Tmax100 indice di contrasto

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
Valerio81
esperto
Messaggi: 159
Iscritto il: 28/01/2017, 17:33
Reputation:

Tmax100 indice di contrasto

Messaggio da Valerio81 »

Buonasera,

Sono alle prese con i bugiardini kodak. Vorrei sviluppare una tmax100 esposta con scene ad altissimo contrasto con D761+1. Vado a vedere i bugiardini di tmax400 e trix che uso abitualmente e verifico che nelle medesime condizioni di contrasto della scena, sono solito svilupparli ottenendo un i.c. di circa 0,45. Ora il problema è sul bugiardino della tmax 100: la curva dell'i.c. comincia da 0,55.
Che si fa in questi casi? Sviluppo per 0,55 e sposto il problema in stampa? Stimo un tempo per 0,45 prolungando la curva? In questo caso avrei forse poco contrasto nelle ombre?
In definitiva, come mai comincia da 0,55 questo grafico (per tutti i rilevatori, tra l'altro)?



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11889
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Tmax100 indice di contrasto

Messaggio da Silverprint »

E che ne so... quei giorni lì si devono essere impigriti e non hanno fatto i grafici fino in fondo.
Comunque puoi tranquillamente scendere tu coi tempi. In prima approssimazione ti orienterai, appunto, prolungando idealmente il grafico. :)
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
Valerio81
esperto
Messaggi: 159
Iscritto il: 28/01/2017, 17:33
Reputation:

Re: Tmax100 indice di contrasto

Messaggio da Valerio81 »

Chiaro, grazie. Procederò così! :-bd
Silverprint ha scritto:
07/05/2020, 17:09
E che ne so... quei giorni lì si devono essere impigriti e non hanno fatto i grafici fino in fondo.
:)) Credevo ci fosse qualcosa da capire!

Avatar utente
Valerio81
esperto
Messaggi: 159
Iscritto il: 28/01/2017, 17:33
Reputation:

Re: Tmax100 indice di contrasto

Messaggio da Valerio81 »

Riprendo il discorso perché ho sviluppato e stampato.
Ho trovato il tempo per un indice di contrasto di 0,45 perché le scene riprese erano a contrasto altissimo: D76 1+1, 20gradi, 7':30"
Prolungando idealmente la linea del D76 1+1 fino a I.C. 0,45 (i.c. desiderato, conoscendo la tmax400 e la trix 400) ricavo il tempo necessario di sviluppo.
Prolungando idealmente la linea del D76 1+1 fino a I.C. 0,45 (i.c. desiderato, conoscendo la tmax400 e la trix 400) ricavo il tempo necessario di sviluppo.
Il negativo mi sembra già a vista sovrasviluppato, e ne ho conferma in stampa. Ne ho stampata una difficilissima (per me ovvio). Dalla quale mi piacerebbe tirare fuori qualcosa di meglio. Ho stampato col grado 00, facendoci entrare tutti i bianchi e tutti i neri, ma il contrasto nei medi e bassi toni mi sembra basso.
Come posso migliorare questa stampa?
A destra i provini in f-stop con grado 00, 0 e 1 dall'alto al basso. A sinistra la stampa. La striscia corrispondente è segnata con una X.
A destra i provini in f-stop con grado 00, 0 e 1 dall'alto al basso. A sinistra la stampa. La striscia corrispondente è segnata con una X.
Edit:
Dimenticavo:
È consigliabile scendere ancora col tempo di sviluppo per queste scene molto contrastate?
Mi aspettavo un risultato in stampa migliore, cioè mi aspettavo di poter stampare con un grado più vicino al desiderato 2, invece sono molto distante. Pensavo di cavarmela meglio di così usando i grafici dell'i.c. A torto o a ragione?
P.s. i 20 gradi all'inizio erano 20 anche a fine sviluppo.

Avatar utente
kiodo
guru
Messaggi: 1041
Iscritto il: 21/09/2016, 17:07
Reputation:
Località: Bologna

Re: Tmax100 indice di contrasto

Messaggio da kiodo »

La tua stampa mi sembra molto piatta, priva di contrasto. Io proverei subito ad aumentare di un punto, o uno e mezzo, il contrasto della carta.
Non incaponirti a voler far rientrare tutto il contrasto del negativo sulla carta: un approccio così puramente tecnico non ti servirà a rendere l'atmosfera di un ritratto. Prova a fare una stampa finita con grado uno, ed un'altra con grado due. Asciugale e chiudile in un cassetto per una settimana, insieme a questa ipermorbida. Dimenticatene, e riguardale solo fra sette giorni: le vedrai come fosse la prima volta, senza preconcetti tecnici, e ti sarà evidente quale preferisci, cosa ti piace e cosa dovrai migliorare.
All'inizio, una delle cose piu difficili da apprendere è la capacità di osservare e valutare il proprio lavoro, ma è essenziale farlo.

Inviato dal mio SM-G973F utilizzando Tapatalk

Please, please!
Immagine
PaTerson, una sola T! :wall: :wall: :wall: =))

Avatar utente
darkrat
guru
Messaggi: 683
Iscritto il: 26/05/2014, 15:23
Reputation:
Località: Lago Maggiore

Re: Tmax100 indice di contrasto

Messaggio da darkrat »

Posta anche una foto del negativo così capiamo meglio
Andrea

Avatar utente
Lollipop
superstar
Messaggi: 2381
Iscritto il: 31/10/2017, 22:33
Reputation:

Re: Tmax100 indice di contrasto

Messaggio da Lollipop »

Valerio81 ha scritto:
19/05/2020, 0:21
Riprendo il discorso perché ho sviluppato e stampato.
Ho trovato il tempo per un indice di contrasto di 0,45 perché le scene riprese erano a contrasto altissimo: D76 1+1, 20gradi, 7':30"

Screenshot_20200519-000235.png

Il negativo mi sembra già a vista sovrasviluppato, e ne ho conferma in stampa. Ne ho stampata una difficilissima (per me ovvio). Dalla quale mi piacerebbe tirare fuori qualcosa di meglio. Ho stampato col grado 00, facendoci entrare tutti i bianchi e tutti i neri, ma il contrasto nei medi e bassi toni mi sembra basso.
Come posso migliorare questa stampa?

IMG_20200518_221521.jpg

Edit:
Dimenticavo:
È consigliabile scendere ancora col tempo di sviluppo per queste scene molto contrastate?
Mi aspettavo un risultato in stampa migliore, cioè mi aspettavo di poter stampare con un grado più vicino al desiderato 2, invece sono molto distante. Pensavo di cavarmela meglio di così usando i grafici dell'i.c. A torto o a ragione?
P.s. i 20 gradi all'inizio erano 20 anche a fine sviluppo.
Dalla foto col cellulare della stampa si capisce poco ma così a naso sei lontanissimo dalla massima densità della carta. Meriterebbe un contrasto più elevato.
Lorenzo.

Avatar utente
Valerio81
esperto
Messaggi: 159
Iscritto il: 28/01/2017, 17:33
Reputation:

Re: Tmax100 indice di contrasto

Messaggio da Valerio81 »

Grazie per il vostro interessamento.
Fotogramma 35
Fotogramma 35
Effettivamente la stampa risulta piatta, e i neri mancanti. Ma se cerco i neri perdo i dettagli quindi ci dev'essere anche della sottoesposizione nello spicchio all'ombra del tronco.
Allegati
Stampa grado 00
Stampa grado 00

Avatar utente
darkrat
guru
Messaggi: 683
Iscritto il: 26/05/2014, 15:23
Reputation:
Località: Lago Maggiore

Re: Tmax100 indice di contrasto

Messaggio da darkrat »

C'è poco da fare, il negativo è sotto esposto e forse anche sotto sviluppato (se la maglietta era bianca sarebbe dovuta venire più densa).
Stamperei con grado più alto, almeno 3, sacrificando dettagli nelle ombre, che comunque, visto il soggetto, non mi sembrano fondamentali
Andrea

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11889
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Tmax100 indice di contrasto

Messaggio da Silverprint »

Il contrasto globale è quasi giusto, il chiaro è ok, manca un po' di "nero". Ma quello che manca di più è il contrasto locale, cui, per la verità siamo tutti più sensibili... e qui si apre il vaso di pandora. :)

Vedendo il negativo si nota anche una sottoesposizione (quasi un paio di stop se si volesse l'ombra del tronco in zona III), questo ti ha fatto ulteriormente perdere contrasto sui toni scuri e in qualche modo ti obbliga ad usare un contrasto più elevato (e sovrasviluppare la carta).
Una prima soluzione può essere quella di pre-velare la carta, questo ti consente di stampare con almeno 1 grado in più mantenendo la stessa densità di stampa sui toni chiarissimi, ma mantenendo il contrasto più alto sui toni scuri e medio scuri. Puoi anche intervenire localmente stampando con più contrasto e bruciando la parte troppo chiara con contrasto molto basso e puoi anche unire le due tecniche. Cioè prevelare, usare un contrasto comunque "troppo" alto e bruciare i chiari col contrasto molto basso.

Quando il negativo è duro e costringe a scendere molto di contrasto un generale appiattimento è da mettere in conto, sviluppare meno aiuta, ma fino ad un certo punto perché comunque oltre al contrasto globale scende anche quello locale: Insomma oltre un certo punto il problema del contrasto locale si fa più pressante e bisogna mettere in campo varie strategie puntuali. Puntuali nel senso che dipende dalla singola immagine.

In questo caso ad esempio un rivelatore più compensatore avrebbe aiutato, perché il contrasto locale sulla maglietta al sole è più sacrificabile di quello sui toni medi. Anche la scelta di una carta più morbida sui chiari e più dura sugli scuri può aiutare... etc. etc.

@darkrat Ciao Andrea, secondo me è solo sottoesposto, con un paio di stop in più la maglietta al sole sarebbe ben più densa. Bisogna sempre valutare prima l'esposizione, perché se è sottoesposto la densità delle parti più esposte è insufficiente anche a causa della sotto-esposizione e comunque rimane più difficile da valutare perché come sarebbe se fosse più esposta rimane una supposizione. Si valuta meglio vedendo più negativi, perché se ce n'è qualcuno esposto bene si può valutare su quello la densità delle parti più esposte.

Ps. Finalmente a giugno ripartono i corsi! :D
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi