LITH

Disussioni sulle tecniche alternative come l'infrarosso od il foro stenopeico

Moderatori: chromemax, Silverprint

Rispondi
Avatar utente
Claudio Taras
appassionato
Messaggi: 19
Iscritto il: 12/05/2020, 0:08
Reputation:

LITH

Messaggio da Claudio Taras »

ciao a tutti..
chi si interessa allao sviluppo lith?
lo so...e´una cosa vecchia questa roba....ma a me piace e continuero´sempre a farla .-D
in Germania ..dove oramai abito da 22 anni viene fatta tanto,forse e´dovuto al fatto che qua il chimico Moersch ne produce e ne vende veramente a gradi quantita´.
Ho fatto un corso nel suo atelier 4 anni fa circa..e mi sono divertito davvero tanto..e lui e´uno dei pochi stampatori famosi a livello modiale ancora,conosce tutte le antiche tecniche alternative della fotografia analogica e grande appassionato del lith(per questo ha ottimato le sue ricette).
per chi lo conosce il prodotto SE5 (moersch) e´la chimica lith piu´concentrata che esiste sulla terra.
Esistono tanti additivi che si possono mischiare con la parte principale.
Per chi non lo sapesse sono due composti chimici separati...parte A e parte B che ognuno dipende che effetto vuol fare uscire sulla carta lo diluisce come vuole.
Io faccio di solito per un bagno 30A+30B+8D(che rallenta lo sviluppo idrochinone) e fa uscite dei toni belli colorati(dipende dalle carte).
Attenzione..non tutte le carte vanno bene per questo sviluppo,quelle vecchie della kodak,fomatone mg sono ancora le migliori,si trovano su ebay ad esempio la kodak ektalure..ma a prezzi molto alti.aA poche decine di euri si trovano ancora tante carte della vecchia DDR o carte russe che sviluppano bene con il lith.
Per avere bene i tempi,sviluppare una striscia di carta del provino a scalare in sviluppo B/N,se va bene sviluppate il foglio con 1 o due stop in piu´,ricordate che senza l´aggiunta del componente D lo sviluppo e molto veloce e vi mangia i neri,con la carta Fomatone bisogna sviluppare il foglio entro i 3 minuti di baccinella senno´iniziano ad uscire delle bruttissime macchie sul foglio..e bisona buttare la stampa.
Lo svilppo lith lo uso per far uscire fuori dei bei neri e con un secondo bagno diluito di Catechol faccio uscire fuori le alte luci.
Essento la tecnica lith uno sviluppo aggressivo si ottengono quasi solo neri e bianchi e non mezzi toni,per questo un secondo bagno e´consigliabile per avere piu´dettagli.
mannaggia..ho scritto un romanzo....comunque qua c´e´un esempio di una stampa che mi e´uscita davvero bene..per i miei gusti..poi magari qualcunaltro dirra´che fa schifo.

https://www.flickr.com/photos/100425974 ... 739355664/

https://www.flickr.com/photos/100425974 ... 739355664/

sono comunque tanti gli effetti che si possono ottenere,temperatura ad esempio ha un ruolo importante

https://www.flickr.com/photos/100425974 ... 739355664/

a presto...le foto si posso passare al selenio...all oro...alla thiourea..e sbiancare,una tecnica abbastanza artistica comunque per chi ha tempo per farla ,D

Claudio



Avatar utente
Claudio Taras
appassionato
Messaggi: 19
Iscritto il: 12/05/2020, 0:08
Reputation:

Re: LITH

Messaggio da Claudio Taras »

scusate ma non avevo visto che c´era gia un post sullo sviluppo lith..mea culpa ;-D

Avatar utente
valgian
guru
Messaggi: 439
Iscritto il: 23/06/2010, 8:50
Reputation:
Località: Lucca

Re: LITH

Messaggio da valgian »

Del secondo sviluppo in Catechol per le luci ne ho già sentito parlare, a quale diluizione?
Grazie
Valentino Giannini, alias valgian
Luci e ombre d'argento
La grande foto è l’immagine di un’idea.
Imparare sempre
=V=

Avatar utente
Claudio Taras
appassionato
Messaggi: 19
Iscritto il: 12/05/2020, 0:08
Reputation:

Re: LITH

Messaggio da Claudio Taras »

dipende dal negativo,il catechol e' uno sviluppo lento e forte,a te nel secondo bagno lith servono i toni medi...e un po' di luci quindi io di solito faccio un 20 cl per litro d' acqua,se i colori forti del lith vanno via o le stampe ti risultano meno colorate...aggiungi al Catechol un po' di soluzione Omega di Moersch 1+100 per 1 o due minuti oppure Clorulo di ammonio e ti vengono fuori dei toni belli rossi.
In effetti come secondo bagno si puo' usare anche lo sviluppo sepia di Moersch molto diluito o qualsiasi sviluppo con l aggiunta di Kalium bromid per rallentarne l' effetto.
Ho sperimentato un altro procedimento descritto a lungo sia da Rudman che da Moersch,se si vuole avere una stampa dai colori forti e non si ha voglia di aspettare troppo lo sviluppo del lith in camera oscura si fa cosi'...
Stampa normale in B/N con 1 o 1/2 stop in piu' ,poi sbianca con lo sbianca al solfuro di rame,io me lo sono fatto in casa e funziona alla grande,si lava la stampa in acqua corrente per una decina di minuti e si risviluppa con un lith molto molto diluito...circa 4+4+600 acqua senza aggiunta di D per 1 o due minuti a 36 gradi,se si vuole una stampa ancora piu' colorata appena lo sviluppo e' quasi finito mettete il foglio di carta in baccinella con acqua a 50 gradi 1 minuto.

Avatar utente
valgian
guru
Messaggi: 439
Iscritto il: 23/06/2010, 8:50
Reputation:
Località: Lucca

Re: LITH

Messaggio da valgian »

Grazie delle dritte
Valentino Giannini, alias valgian
Luci e ombre d'argento
La grande foto è l’immagine di un’idea.
Imparare sempre
=V=

Avatar utente
Claudio Taras
appassionato
Messaggi: 19
Iscritto il: 12/05/2020, 0:08
Reputation:

Re: LITH

Messaggio da Claudio Taras »

figurati...

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi