Alternativa a Fuji across?

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
ometto
esperto
Messaggi: 100
Iscritto il: 12/02/2011, 17:21
Reputation:
Località: Padova

Re: Alternativa a Fuji across?

Messaggioda ometto » 29/10/2019, 9:14

Zenit photosniper ha scritto:La Fuji Acros è una pellicola meravigliosa le cui caratteristiche possono essere imitate ma non eguagliate da altre pellicole. La questione delle alte luci della Panf non è un problema se fai degli esperimenti con il rilevatore giusto alle varie diluizioni, ma devi prima avere in mente le condizioni di luce che troverai per non andare alla cieca ed aver un'idea di massima del risultato finale che otterrai.


Grazie, in effetti mi manca una pellicola cosi.
Conosco in maniera sufficiente anche la Pan F in formato 120. Solitamente la esponevo a 32 iso ,la sviluppavo in kodak xtol 1+2 e veniva bene, ma ho sempre cercato di evitare le scene con alto o altissimo contrasto nel timore che schizzassero via le alte luci oltre misura nonostante l’azione compensatore del rivelatore (dovrei fare nuove prove in formato 35 mm).
Il lavoro che ho in mente presenterà anche scene di questo tipo.
In pratica ho la possibilità di entrare in luoghi produttivi abbandonati con un permesso di solo qualche ora e difficilmente ripetibile (non mi lasciano neanche entrare qualche minuto per un sopraluogo senza macchina fotografica!).
I soggetti e le luci che incontrerò saranno molto vari: da stanzoni illuminati da solo luce naturale proveniente da finestroni laterali, al dettaglio di particolari più o meno in ombra.
Rispetto alla Panf 50, la fida fuji acros mi avrebbe dato più sicurezza in situazioni di questo genere.
Altra soluzione sarebbe quella di affidarsi all’eccellente latitudine di posa della Fp4 ed accettare un filino di grana visibile negli ingrandimenti oltre il 24 x 30.



Advertisement
Avatar utente
Zenit photosniper
esperto
Messaggi: 276
Iscritto il: 14/03/2015, 0:26
Reputation:

Re: Alternativa a Fuji across?

Messaggioda Zenit photosniper » 29/10/2019, 11:42

Rifacendomi ad un vecchio consiglio di Sandro io sviluppo la Panf50 a iso50 per cinque minuti alla diluizione 1+59 con Ars-Imago FD. I risultati li ho sempre trovati eccellenti (in futuro proverò 7 minuti a 1+69), se puoi sacrifica un rullino sperimentandolo in condizioni il più possibile simili. In alternativa scegli la più semplice fp4. Se scatti in medio formato avrai comunque un'ottima qualità complessiva e quel poco di grana presente risulterà anche piacevole senza penalizzare troppo la nitidezza.
Ad ogni modo, viste le condizioni di scarsa luce, ipotizzando l'utilizzo del treppiedi e dello scatto flessibile e considerata la irripetibilità degli scatti, fossi in te sacrificherei almeno due fotogrammi a per scena restando giusto con i tempi nel primo e sovraesponendo di più nel secondo. A fronte di un utilizzo maggiore di rullini dovresti esser più sicuro di aver portato a casa lo scatto corretto ;)





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti