Pellicola da viaggio: ipotesi Ilford XP2 Super e Delta 3200

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9965
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Pellicola da viaggio: ipotesi Ilford XP2 Super e Delta 3200

Messaggio da chromemax »

Lollipop ha scritto:
29/06/2020, 19:25

Mi offro per un test multicentrico: se mi dai il protocollo io ci sono. :)
OK :)
Dammi qualche giorno



Avatar utente
Lollipop
superstar
Messaggi: 2410
Iscritto il: 31/10/2017, 22:33
Reputation:

Re: Pellicola da viaggio: ipotesi Ilford XP2 Super e Delta 3200

Messaggio da Lollipop »

chromemax ha scritto:
30/06/2020, 11:35
Lollipop ha scritto:
29/06/2020, 19:25

Mi offro per un test multicentrico: se mi dai il protocollo io ci sono. :)
OK :)
Dammi qualche giorno
Attendo tue allora. :)
Lorenzo.

Avatar utente
albireo
fotografo
Messaggi: 47
Iscritto il: 27/12/2018, 20:11
Reputation:

Re: Pellicola da viaggio: ipotesi Ilford XP2 Super e Delta 3200

Messaggio da albireo »

Quoto al 100%. Che pellicola straordinaria la XP2+. Io la usavo spesso in medio formato quando non sviluppavo il mio bianco e nero, e lo sviluppo BN al negozio era lentissimo mentre il C41 lo facevano in 24 ore.

Ad ogni modo, mi manca molto la XP2+, ed ora che ho imparato a fare il C41 a casa voglio tornare ad usarla.

La cosa che veramente mi stupiva era il dettaglio e la totale assenza di grana nelle alte luci. Scansioni eccezionali.
chromemax ha scritto:
29/06/2020, 16:56
La XP2 è uno dei prodotti fotografici più sottovalutati e non capisco il perché sinceramente, forse a causa del trattamento c-41 che spaventa. La XP2 è una pellicola molto molto buona sotto tutti i punti di vista, ha una buona sensibilità (200), grana inesistente, nitidezza da far impallidire quanto c'è di meglio tra le medi sensibilità e, con buona pace di chi è convinto che per avere tanti grigi ci vuole tanto argento, la XP-2, che di argento non ne ha, ha una dinamica che fa spavento; dalle mie prove è andata in saturazione a 21 stop (cioè fino a 20 stop ha registrato variazioni di densità, con contrasto bassissimo e sostanzialmente di uso pratico nullo, ma ci è arrivata; 15 stop li regge senza nessun problema). Quando uscì la XP-1 venne pubblicizzata come pellicola a sensibilità variabile, da poter esporre da 50 a 800 iso sullo stesso rullino senza modifiche di trattamento. Con la XP-2 questo claim non è stato più usato anche perché a 800 la qualità è bassina e le ombre granose e grigie sono veramente brutte, ma in emergenza ci si può anche arrivare (che poi se si sviluppa da soli si può anche "tirare" un po' lo sviluppo colore). In sovraesposizione non ha problemi, anzi la grana tende a diminuire sensibilmente, anche se il negativo molto denso diventa poi una scocciatura da stampare o potrebbe mettere in crisi gli scanner. Tendenzialmente i negativi sono abbastanza contrastati ma, non dovendo essere legati al bilanciamento cromatico, le variazioni di sviluppo cromogeno si possono fare senza tuttii problemi delle pellicole a colori. Stessa cosa dovrebbe valere anche per la temperatura, anche se devo ancora fare delle prove a riguardo, ma sono convinto che se si tratta in casa si potrebbe fare un trattamento a temperatura più bassa, allungando i tempi, senza degrado importante della qualità.

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi