1851
Iscritto il: 08/11/2012, 21:10
Reputation:
Località: Firenze

Re: Il triste destino dgli archivi Alinari

Messaggioda NikMik » 11/06/2019, 11:51

Si dovrebbe uscire alla logica del profitto: anche "valorizzare" puzza un po' di soldi. Conservare tali patrimoni (dico un archivio come quello Alinari) non è né un'occasione di profitto (se lo fosse lo avrebbero già fatto...), né un modo di valorizzarli; è semplicemente un dovere che abbiamo verso noi stessi e verso le prossime generazioni. E non sono patrimoni solo nostri, in una logica identitaria che condivido poco, ma di tutta l'umanità.
Il loro mantenimento è un costo che dobbiamo sostenere, non un guadagno che dobbiamo sperare. Nessuno cresce e mantiene un figlio perché spera di ricavarci dei soldi, né pretende che si mantengano da soli. Ecco, le opere d'arte vanno mantenute con la stessa ottica: anche se non possiamo ricavarci dei soldi, e anche se non possono mantenersi da sole con i biglietti venduti, dobbiamo mantenerle in vita soltanto perché è importante che ci siano, perché, come dice Montanari giustamente, ci valorizzano (e non il contrario), ci rendono migliori. Invece di abbassare le tasse, si dovrebbero rendere gratuiti tutti i musei, e diventeremmo certamente un popolo più intelligente.





  • Advertisement

Torna a “Open Space”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti