Sistema condensatori/obiettivo da stampa

Discussioni su ingranditori e tecniche di stampa

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
tripletto
fotografo
Messaggi: 58
Iscritto il: 29/10/2018, 20:23
Reputation:
Località: Roma

Sistema condensatori/obiettivo da stampa

Messaggioda tripletto » 10/07/2019, 21:51

"Non è affatto detto che si possa usare un condensatore adatto ad un certo obiettivo con uno di lunghezza focale diversa, anche se sia minore. Alcuni sono pensati per funzionare con più ottiche, altri no. In mancanza di istruzioni va verificato caso per caso.[/quote]"

Mi riallaccio a questa risposta di Andrea Calabresi su un altro post perché mi ha attivato il tarlo del dubbio. Se ho ben capito e non ho confuso Cip con Ciop, il gruppo condensatore/i + obiettivo rappresentano un vero e proprio sistema ottico. Ossia la funzione del condensatore non sarebbe limitata all'uniforme distribuzione luminosa per un dato formato di riferimento. Le istruzioni del vecchio Durst 1000 fornivano le combinazioni di montaggio dei due condensatori sovrapposti e del loro posizionamento in altezza (3 posizioni) in funzione dei vari obiettivi da stampa Schneider e Rodenstok dell'epoca, anni '70, e del rapporto di ingrandimento. Come si può notare dalle tabelle allegate, a parità di ingrandimento e di focale la combinazione indicata dei due condensatori può anche differire utilizzando ottiche Rodenstok o la corrispondente Schneider. Confermando la mia ammirazione per i prodotti Durst, mi domando:
1) perché il più recente Durst 1200 preveda l'utilizzo di un determinato condensatore o di una determinata coppia di condensatori per ogni lunghezza focale, senza altri distinguo di marca o di rapporto di ingrandimento, e perché non preveda una regolazione in altezza dei condensatori come l'anziano, ma validissimo, genitore;
2) ricollegandomi alla risposta di Andrea, e tenendo presenti le variabili consentite dal Durst 1000 sopra dette, è quindi necessario sperimentare combinazioni di condensatori e il loro posizionamento in altezza utilizzando obiettivi più recenti e magari APO per individuare la combinazione migliore? Certo lo Schneider 150 Componon cromato degli anni '70 non è esattamente il Componon S150 o L'APO Componon HM 150 e così via.
Scusate la lunghezza del post, ma la questione mi affascina veramente e non era facilissima da illustrare. Grazie e un saluto a tutti.
Allegati
1.pdf
(920.73 KiB) Scaricato 14 volte



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11653
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Sistema condensatori/obiettivo da stampa

Messaggioda Silverprint » 10/07/2019, 21:55

Credo che nel 1200 sia sufficiente la grande possibilità di movimento della lampada, su tutti gli assi e con uno spostamento longitudinale di oltre 20 cm. Forse è più pratico che non avere più condensatori, registrabili.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp



  • Advertisement

Torna a “Ingranditori”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti