Sonnar 250 f 5.6

Discussioni sugli accessori per il medio formato

Moderatori: etrusco, isos1977

Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5815
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Sonnar 250 f 5.6

Messaggio da -Sandro- »

E comunque con un tubo di prolunga puoi avvicinarti al soggetto molto di più, per esempio con un tubo 55 la distanza minima di messa a fuoco passa da 2.50 metri ad 1.33 metri, e l'ingrandimento aumenta da 0.13x a 0.35x, per contro perdi circa uno stop e mezzo.

All'aperto con pellicole rapide (400) puoi usarlo anche a mano libera.



Avatar utente
karlo
guru
Messaggi: 485
Iscritto il: 08/06/2013, 19:44
Reputation:

Re: Sonnar 250 f 5.6

Messaggio da karlo »

-Sandro- ha scritto:E comunque con un tubo di prolunga puoi avvicinarti al soggetto molto di più, per esempio con un tubo 55 la distanza minima di messa a fuoco passa da 2.50 metri ad 1.33 metri, e l'ingrandimento aumenta da 0.13x a 0.35x, per contro perdi circa uno stop e mezzo.

All'aperto con pellicole rapide (400) puoi usarlo anche a mano libera.

Grazie Sandro.
Che differenza di incisione e plasticità noti con il 150?

Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5815
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Sonnar 250 f 5.6

Messaggio da -Sandro- »

karlo ha scritto: Che differenza di incisione e plasticità noti con il 150?
Sinceramente non saprei come misurare questi valori. Né ho mai fatto un raffronto diretto sullo stesso soggetto.

Avatar utente
ilmaiale
fotografo
Messaggi: 33
Iscritto il: 03/07/2013, 19:20
Reputation:

Re: Sonnar 250 f 5.6

Messaggio da ilmaiale »

Io ho sia il 150 C che il 250 C . Che dire, due lenti eccezionali. Il 250 è il fratellone del 150, é un po' meno (niente che faccia cadere dalla sedia) inciso, forse perchè il 150 è una lama, ma non meno plastico. Per i ritratti è uno spettacolo, l'unica cosa è che pesa un po' e secondo me è da usare col pentaprisma e cavalletto, ma si può usare benissimo a mano come ha detto Sandro . Per paesaggi è favoloso, a volte lascio a casa il 150 e mi porto solo il 50, 80 e il 250. Stacco dei piani sublime, sfocati anteriore e posteriore perfetti e cremosi e possibilità di chiudere a f45 oltretutto senza perdere tanto dettaglio. Sarà che prediligo ottiche lunghe ma non lo cambierei per nient'altro al mondo.

Avatar utente
maxpina
esperto
Messaggi: 222
Iscritto il: 05/08/2019, 19:54
Reputation:
Località: Villanova Mondovì (CN)
Contatta:

Re: Sonnar 250 f 5.6

Messaggio da maxpina »

-Sandro- ha scritto:Usalo sempre col paraluce, mi raccomando, gli obiettivi senza trattamento T* sono particolarmente sensibili al controluce ed al calo di contrasto, ma hanno un garbo nella resa che non puoi trovare altrove.
Riprendo questo post perché ho un dubbio, @-sandro- dici di usare questa lente sempre con il paraluce e, visto che io lo utilizzarei prevalentemente per paesaggi con filtri di contrasto e polarizzatore , non potrei montargli il paraluce, quindi otterrei del flare o altri difetti causati dal non trattamento antiriflesso ? Mi conviene acquistare un *T ?
Grazie

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi