Alternativa per misurare la sensibilità effettiva

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
Andrea67c
guru
Messaggi: 510
Iscritto il: 06/05/2021, 18:40
Reputation:
Località: Venezia

Re: Alternativa per misurare la sensibilità effettiva

Messaggio da Andrea67c »

Mi inserisco, rischiando di essere monotono, mi scuso per questo. In questi pochi mesi, da quando frequento analogica.it ho fatto diversi test su pellicola. Ovviamente li ho fatti come insegna a farli Andrea Silver. Mi sono iscritto qui proprio dopo aver letto le lezioni di fotografia.
Tuttavia ho sempre accompagnato la valutazione delle stampe alla lettura delle densità con l'esposimetro spot. Ormai mi sento di dire che la misura della SE fatta con l'esposimetro è assolutamente affidabile, se fatta con modesti accorgimenti, che ho affinato prova dopo prova. Posso dire che con il solo esposimetro sbaglio la SE di max un terzo di stop, ma il più delle volte l'azzecco. Diverso è il discorso della misurazione delle densità più alte, dove magari con l'esposimetro si può ottenere una certa costanza di valori, che sono tuttavia probabilmente molto diversi (credo più alti) da quelli che darebbe un densitometro. Insomma, per la SE, se non si vuol stampare e non si vuole usare il densitometro o le costose scale graduate, l'esposimetro stop ben usato sopra un tavolo luminoso è la soluzione più veloce. Il video segnalato la fa tanto complicata.
Per una misurazione di fino ha ragione Pierpaolo, qualche msg sopra: meglio stampare e valutare a occhio. Si vedono differenze più strette di un terzo di stop.
Sarebbe interessante se coloro che non stampano mai, perché passano direttamente il negativo allo scanner, proponesseo qualche tecnica allo scanner.

Ciao!
A.



Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Avatar utente
Andrea Ercolano
fotografo
Messaggi: 33
Iscritto il: 04/02/2021, 19:41
Reputation:

Re: Alternativa per misurare la sensibilità effettiva

Messaggio da Andrea Ercolano »

Questa, troppo facile? :)
Non so perché mi inserisce l’immagine capovolta
Allegati
9526B130-E904-4D06-A477-7A2ED46F7122.jpeg

Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 6479
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova

Re: Alternativa per misurare la sensibilità effettiva

Messaggio da -Sandro- »

Andrea Ercolano ha scritto:
07/07/2021, 23:09
Questa, troppo facile? :)
Non so perché mi inserisce l’immagine capovolta
Non è altro che la "regola" del 16 travestita.

Avatar utente
pmlpoma
fotografo
Messaggi: 32
Iscritto il: 07/03/2018, 19:57
Reputation:

Re: Alternativa per misurare la sensibilità effettiva

Messaggio da pmlpoma »

gergio ha scritto:
21/06/2021, 22:35
Se a qualcuno può interessare, ho sviluppato un tool che permette di creare una scala graduata utilizzando un solo fotogramma per il calcolo della sensibilità effettiva. Basta avere una qualsiasi fotocamera che permette di effettuare esposizioni multiple. Il tool si chiana ToolSens ed è disponibile qui:
www.gerardogiordano.com/tool
Creata la scala graduata trovo la sensibilità effettiva con un confronto diretto delle densità con la scala Stouffer
Buongiorno Gergio,
Grazie della dritta. Vorrei provare il Sens Tool ed ho qualche dubbio/curiosità: perché il cartoncino va messo ad una distanza di almeno 10 volte la lf dell’obiettivo utilizzato?
La messa a fuoco va fatta sull’infinito? Perché mettendo a fuoco a 180 cm con un obiettivo da 180mm l’esposizione risentirebbe dell’estensione del soffietto.

Avatar utente
gergio
guru
Messaggi: 1049
Iscritto il: 14/03/2013, 16:57
Reputation:

Re: Alternativa per misurare la sensibilità effettiva

Messaggio da gergio »

Ciao pmlpoma, innanzitutto mi fa piacere che trovi utile il tool.
Come hai fatto giustamente notare, l'esposizione risente della distanza di messa a fuoco: più si mette a fuoco vicino più aumenta il rapporto focale e quindi va aumentata l'esposizione. Se il soggetto si trova ad una distanza di almeno 10 volte la lunghezza focale (il valore 10 è da considerarsi all'incirca) allora la correzione di esposizione è trascurabile rispetto a quando si mette a fuoco all'infinito. Pertanto puoi mettere a fuoco sia all'infinito che a 1,80m accettando una certa approssimazione dell'esposizione. Sens Tool è una versione semplificata di StegGer Tool: in quest'ultimo ho previsto la correzione di esposizione dovuta alla distanza focale (estensione del soffietto) e puoi inserire i valori all'interno di quel tool per valutare di quanto sbaglia l'esposizione tenendo conto della variazione di allungamento del soffietto per la messa a fuoco ravvicinata.
Sto già implementando un tool a sé stante che tiene conto delle compensazioni di esposizione per le macro e credo di terminarlo tra qualche settimana

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi