Zone System, for dummies.

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
Mandelbrot
guru
Messaggi: 837
Iscritto il: 28/07/2015, 23:24
Reputation:
Località: Milano

Re: Zone System, for dummies.

Messaggio da Mandelbrot »

Grazie Diego @chromemax per la spiegazione.
La questione è effettivamente complicata e richiede conoscenza ed esperienza.

Quindi per ottenere un effetto in cui cielo si scurisce e quindi le nuvole risaltano senza alterare le ombre si potrebbe usare un No 12 Deep Yellow Minus blue?

Grazie

Inviato dal mio M2101K6G utilizzando Tapatalk



Mario

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 6189
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: Zone System, for dummies.

Messaggio da impressionando »

La luce delle ombre contiene sempre azzurro. E' impossibile salvarla con filtri giallo/rossi. Per esperienza direi che in genere la luce in obra prende il "colore" di ciò che ha sopra. Solitamente in campo aperto prende il colore del cielo, nei boschi, l'ombra è verde e al mare "dipende".
Tendenzialmente quello chiamato giallo/verde (non ricordo il numero) è quello che nelle ombre salva capra e cavoli ma ha un effetto sui toni che a me fa schifo.....quasi come il verde.
Mi chiamo Pierpaolo.... non impressionando
Uso fotocamere a molla con sensore intercambiabile di dimensioni minime 6x6 cm.

Clicca qui! .....e qui, ...e anche qui!
Chi mi parla alle spalle lo guarda il mio culo

effegi61
guru
Messaggi: 491
Iscritto il: 12/05/2014, 8:48
Reputation:
Località: FVG

Re: Zone System, for dummies.

Messaggio da effegi61 »

Perdona la mia ignoranza ma non ho mai usato filtri (per il momento). Se la lettura avviene nella macchina non è già "corretta"? O per via della sfalsatura della luce di schiarita l'esposimetro viene ingannato dalle ombre cambiate e/o poco leggibili?
Tu prova a fare una misura esposimetrica con la macchina su un soggetto qualsiasi e poi prova a fare la stessa lettura inserendo un filtro, ad esempio il rosso R25A, che da bugiardino toglie 3 stop, vedrai che, a seconda della macchina che usi, la correzione che di propone la macchina sarà di 1,5/ 2,5 stop, ma mai 3. Per cui personalmente calcolo l'esposizione senza filtri e poi se devo inserirli apro di tanti stop come indicato dal bugiardino, non di quanti me ne indica l'esposimetro. Credo che il motivo sia che le fotocellule sono tarate per luce bianca e non per luce rossa o verde.
Fabio
_________________________________________________________________
"Pagheremo il prezzo che sara' necessario"

Avatar utente
Mandelbrot
guru
Messaggi: 837
Iscritto il: 28/07/2015, 23:24
Reputation:
Località: Milano

Re: Zone System, for dummies.

Messaggio da Mandelbrot »

impressionando ha scritto:
29/06/2021, 9:35
Tendenzialmente quello chiamato giallo/verde (non ricordo il numero) è
Il giallo-verde dovrebbe essere il numero 11.
Mario

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 10787
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Zone System, for dummies.

Messaggio da chromemax »

Ribadisco il concetto, espresso anche da Impressionando, non basta calcolare la densità ottica del filtro, entrano in gioco anche la sensibilità spettrale della pellicola, come anche quella della cellula dell'esposimetro, e il maggior attore è il colore della luce, ma soprattutto viene stravolto il rapporto tonale. Più il colore del fltro si allontana dalla parte centrale dello spettro maggiore il suo impatto sulla distribuzione tonale per cui diventa necessario saper previsualizzare l'effetto del filtro e valutare di conseguenza come verranno restituite le ombre, i mezzi toni e le luci. Su questa previsualizzazione le misure fornite dall'esposimetro diventano relative e vanno ponderate con l'esperienza. Quando si usano i filtri è più sicuro fare un po' di braketing

Avatar utente
kiodo
guru
Messaggi: 1307
Iscritto il: 21/09/2016, 17:07
Reputation:
Località: Bologna

Re: Zone System, for dummies.

Messaggio da kiodo »

Se ne era parlato anche qui, forse potrà interessare:
https://r.tapatalk.com/shareLink/topic? ... source=app

Inviato dal mio SM-G973F utilizzando Tapatalk

Please, please!
Immagine
PaTerson, una sola T! :wall: :wall: :wall: =))

Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 3407
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: Zone System, for dummies.

Messaggio da Elmar Lang »

Sull'uso dei filtri, Kodak pubblicò uno splendido fascicolo, caratterizzato da estrema chiarezza. Anche l'editrice di Cesco Ciapanna, pubblicò un buon manuale sull'uso dei filtri... ecc. ecc.

Lambiccarsi il cervello con paturnie di improbabili previsualizzazioni (per quanto interessante argomento di teoretica ed ermeneutica), credo, anzi temo, distolga dal punto principale: scattare fotografie.
"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 6189
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: Zone System, for dummies.

Messaggio da impressionando »

Elmar Lang ha scritto:
29/06/2021, 15:17
Lambiccarsi il cervello con paturnie di improbabili previsualizzazioni (per quanto interessante argomento di teoretica ed ermeneutica), credo, anzi temo, distolga dal punto principale: scattare fotografie.
In buona sostanza il filtro da scegliere per una determinata situazione dipende dalla digestione o dal risultato degli esami del sangue? L'andare oltre entra nell'ambito delle paturnie?
Mi chiamo Pierpaolo.... non impressionando
Uso fotocamere a molla con sensore intercambiabile di dimensioni minime 6x6 cm.

Clicca qui! .....e qui, ...e anche qui!
Chi mi parla alle spalle lo guarda il mio culo

Avatar utente
Andrea67c
guru
Messaggi: 521
Iscritto il: 06/05/2021, 18:40
Reputation:
Località: Venezia

Re: Zone System, for dummies.

Messaggio da Andrea67c »

chromemax ha scritto:
29/06/2021, 12:40
Ribadisco il concetto, espresso anche da Impressionando, non basta calcolare la densità ottica del filtro, entrano in gioco anche la sensibilità spettrale della pellicola, come anche quella della cellula dell'esposimetro, e il maggior attore è il colore della luce, ma soprattutto viene stravolto il rapporto tonale. Più il colore del fltro si allontana dalla parte centrale dello spettro maggiore il suo impatto sulla distribuzione tonale per cui diventa necessario saper previsualizzare l'effetto del filtro e valutare di conseguenza come verranno restituite le ombre, i mezzi toni e le luci. Su questa previsualizzazione le misure fornite dall'esposimetro diventano relative e vanno ponderate con l'esperienza. Quando si usano i filtri è più sicuro fare un po' di braketing

END QUOTE DIEGO

Quello che dice Diego è quello che trovo più utile sapere, per chi mette su i filtri la prima volta, parlo per ricordi. Soprattutto sottolinerei lo stravolgimento dei valori tonali: usiamo il filtro per quello, quindi non sarà così semplice come aprire 3 diaframmi in più, anche se obiettivamente funziona abbastanza! L'impegno vero è immaginare quale foto può uscirne alla fine.

Penserei anche a una fase di apprendimento col 35 mm a mano libera, senza curarsi della PDC, e del cavalletto, facendo bracketing con filtro, senza filtro, o confrontando due filtri. Così si scatta in velocità, con tanti colpi in canna, si ha tempo di prendere appunti sulle caratteristiche della scena, non si aspetta di montare tutto solo se il paesaggio è bello, ecc... Ci sono comportamenti poco strategici, perché si vuole subito la bella foto, che tornando indietro non adotterei più.
Poi, si rielaborano gli appunti alla luce del primo provino scalare in CO, senza la pretesa di ricavarne una foto accettabile. Perché, quel poco sul filtro arancio, alla fine, l'ho imparato proprio all'ingranditore! Cioè, si impara se quella accoppiata filtro/esposizione era adeguata alla scena.
Chi è bravo col digitale può anche immaginare un flusso di lavoro con scatti preventivi e conseguenti considerazioni sul campo, usando i filtri in vetro montati sulla dslr. Per quanto, non mi fiderei mai di un sensore digitale, se vado ad impressionare un negativo. Troppo diversi.
A.

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 10787
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Zone System, for dummies.

Messaggio da chromemax »

Elmar Lang ha scritto:
29/06/2021, 15:17
Lambiccarsi il cervello con paturnie di improbabili previsualizzazioni (per quanto interessante argomento di teoretica ed ermeneutica), credo, anzi temo, distolga dal punto principale: scattare fotografie.
Per mettere su un filtro e scattare fotografie non serve neanche scrivere un post qui; se si è trovato il tempo e si è sentita la necessità di scrivere e condividere un dubbio, una richiesta, una curiosità, quello che ti pare, è perché, forse, si è curiosi oppure si vuole fare un passetto in più e acquisire un minimo di consapevolezza su quello che avviene ;)

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi