Acquisto esposimetro: Gossen Profisix ?

Discussioni sugli accessori per il medio formato

Moderatori: etrusco, isos1977

Rispondi
Avatar utente
mirko_
appassionato
Messaggi: 15
Iscritto il: 29/02/2020, 16:41
Reputation:

Acquisto esposimetro: Gossen Profisix ?

Messaggio da mirko_ »

Vorrei acquistare un esposimetro da affiancare aa una nuova Hasselblad appena acquistata, insieme al percorso sviluppo.
Ho visto che in molti, Sandro in primis forse, consigliano il Gossen Profisix. Posso preferirlo a più moderni esposimetri, risparmiando anche un poco.
Devo preoccuparmi del funzionamento/taratura sugli usati ebay o è sufficiente cerchi qualcosa in buone condizioni ?
Sinceramente preferisco qualcosa di meno sofisticato rispetto ai moderni. Grazie



Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 5109
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: Acquisto esposimetro: Gossen Profisix ?

Messaggio da graic »

Se "buone condizioni" significa segnare gli stessi valori di un buon esposimetro di precisione nota da usare come riferimento SI
Se invece significa che si presenta bene dal punto di vista estetico dipende, io ne ho uno pieno di graffi e funziona perfettamente. Su ebay, c'è sempre il prblema di fidarsi delle assicurazioni del venditore, quindi sempre acquisti con possibilità di restituzione.
Circa il Profisix in se (sempre ben funzionante, si intende) esso è un ottimo esposimetro e sinceramente non trovo nulla di più in un qualsiasi modello di "nuova generazione" diciamo che serve perfettamente fino a qundo uno non senta la necessità di uno spot.
Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Avatar utente
Max d'Amicis
appassionato
Messaggi: 20
Iscritto il: 07/11/2019, 10:04
Reputation:

Re: Acquisto esposimetro: Gossen Profisix ?

Messaggio da Max d'Amicis »

Il Profisix è sicuramente un ottimo esposimetro (io mi sono accontentato del più "modesto" Lunasix 3 che utilizzo da decenni).
Il "problema" della pila, a differenza del Lunasix, non si pone nemmeno visto che utilizza una comunissima pila da 9v.
Infine, potenzialmente e se riesci a trovarli a prezzi umani, dispone di una schiera di accessori per qualsiasi applicazione.
Allegati
PROFISIX Accessories.jpg

Avatar utente
Max d'Amicis
appassionato
Messaggi: 20
Iscritto il: 07/11/2019, 10:04
Reputation:

Re: Acquisto esposimetro: Gossen Profisix ?

Messaggio da Max d'Amicis »

Un'ultima cosa, questi strumenti analogici hanno una delicatezza intrinseca e vanno trattati con i dovuti modi a differenza degli esposimetri digitali (ho avuto un Calcu-Light XP della Quantum Instruments che poteva essere preso letteralmente a calci senza subire danni, ma poi, quando volli alleggerire gli armadi, vendetti lui e non il Lunasix, senza particolari rimpianti).

Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 5109
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: Acquisto esposimetro: Gossen Profisix ?

Messaggio da graic »

Non sono completamente d'accordo, gli esposimetri digitali, sopratutto i primi, quelli che si trovano sull'usato a prezzi comparabili ad un analogico di classe, non sono molto robusti infatti hanno due tipi di componenti che tutti quanti conosciamo come particolarmente delicati a) i tastini per i vari settaggi che invecchiando tendono a funzionare male e poi a smetter di funzionare e b) i display che in quegli strumenti son degli LCD STN che, sempre per colpa dei contatti realizzati con le strisce in gomma conduttiva, dopo diversi anni di lavoro iniziano aperdere i simboli.
Gli analogici hanno, è vero, il galvanometro che ad una prima impressione sembra delicato, ma essendo progettato per quello scopo specifico in genere sopporta bene gli urti, a me piace accaparrarmi vecchi esposimetri e, se possibile, ripararli, finora ho trovato un solo esposimetro col galvanometro fuori uso (per colpa della salsedine, probabilmente era caduto in acqua). Per inciso i quantum che usano un display a led e non LCD dovrebbero andare meglio, ne ho comprati diversi, matrovato uno funzionante.
Se poi uno non si fida del galvanometro del profisix può prendere un lunalite, rinunciando a un pò di sensibilita e di caratteristiche avanzate, in cambio di un robustissimo indicatore a LED.
Circa gli accessori per il Profisix si trovano a prezzi da gioielleria, tra l'altro oltre a quelli per usi specifici (leggere la luminosità su un vetro smerigliato di grande formato, calcolare l'esposizione per la fotomicroscopia) non è che abbiano una grande utilità, il più diffuso che è l'aggiuntivo tele ha un angolo troppo largo per fare letture spot. L'unico veramente utile sarebbe l'aggiuntivo spot, ma viene proposto a prezzi superiori ad un vero esposimetro spot, dimensioni e peso dell'accoppiata Profisix/aggiuntivo sono enormi e l'utilizzo è molto impratico
Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Avatar utente
mska59
esperto
Messaggi: 206
Iscritto il: 28/11/2018, 14:56
Reputation:

Re: Acquisto esposimetro: Gossen Profisix ?

Messaggio da mska59 »

Posseggo un lunasix f che utilizzo con l’aggiuntivo tele che mi da la possibilità di scelta tra i 15 ed i 7,5 gradi. Sono d’accordo con graic il campo di lettura rimane ancora troppo ampio per un analisi approfondita dell’inquadratura ed è quindi necessario interpretare un po’ la scena, ma in confronto allo stesso esposimetro senza l’aggiuntivo è un bel passo in avanti. Come spesso accade si può avere di meglio, ma non è una soluzione completamente da buttar via soprattutto se la si trova ad un prezzo ragionevole.


Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk

Avatar utente
Max d'Amicis
appassionato
Messaggi: 20
Iscritto il: 07/11/2019, 10:04
Reputation:

Re: Acquisto esposimetro: Gossen Profisix ?

Messaggio da Max d'Amicis »

Sì, forse sono stato un po' precipitoso nel definire tutti gli esposimetri digitali "indistruttibili".
Ho anche un Minolta Autometer III che, in effetti, ha l'LCD che si legge ancora, ma è un poco evanescente e la plastica del suo guscio non da la stessa impressione di solidità di quella del Quantum.
Per esperienza personale però posso dire che da ragazzo acquistai il mio primo esposimetro, un Gossen Sixon 2, e mi durò circa una mezza giornata: mi cadde di mano quasi subito, andò in pezzi e il verdetto fu che conveniva ricomprarlo piuttosto che ripararlo. Meno male che il Lunasix lo acquistai dopo qualche tempo :D
Il Quantum (non il mio) lo vidi invece far cadere e sbatacchiare più volte da un rappresentante della Casa a scopo dimostrativo.

Poi, anch'io trovo abbastanza funzionali gli aggiuntivi "tele" (quello del Minolta ha una angolo di lettura fisso di 10°), non è la stessa cosa di uno Spot nativo, che fa solo quello, ma è una soluzione che amplia in maniera dignitosa la versatilità di questi strumenti.
A Milano diciamo "Piutost che nient, l'è mei piutost" (piuttosto che niente, è meglio piuttosto).

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi