Mettere a fuoco un soggetto e sfocare gli altri.

Discussioni su ingranditori e tecniche di stampa

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
ammazzafotoni
superstar
Messaggi: 2390
Iscritto il: 03/08/2015, 20:08
Reputation:

Re: Mettere a fuoco un soggetto e sfocare gli altri.

Messaggio da ammazzafotoni »

kiodo ha scritto:
10/05/2020, 16:55
Se vuoi provare, basta usare una testa a sfera per cavalletto, a cui fissare il marginatore

Inviato dal mio SM-G973F utilizzando Tapatalk
Ecco, bravo!



Avatar utente
popecide
guru
Messaggi: 436
Iscritto il: 16/09/2014, 11:54
Reputation:
Località: Padova

Re: Mettere a fuoco un soggetto e sfocare gli altri.

Messaggio da popecide »

gergio ha scritto:
10/05/2020, 15:37
Si, ma deve essere fatto in modo che i movimenti siano sono di rollio e beccheggio eliminando il movimento di imbardata.
Quindi senza toccare il timone di coda :D
Wendy, I'm home! (Jack Torrance)

Avatar utente
Valerio81
esperto
Messaggi: 159
Iscritto il: 28/01/2017, 17:33
Reputation:

Re: Mettere a fuoco un soggetto e sfocare gli altri.

Messaggio da Valerio81 »

Mi intrometto pur non essendo particolarmente attratto dall'argomento in se, ma dalla geometria che c'è dietro e mi sono messo a pensare.
Quando ruota il piano del foglio, ad essere a fuoco non è più tutta la superficie, ma una sola retta, intersezione del vecchio piano orizzontale col nuovo inclinato. Se il punto di rotazione non appartiene geometricamente al piano del foglio, quando andate a ruotare il piano, accade che questa retta "cammina" rispetto all'immagine proiettata. Quindi se mettete a fuoco un viso sull'occhio, dopo la rotazione avrete a fuoco l'orecchio (per dirne una), e dovrete di nuovo focheggiare. Questo è quello che accadrebbe con una testa sferica poiché il centro di rotazione è tipicamente qualche centimetro sotto il piano d'appoggio, a cui va aggiunto anche lo spessore di un eventuale marginatore.
Ammesso che si trovi il modo per attuare una rotazione con centro nel piano orizzontale, questo non basterà a fare in modo che non sia necessario focheggiare di nuovo. Occorre anche che il punto di rotazione sia proprio il punto che si vuole tenere a fuoco (ad esempio deve coincidere con l'occhio in un ritratto). Se infatti il centro di rotazione cade su un orecchio, questo orecchio rimarrà equidistante dal negativo rimanendo a fuoco, l'altro orecchio finirà sopra (o sotto) il piano originario e non sarà più a fuoco, ma ci saremo portati fuori fuoco anche gli occhi.
Ovviamente rifocheggiando va bene tutto. :))

Avatar utente
gergio
guru
Messaggi: 963
Iscritto il: 14/03/2013, 16:57
Reputation:

Re: Mettere a fuoco un soggetto e sfocare gli altri.

Messaggio da gergio »

Valerio81 ha scritto:
10/05/2020, 22:06
Mi intrometto pur non essendo particolarmente attratto dall'argomento in se, ma dalla geometria che c'è dietro e mi sono messo a pensare.
Quando ruota il piano del foglio, ad essere a fuoco non è più tutta la superficie, ma una sola retta, intersezione del vecchio piano orizzontale col nuovo inclinato. Se il punto di rotazione non appartiene geometricamente al piano del foglio, quando andate a ruotare il piano, accade che questa retta "cammina" rispetto all'immagine proiettata. Quindi se mettete a fuoco un viso sull'occhio, dopo la rotazione avrete a fuoco l'orecchio (per dirne una), e dovrete di nuovo focheggiare. Questo è quello che accadrebbe con una testa sferica poiché il centro di rotazione è tipicamente qualche centimetro sotto il piano d'appoggio, a cui va aggiunto anche lo spessore di un eventuale marginatore.
Ammesso che si trovi il modo per attuare una rotazione con centro nel piano orizzontale, questo non basterà a fare in modo che non sia necessario focheggiare di nuovo. Occorre anche che il punto di rotazione sia proprio il punto che si vuole tenere a fuoco (ad esempio deve coincidere con l'occhio in un ritratto). Se infatti il centro di rotazione cade su un orecchio, questo orecchio rimarrà equidistante dal negativo rimanendo a fuoco, l'altro orecchio finirà sopra (o sotto) il piano originario e non sarà più a fuoco, ma ci saremo portati fuori fuoco anche gli occhi.
Ovviamente rifocheggiando va bene tutto. :))
Si, il punto di fuoco deve essere il centro del movinento di rotazione. Per farlo usando un marginatore si deve utilizzare un sistema a "culla" e il centro della culla (sferica) deve essere il punto di fuoco.
Così facendo se si fa un solo movimento, ad esempio di beccheggio, come hai detto nel testo citato si avrà una sola linea in cui tutto sarà a fuoco (ovvero una fascia se si tiene conto della profondità di campo) e tale linea sarà perpendicolare al movimento di beccheggio e passante per il punto di fuoco. Allo stesso modo un movimento di rollio genera una linea di fuoco perpendicolare a quella di prima e tutto il rimanente sfuocato. Effettuando tutto i movimenti misti di rollio e beccheggio si avrà tutto sfuocato tranne il punto di fuoco (al centro della sfera).
Va evitato il movimento di imbardata perché questo movimento non genera una sfuocatura ma un mosso con linee circolari (come le strisce lasciate dalla rotazione delle stelle) con al centro il punto di fuoco scelto

Avatar utente
ammazzafotoni
superstar
Messaggi: 2390
Iscritto il: 03/08/2015, 20:08
Reputation:

Re: Mettere a fuoco un soggetto e sfocare gli altri.

Messaggio da ammazzafotoni »

Beh sì, pensandoci, il fulcro del movimento deve essere quanto più vicino al piano del marginatore.
Ci vorrebbe proprio una semisfera appoggiata sotto... E soprattutto bisogna evitare rotazioni!
Comunque sarebbero da sperimentare i vari effetti creativi.

Avatar utente
Valerio81
esperto
Messaggi: 159
Iscritto il: 28/01/2017, 17:33
Reputation:

Re: Mettere a fuoco un soggetto e sfocare gli altri.

Messaggio da Valerio81 »

gergio ha scritto:
10/05/2020, 22:48


Allo stesso modo un movimento di rollio genera una linea di fuoco perpendicolare a quella di prima e tutto il rimanente sfuocato. Effettuando tutto i movimenti misti di rollio e beccheggio si avrà tutto sfuocato tranne il punto di fuoco (al centro della sfera).
Va evitato il movimento di imbardata perché questo movimento non genera una sfuocatura ma un mosso con linee circolari (come le strisce lasciate dalla rotazione delle stelle) con al centro il punto di fuoco scelto
Prima di questa parte sono d'accordo, invece la parte citata secondo me è sbagliata: sommando il rollio al beccheggio ottieni sempre una retta (una fascia) a fuoco, ma inclinata (se fosse rollio uguale al beccheggio sarebbe a 45 gradi). L'imbardata ruota la fascia a fuoco intorno al centro (potrebbe azzerare i 45 gradi di cui prima), interessante, ma non genera mosso a meno che tu non lo faccia durante l'esposizione.

Avatar utente
gergio
guru
Messaggi: 963
Iscritto il: 14/03/2013, 16:57
Reputation:

Re: Mettere a fuoco un soggetto e sfocare gli altri.

Messaggio da gergio »

Valerio81 ha scritto:
10/05/2020, 23:26
Prima di questa parte sono d'accordo, invece la parte citata secondo me è sbagliata: sommando il rollio al beccheggio ottieni sempre una retta (una fascia) a fuoco, ma inclinata (se fosse rollio uguale al beccheggio sarebbe a 45 gradi). L'imbardata ruota la fascia a fuoco intorno al centro (potrebbe azzerare i 45 gradi di cui prima), interessante, ma non genera mosso a meno che tu non lo faccia durante l'esposizione.
Siamo d'accordo su tutto :) , probabilmente mi sono espresso male. Tutti movimento di cui ho parlato si intendono eseguiti durante l'esposizione.
Quando ho fatto riferimento a "tutti i movimenti misti" intendevo appunto i movimenti composti dalle varie (ed infinite) componenti di rollio e beccheggio sommati tutti insieme durante l'esposizione (ragion per cui viene fuori lo sfuocato).

Teoricamente sembra tutto facile il problema è costruire la culla che deve sostenere il marginatore... :-?

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi