compatta con doppio scatto

Discussioni sugli accessori per il formato 35mm

Moderatori: etrusco, isos1977

Avatar utente
Todron
esperto
Messaggi: 111
Iscritto il: 11/05/2020, 19:06
Reputation:
Località: Napoli - Vittorio

Re: compatta con doppio scatto

Messaggio da Todron »

Beh, dai, ci si potrebbe anche bobinare un rullo da 12 e quindi vengono 24 scatti oppure, se proprio ci si è scocciati, riavvolgere e spostare il rullo in una 35mm normale e finirlo regolarmente, scattando a vuoto con il tappo sui primi frame scattati a mezzo formato. Io con il mezzo formato mi diverto abbastanza, ho una discreta collezione. È chiaro che essendo il negativo più piccolo di quello normale avrai un abbassamento di definizione: questo vuol dire più grana a parità di formato o stampe di formato inferiore.

Come sistemi reflex, aldilà della pen ft già segnalata, in passato mi è capitata per le mani una Praktica ma non so se fosse un modello modificato per la polizia oppure costruito in serie. In mio possesso è invece una Yashica FX3, sempre modificata per la polizia, e che serviva a ritrarre i volti dei criminali... ogni tanto qualche reflex modificata salta fuori.


Se impari a saltare 2m, salti anche 1,5m. (R. Fiorenza)

Avatar utente
Todron
esperto
Messaggi: 111
Iscritto il: 11/05/2020, 19:06
Reputation:
Località: Napoli - Vittorio

Re: compatta con doppio scatto

Messaggio da Todron »

E comunque quando proprio non se ne può più, si può passare a fare qualche panoramica...
Allegati
66E91C76-9793-4102-97A5-8471A6D20F62.jpeg
Se impari a saltare 2m, salti anche 1,5m. (R. Fiorenza)

Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 5236
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: compatta con doppio scatto

Messaggio da graic »

Certamente bellissimi oggetti da collezione, ma che senso ha usarli per fotografare? Quale sarebbe il vantaggio di una Reflex che pesa e ingombra come una reflex tradizionale, fa delle foto peggiori e ti costringe a fare 72 foto (oppure operazioni ancora più fastidiose come quelle che hai elencato), io insisto secondo me ha qualche senso fotografare con una piccola point & shoot che ti puoi mettere in tasca, anche se poi il guadagno di perso non è poi così tanto, basta confrontare una Olympus Pen con una sua sorillina "normale" come la trip 35, ingombrano e pesano più o meno uguale e la trip fa bellissime foto.
Rimanendo nel settore delle fotocamere "da collezione", la più interessante delle reflex mezzo formato è la surpriz
http://ussrphoto.com/wiki/default.asp?W ... riz+MT%2D1
che aveva un suo senso infatti era usata per immagini mediche che si fanno in grande quantità e non necessitano di grandi formati di stampa
Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 5236
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: compatta con doppio scatto

Messaggio da graic »

Tra i difetti della maggior parte delle mezzo formato mi ero dimenticato di citare la difficoltà di fare foto orizzontali, anche in questo ci veniva in contro l'ottica sovietica con questa "trappola"
s-l1600.jpg
Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Avatar utente
Todron
esperto
Messaggi: 111
Iscritto il: 11/05/2020, 19:06
Reputation:
Località: Napoli - Vittorio

Re: compatta con doppio scatto

Messaggio da Todron »

Vero, il mirino è quasi sempre verticale in queste macchinette perché la pellicola scorre in orizzontale. Quelle poche, come la Agat o la Yashica Samurai che avevano il mirino orizzontale montavano la pellicola in verticale.

Diciamo che il raddoppio dell’autonomia a volte può servire, anche se l’altro giorno dopo aver ultimato un rullo di prova su una Demi, sono tornato a casa molto stanco...
Se impari a saltare 2m, salti anche 1,5m. (R. Fiorenza)

Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 3113
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: compatta con doppio scatto

Messaggio da Elmar Lang »

Poi, esistono anche ottime mezzo formato come la precisissima Ducati Sogno.

In questa, sono "inciampato" la scorsa settimana, ma questa è un'altra storia...
Allegati
Ducati Sogno-2.jpg
"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Avatar utente
Todron
esperto
Messaggi: 111
Iscritto il: 11/05/2020, 19:06
Reputation:
Località: Napoli - Vittorio

Re: compatta con doppio scatto

Messaggio da Todron »

Che dire, un sogno in tutti i sensi!!
Se impari a saltare 2m, salti anche 1,5m. (R. Fiorenza)

Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 5236
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: compatta con doppio scatto

Messaggio da graic »

Un capolavoro della micromeccanica Italiana, In quegli anni sia per fantasia e innovazione delle soluzioni che per qualità della realizzazione l'Italia non era seconda a nessuno
Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Avatar utente
Todron
esperto
Messaggi: 111
Iscritto il: 11/05/2020, 19:06
Reputation:
Località: Napoli - Vittorio

Re: compatta con doppio scatto

Messaggio da Todron »

Quoto quanto scritto da Gianni, parola per parola.

Enzo, sulla destra dell’obiettivo mi pare di intravedere un’incisione in rosso o mi sbaglio?
Se impari a saltare 2m, salti anche 1,5m. (R. Fiorenza)

Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 3113
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: compatta con doppio scatto

Messaggio da Elmar Lang »

Salve ancora,

si, Vittorio, hai visto giusto (scusa, la foto è fatta col cellulare).

Guardando la macchina, sul frontale a destra dell'obbiettivo, sopra la marca "DUCATI" c'è la scritta, pure in rosso, "PER COLLABORATORE", mentre a sinistra, sempre in rosso, "NON CEDIBILE".

Esistono varie interpretazioni di queste dizioni che talvolta sono presenti sulle Ducati, sia "Sogno", che "Simplex". Da quello che ho saputo proprio il giorno in cui l'ho acquistata, tali fotocamere erano cedute ad un prezzo assai basso ai dipendenti della Ducati in un momento economicamente molto difficile per l'azienda e, affinché non se le rivendessero, venivano così contrassegnate.
Provvedimento che non riuscì quasi per nulla allo scopo, peraltro.

Circa la nostra micromeccanica, concordo con quanto s'è detto: basti ricordare, oltre a Ducati, la GaMi di Galileo, la splendida Janua di San Giorgio, la validissima Rectaflex, la Gamma ed anche le più modeste, ma efficaci Sonne. E tante altre.

Tutte ancor oggi in grado di realizzare ottime foto, perché è un peccato tenerle in vetrina!
"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi