Test pellicola riuscito… o no?

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
pollospiedo
esperto
Messaggi: 205
Iscritto il: 10/01/2015, 17:14
Reputation:

Test pellicola riuscito… o no?

Messaggio da pollospiedo »

Riporto qui la mia esperienza riguardo il test effettuato sull’accoppiata pellicola rivelatore

Ho preparato una scena con illuminazione diffusa in cui c’erano dentro un cartoncino grigio al 18% e dei riferimenti x-rate che cadevano uno in zona V (anche esso grigio 18%) ed uno in zona VII. Ho poi inserito un cartoncino bianco (cadeva anche lui in zona VII) ed uno panno scuro (che cadeva in zona III) leggendo l'esposizione con esposimetro spot della macchina riflessa.
NB: a leggere la luce incidente con un esposimetro incidente, mi dava lo stesso valore della lettura effettuata con altri tre esposimetri spot riflesso di altrettante macchine sul cartoncino grigio... quindi la zona V è valida e gli esposimetri sono abbastanza calibrati in quanto a tratti dava una piccola variazione di 1/3 di stop nelle varie misurazioni.
idea della scena con zone di riferimento
idea della scena con zone di riferimento
Composta la scena ho poi esposto 3 rulli (HP5) a 400 iso tutti nel medesimo modo... ovvero rispetto alla lettura di riferimento della zona V sul cartoncino grigio ho esposto per -3,-2,-1,0,+1,+2,+3.

Ho poi sviluppato i tre rulli (HP5) in R09Studio (non sono i miei materiali definitivi ma avendoli a casa ho deciso di provare la catena del test per poi perfezionarla con i materiali che vorrei avere come standard) con 3 tempi di sviluppo diversi, ovvero alla diluizione di 1+30 a 20 gradi ho sviluppato per 7 min il primo (che dovrebbe essere un tempo medio), per 10 min il secondo (che dovrebbe essere un tempo leggermente lungo) e per 5 min il terzo (che dovrebbe essere un tempo leggermente corto).

Sono poi andato in CO dove ho trovato il tempo di base + velo usando un filtro grado2 per ognuno dei tre rulli esposti e poi ho esposto con il minimo tempo di massimo annerimento i diversi scatti effettuati (-3,-2,-1,0,+1,+2,+3) appunto di ogni rullo.

Quindi mi sarei aspettato:

esposizione/sviluppo:
-/-, -/ok, -/+
ok/-, ok/ok, ok/+
+/-, +/ok, +/+

a dire la verità non ho stampato gli scatti sottoesposti (-3,-2,-1) ma solo o, +1 e +2 in quanto sono partito dal principio che non poteva essere che la HP5 avesse una sensibilità effettiva superiore alla nominale e quindi era inutile perdere tempo a stampare scatti sottoesposti che non mi interessano in questo momento… il mio obiettivo era ed è quello di trovare una giusta sensibilità ed un giusto tempo di sviluppo per questa accoppiata pellicola/rivelatore.

Allego quindi i risultati scansionati senza post-produzione che sono molto veritieri a confronto con gli originali.

RULLO 5' DI SVILUPPO (R09 studio 1+30 a 20°) TRE SCATTI a 0 +1 e +2
esposizione =o
esposizione =o
esposizione =+1
esposizione =+1
esposizione =+2
esposizione =+2
RULLO 7' DI SVILUPPO (R09 studio 1+30 a 20°) TRE SCATTI a 0 +1 e +2
esposizione =0
esposizione =0
esposizione =+1
esposizione =+1
esposizione =+2
esposizione =+2
RULLO 10' DI SVILUPPO (R09 studio 1+30 a 20°) TRE SCATTI a 0 +1 e +2
esposizione =0
esposizione =0
esposizione =+1
esposizione =+1
esposizione =+2
esposizione =+2
Mi farebbe piacere che qualcuno commentasse i risultati…
Le mie personali considerazioni sono:
0) la considerazione a priori e che mi ha spiazzato la lettura della luce e la resa in stampa… le due zone V in lettura sono state rispettate. Ma le letture come zone III e VII assolutamente no in quanto in zona III cadevano sia il panno che il cartoncino ed in zona VII sia la parte chiara dell’X-Rate che il cartoncino bianco. Ma pur avendo letto con tre esposimetri diversi gli stessi valori (percettivamente già mi sembravano ben differenti anche in ripresa ma gli esposimetri erano concordi!) ho avuto una resa differente in stampa.
1)mi spiazza come al variare della esposizione ci sia una grande differenza anche sulle alte luci pur nello stesso rullo ovvero sviluppato al medesimo tempo come se fossero influenzate più dalla esposizione che dallo sviluppo.
2)bisogna sovraesporre di almeno 2 stop la pellicola e svilupparla a 7' (tempo di partenza medio) per ottenere un risultato accettabile.
3) un risultato più fedele lo si raggiunge sovraesponendo di due stop e sviluppando per 10' o forse poco meno.

Da questo test si evincerebbe che la HP5 è quasi una 100 iso... a me sembra un po pochino... quello di cui sono certo è la lettura esposimetrica effettuata con luce incidente e riflessa con 3 esposimetri tutti concordi quindi non ci dovrebbero essere errori di partenza esposimetrica (anche se come detto non mi spiego come mai mi sono ritrovato due zone VII e due zone III che in effetti erano differenti tra di loro ad occhio nudo ed anche in stampa si sono rivelate tali, ma che gli esposimetri davano come tali!).
I risultati così non mi hanno convinto molto ad essere onesto... mi sarei aspettato qualche cosa di buono già con 1 stop di sovraesposizione rispetto ai 400 iso nominali e con 7' di sviluppo (ma invece se si guarda la stampa di riferimento per questa esposizione/sviluppo è di un cupo eccessivo).



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 10159
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Test pellicola riuscito… o no?

Messaggio da chromemax »

Prova a stampare centrando il tempo di esposizione della stampa per ottenere un grigio medio sul cartoncino del grigio medio

Avatar utente
pollospiedo
esperto
Messaggi: 205
Iscritto il: 10/01/2015, 17:14
Reputation:

Re: Test pellicola riuscito… o no?

Messaggio da pollospiedo »

chromemax ha scritto:Prova a stampare centrando il tempo di esposizione della stampa per ottenere un grigio medio sul cartoncino del grigio medio
1) intendi centrarlo per ogni esposizione (-3-2-1,0,+1+2+3)? O solo per l'esposizione=0 con cartoncino in zona V?

2) così poi viene a cadere il riferimento assoluto della base più velo in grado 2 e della risposta pellicola/rivelatore tenendo come punto fermo il grado e l'esposizione (base più velo).

Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 10159
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Test pellicola riuscito… o no?

Messaggio da chromemax »

Hai mischiato due metodi di test, ho tieni il riferimento del grigio medio, con le ombre e le luci che si muovono, o blocchi le ombre con l'esposizione e muovi le luci con lo sviluppo. La Zona V non è detto che rimanga sempre esattamente identica al grigio kodak 18%.

Avatar utente
pollospiedo
esperto
Messaggi: 205
Iscritto il: 10/01/2015, 17:14
Reputation:

Re: Test pellicola riuscito… o no?

Messaggio da pollospiedo »

chromemax ha scritto:Hai mischiato due metodi di test, ho tieni il riferimento del grigio medio, con le ombre e le luci che si muovono, o blocchi le ombre con l'esposizione e muovi le luci con lo sviluppo. La Zona V non è detto che rimanga sempre esattamente identica al grigio kodak 18%.
Avevo intenzione prima di tutto di cercare e poi bloccare le ombre con l'esposizione in ripresa e muovere le luci con lo sviluppo.
In questo modo pensavo di trovare la sensibilità della pellicola e poi capire come variava in stampa esposizione e sviluppo.

Ho esposto diversamente (-3-2-1,0,+1+2+3) la scena.
Ho poi sviluppato diversamente i tre rulli identici (-/0/+).
Ho poi stampato tenendo bloccata l'esposizione in stampa con base più velo grado2.

Il discorso mi sembra lineare anche in logica.

Non capisco dove ho mischiato due metodi di test...

Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 10159
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Test pellicola riuscito… o no?

Messaggio da chromemax »

dato che le zone agli estremi sono caratterizzate dalla visibilità o meno delle texture è meglio usare come soggetto un oggetto con texture e non un cartoncino, che permette solo di poter valutare il tono. La texture non deve essere troppo grossolana o eccessivamente contrastata.
Quindi segui questa procedura

http://blog.analogica.it/analogica-it/2 ... nsitomero/

Avatar utente
pollospiedo
esperto
Messaggi: 205
Iscritto il: 10/01/2015, 17:14
Reputation:

Re: Test pellicola riuscito… o no?

Messaggio da pollospiedo »

chromemax ha scritto:dato che le zone agli estremi sono caratterizzate dalla visibilità o meno delle texture è meglio usare come soggetto un oggetto con texture e non un cartoncino, che permette solo di poter valutare il tono. La texture non deve essere troppo grossolana o eccessivamente contrastata.
Quindi segui questa procedura

http://blog.analogica.it/analogica-it/2 ... nsitomero/
Domani vorrei provare a seguire la procedura che mi è stata consigliata... Un solo dubbio per ora: posso fare il test usando una macchina 135mm con relativo formato ed estendere i risultati anche al 120 (e quindi altra macchina con relativo esposimetro)?

Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 10159
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Test pellicola riuscito… o no?

Messaggio da chromemax »

pollospiedo ha scritto:
chromemax ha scritto:dato che le zone agli estremi sono caratterizzate dalla visibilità o meno delle texture è meglio usare come soggetto un oggetto con texture e non un cartoncino, che permette solo di poter valutare il tono. La texture non deve essere troppo grossolana o eccessivamente contrastata.
Quindi segui questa procedura

http://blog.analogica.it/analogica-it/2 ... nsitomero/
Domani vorrei provare a seguire la procedura che mi è stata consigliata... Un solo dubbio per ora: posso fare il test usando una macchina 135mm con relativo formato ed estendere i risultati anche al 120 (e quindi altra macchina con relativo esposimetro)?

Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk
Ni, nel senso che anche le pellicole uguali possono essere diverse, comunque i dati sono un ottimo punto di partenza ed eventualmente gli scostamenti sono di piccola entitàe facilmente individuabili e compensati man mano che si sviluppano e stampano rulli o rullini.

Avatar utente
pollospiedo
esperto
Messaggi: 205
Iscritto il: 10/01/2015, 17:14
Reputation:

Re: Test pellicola riuscito… o no?

Messaggio da pollospiedo »

Riprendo questo tread dopo il consiglio di @chromemax a condurre il test della sensibilità essendo stato con il mio primo test confusionario.

Ho quindi seguito le istruzioni ben illustrate da @Silverprint nel blog (http://blog.analogica.it/analogica-it/2 ... nsitomero/) ed ho esposto il muro della mia abitazione (un giallino paglierino scaricato dal tempo) dopo una lettura spot riflessa con due fotocamere di mio utilizzo che mi hanno dato tempi uguali (1/125 f8 a 400 iso provando io la TMAX 400 pellicola che vorrei usare come standard). Preciso che il sekonic per luce incidente leggeva 2 stop in meno (1/30 f8) e l'ho attribuito al fatto che il muro fosse ben più chiaro di un cartoncino grigio al 18%.

Ho quindi esposto secondo indicazione della macchina ovviamente:

unica deviazione d'obbligo è che poiché la fotocamera e l'obiettivo non avevano incrementi di 1/3 di stop ho dovuto procedere per stop interi!!! quindi 400, 200, 100 iso!

fotogramma n° – esposizione
1 – zona XII sensibilità nominale (comincio dalla più densa per poter ben vedere l’inizio)
2 – zona XI “”
3 – zona X “”
4 – zona IX “”
5 – zona VIII “”
6 – zona VII “”
7 – zona VI “”
8 – zona V “” CHE ERA APPUNTO 1/125 F8
9 – zona IV “”
10 – zona III “”
11 – zona II “”
12 – zona I “”
13 – zona XII sensibilità nominale + 1 stop, 200 iso
14 – zona XI “”
15 – zona X “”
16 – zona IX “”
17 – zona VIII “”
18 – zona VII “”
19 – zona VI “”
20 – zona V “”
21 – zona IV “”
22 – zona III “”
23 – zona II “”
24 – zona I “”
25 – zona XII sensibilità nominale + 2 stop, 100 iso
26 – zona XI “”
27 – zona X “”
28 – zona IX “”
29 – zona VIII “”
30 – zona VII “”
31 – zona VI “”
32 – zona V “”
33 – zona IV “”
34 – zona III “”
35 – zona II “”
36 – zona I “”
37 – zona V sensibilità nominale.

Ho sviluppato in ID11 1+1 per 10minuti a 20°.

Ho poi provveduto in CO a fare un provino scalare sulla coda della pellicola per individuare il tempo minimo di annerimento con grado 2 in step di 2 secondi per striscia.
Individuato 11 secondi come tempo di riferimento eseguo stampe di tutte e 37 i fotogrammi.

Prima di allegare le stampe traggo le mie personali conclusioni:
ho avuto confermato quanto dal precedente test (evidentemente sbagliato ma tuttavia simile per risultati) che ho i toni bassi e medi troppo scuri e non riesco a capire perché!!!
Quello che vedete dalle scansioni sono realmente i toni delle stampe anche se ovviamente i neri sono belli neri e non ho provveduto a correggere le curve tanto vale la medesima mancata correzione per tutti. ma il tono è quello. una zona V bassissima.

1-le zone I che dovrei avere come riferimento per la sensibilità effettiva sono quindi tutte nero intenso ed anche a 100 iso non si discostano dal nero e non riesco a determinare la sensibilità effettiva quindi ed al confronto con gli 11 secondi del provino scalare sono uguali sia che sia esposto a 100 che a 200 che a 400.
2-la zona V anche addirittura a 100 iso è sempre scura rispetto al cartoncino grigio di riferimento che ho inserito in fase di scansione della stampa. cosa incomprensibile.

Non riesco in alcun modo a venirne a capo.
Credo di avere un problema con questi test, ma non riesco proprio a capire dove in quanto sono troppo lontano dalla teoria.
TEMPO MINIMO ANNERIMENTO SCALARE
TEMPO MINIMO ANNERIMENTO SCALARE
400  ISO ZONA I
400 ISO ZONA I
400  ISO ZONA II
400 ISO ZONA II
400  ISO ZONA III
400 ISO ZONA III
400  ISO ZONA IV
400 ISO ZONA IV
400  ISO ZONA V + CARTONCINO GRIGIO
400 ISO ZONA V + CARTONCINO GRIGIO
200  ISO ZONA I
200 ISO ZONA I
200 ISO ZONA  II
200 ISO ZONA II
200  ISO ZONA III
200 ISO ZONA III
200  ISO ZONA IV
200 ISO ZONA IV
200  ISO ZONA V + CARTONCINO GRIGIO
200 ISO ZONA V + CARTONCINO GRIGIO
100 ISO ZONA I
100 ISO ZONA I
100 ISO ZONA II
100 ISO ZONA II
100 ISO ZONA III
100 ISO ZONA III
100 ISO ZONA  IV
100 ISO ZONA IV
100 ISO ZONA  V + CARTONCINO GRIGIO
100 ISO ZONA V + CARTONCINO GRIGIO

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11959
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Test pellicola riuscito… o no?

Messaggio da Silverprint »

Facci vedere il negativo.

Però sospetto che il problema sia in stampa.

Una prima cosa che osservo è che 11" con step di 2" è un po' poco preciso. Chiudi uno stop così con 2" hai una precisione di circa 1/10 di stop.

Una compressione dei toni bassi può essere dovuta a sottosviluppo della carta, ovvero tempo non suffciente, rivelatore esausto, temperatura troppo bassa.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi