DUBBI PROCEDURA ARCHIVAL, RAPID FIX, WASHAID

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
Rflmrb
appassionato
Messaggi: 23
Iscritto il: 08/08/2020, 12:10
Reputation:

DUBBI PROCEDURA ARCHIVAL, RAPID FIX, WASHAID

Messaggio da Rflmrb »

Buona sera a tutti. Apro questa discussione perché, dopo aver rispolverato tutto il sito, ho ancora un dubbio sulla stampa. Sono consapevole che ognuno abbia la propria tecnica e che il concetto di "archival" sia molto relativo, ma ho bisogno di fare delle stampe che durino a lungo, molto a lungo, possibilmente. Proprio per questo, sono molto combattuto se utilizzare il selenio, ma forse questo lo devo capire io da solo.

In genere quando stampo faccio così :

-sviluppo-> 1,30 min, tenendo d'occhio l'efficacia dello sviluppo e della sua durata
-stop-> 30 secondi (20 secondi in bacinella, 10-15 secondi mentre la faccio scolare prima di passare al fix)
-fix-> 5 minuti in rapid fix (sempre fresco, concentrazione 1+4)
-risciacquo-> 5 min
-washaid-> 10 min
-risciacquo-> 15-20 min

Il primo dubbio che ho riguarda il fissaggio. Ho sentito diversi stampatori "storici" dire che il fissaggio debba esser eseguito per almeno 5 minuti, mentre il bugiardino del Ilford Rapid Fixer riferisce che debba esser impiegato per max 90-120 secondi. Io mi fido dei professionisti, ma non posso non pensare a quello che indica Ilford. Qual è la procedura corretta quindi? Come si usa il fissaggio? Ma soprattutto, come fate voi? Mi piacerebbe avere le vostre testimonianze: la teoria da sola non basta.

Il secondo dubbio che ho è riguardo al Washaid di Ilford. Mi sono accorto che le mie stampe hanno un tono freddo, bluastro, e l'unica spiegazione che so darmi è che, a differenza di quelle che avevo fatto in precedenza senza lavaquick, sia stato proprio il washaid. Vi risulta? Forse sbaglio qualcosa?
Una volta utilizzato il washaid posso lavarle solo per 10-20 minuti come indicato o meglio prolungare a 40-60 minuti?

Il terzo dubbio è questo: se non eseguo un lavaggio ad hoc subito, posso farlo una volta che la stampa è asciutta? O devo farlo finché la stampa è zuppa dai bagni chimici? Ho delle stampe che forse avrei dovuto lavare di più: non so se rimediare sciacquandole di nuovo o buttarle via!

Grazie a chiunque mi risponderà. Ho un gran bisogno di fare chiarezza nel marasma delle informazioni! :-j :(( :))



Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 12196
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: DUBBI PROCEDURA ARCHIVAL, RAPID FIX, WASHAID

Messaggio da Silverprint »


5 minuti di fissaggio rapido e concentrato sono davvero troppi.


5 minuti si usavano coi fissaggi non rapidi e anche diluiti.


Il problema è che in 5 minuti hai fatto penetrare il chimico a fondo nella carta e questo è anche concentrato. Insomma le stampe che hai fatto non sono per nulla archival, sono ancora zeppe di fissaggio e probabilmente questo è anche la causa dell'alterazione del tono.

60-90" di fissaggio rapido alla massima concentrazione bastano. Oltre penetra più a fondo nella fibra e i tempi di lavaggio vanno aumentati.

Il problema è capire come funziona il fissaggio, l'azione è doppia, rimuovere l'argento non sviluppato e solubilizzare anche i suoi stessi residui che altrimenti sarebbero insolubili in acqua. Per farla breve ai fini della conservazione a lungo termine occorre che il fissaggio sia fresco in modo che questo non trasporti nella carta un quantitativo troppo alto di residui. Quindi o ti accerti di cambiarlo spesso, oppure lo fai in due bagni, dove il primo fissa, il secondo solubilizza i residui, sempre naturalmente evitando di sfruttarlo troppo.

Se il fissaggio è fresco, rapido e di breve durata, e solo in queste condizioni, puoi procedere col lavaggio breve alla Ilford.
Altrimenti devi lavare più a lungo, la classica ora, più o meno.

Il viraggio al selenio da protezione solo se completo, ovvero quando le stampe sono color melanzana. Usato parzialmente, come rinforziono ai neri e leggero cambio di tono (con alcune carte) non da nessuna protezione, anzi, siccome contiene tiosolfato (fissaggio) costringe ad allungare il tempo di lavaggio.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
kiodo
guru
Messaggi: 1307
Iscritto il: 21/09/2016, 17:07
Reputation:
Località: Bologna

Re: DUBBI PROCEDURA ARCHIVAL, RAPID FIX, WASHAID

Messaggio da kiodo »

Che carta impieghi? Baritata o politenata?

Il mio procedimento, con baritata, è questo: sviluppo, stop 30", primo fissaggio rapido (Fomafix 1+3) 45", secondo fissaggio rapido (Fomafix 1+3) 45".
Poi le stampe restano a bagno in bacinella fino alla fine della sessione, cambiando l'acqua ogni mezz'ora.
Primo lavaggio: 5' in acqua corrente, 1' in Ilford Washaid 1+4, 10' in acqua corrente.
Viraggio in Kodak selenium toner 1+9 (durata variabile).
Risciacquo in acqua corrente, 1' in Ilford Washaid 1+4, 30' in acqua corrente.
Please, please!
Immagine
PaTerson, una sola T! :wall: :wall: :wall: =))

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 12196
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: DUBBI PROCEDURA ARCHIVAL, RAPID FIX, WASHAID

Messaggio da Silverprint »

Kiodo,

Fai un unico washaid, dopo il selenio, di 10'.
1' è poco.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
kiodo
guru
Messaggi: 1307
Iscritto il: 21/09/2016, 17:07
Reputation:
Località: Bologna

Re: DUBBI PROCEDURA ARCHIVAL, RAPID FIX, WASHAID

Messaggio da kiodo »

Ne faccio uno anche prima del selenio perchè in passato (mi pare ai tempi della Kodak Elite), passando dal fissaggio al selenio avevo avuto macchie sul dorso della stampa. E' vero che lo faccio molto breve, ma essendo un "di più" credo che non faccia male. Il secondo, invece, in effetti devo allungarlo.
Please, please!
Immagine
PaTerson, una sola T! :wall: :wall: :wall: =))

Avatar utente
Rflmrb
appassionato
Messaggi: 23
Iscritto il: 08/08/2020, 12:10
Reputation:

Re: DUBBI PROCEDURA ARCHIVAL, RAPID FIX, WASHAID

Messaggio da Rflmrb »

Silverprint ha scritto:
25/07/2021, 21:59

5 minuti di fissaggio rapido e concentrato sono davvero troppi.


5 minuti si usavano coi fissaggi non rapidi e anche diluiti.


Il problema è che in 5 minuti hai fatto penetrare il chimico a fondo nella carta e questo è anche concentrato. Insomma le stampe che hai fatto non sono per nulla archival, sono ancora zeppe di fissaggio e probabilmente questo è anche la causa dell'alterazione del tono.

60-90" di fissaggio rapido alla massima concentrazione bastano. Oltre penetra più a fondo nella fibra e i tempi di lavaggio vanno aumentati.

Il problema è capire come funziona il fissaggio, l'azione è doppia, rimuovere l'argento non sviluppato e solubilizzare anche i suoi stessi residui che altrimenti sarebbero insolubili in acqua. Per farla breve ai fini della conservazione a lungo termine occorre che il fissaggio sia fresco in modo che questo non trasporti nella carta un quantitativo troppo alto di residui. Quindi o ti accerti di cambiarlo spesso, oppure lo fai in due bagni, dove il primo fissa, il secondo solubilizza i residui, sempre naturalmente evitando di sfruttarlo troppo.

Se il fissaggio è fresco, rapido e di breve durata, e solo in queste condizioni, puoi procedere col lavaggio breve alla Ilford.
Altrimenti devi lavare più a lungo, la classica ora, più o meno.

Il viraggio al selenio da protezione solo se completo, ovvero quando le stampe sono color melanzana. Usato parzialmente, come rinforziono ai neri e leggero cambio di tono (con alcune carte) non da nessuna protezione, anzi, siccome contiene tiosolfato (fissaggio) costringe ad allungare il tempo di lavaggio.
Grazie per l'esaustiva risposta! Proprio come immaginavo. Ma quindi tu mi consigli il Rapid fixer o un altro? Un solo fissaggio fresco e breve è sufficiente?

Il raffreddamento del tono della stampa si è verificato anche con fissaggi più brevi. Penso che sia imputabile ad altro, forse proprio al washaid, boh!

Se il selenio presenta al suo interno del fissaggio allora può essere usato come secondo fissaggio se ne realizzo uno breve in precedenza?

Ultima domanda: bagni come washaid o selenio possono essere fatti immergendo contemporaneamente più stampe?

Grazie ancora!

Avatar utente
Rflmrb
appassionato
Messaggi: 23
Iscritto il: 08/08/2020, 12:10
Reputation:

Re: DUBBI PROCEDURA ARCHIVAL, RAPID FIX, WASHAID

Messaggio da Rflmrb »

kiodo ha scritto:
25/07/2021, 23:36
Che carta impieghi? Baritata o politenata?

Il mio procedimento, con baritata, è questo: sviluppo, stop 30", primo fissaggio rapido (Fomafix 1+3) 45", secondo fissaggio rapido (Fomafix 1+3) 45".
Poi le stampe restano a bagno in bacinella fino alla fine della sessione, cambiando l'acqua ogni mezz'ora.
Primo lavaggio: 5' in acqua corrente, 1' in Ilford Washaid 1+4, 10' in acqua corrente.
Viraggio in Kodak selenium toner 1+9 (durata variabile).
Risciacquo in acqua corrente, 1' in Ilford Washaid 1+4, 30' in acqua corrente.
Baritata matt Ilford!

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 12196
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: DUBBI PROCEDURA ARCHIVAL, RAPID FIX, WASHAID

Messaggio da Silverprint »

Fissaggio rapido senza dubbio.
Un solo fissaggio rapido e fresco è assolutamente sufficiente, ma a due bagni è più sicuro e risparmi un pochino.
Non mi è mai successo che il washaid alterasse il tono, è più probabile che dipenda da fissaggio e arresto.

Il seleno contiene tiosolfato, MA non è un fissaggio e non puoi usarlo come secondo fissaggio.

Nel washaid puoi mettere più stampe, basta che le agiti e rigiri, in modo da tenere sempre bagnati ambo i lati.
Nel selenio potresti (sempre agitando e rigirando), ma siccome l'effetto lo devi valutare a vista direi che la cosa sia praticamente impossibile.

Se fai il selenio il washaid lo devi fare dopo di esso, prima del lavaggio finale.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
Rflmrb
appassionato
Messaggi: 23
Iscritto il: 08/08/2020, 12:10
Reputation:

Re: DUBBI PROCEDURA ARCHIVAL, RAPID FIX, WASHAID

Messaggio da Rflmrb »

Silverprint ha scritto:
26/07/2021, 12:05
Fissaggio rapido senza dubbio.
Un solo fissaggio rapido e fresco è assolutamente sufficiente, ma a due bagni è più sicuro e risparmi un pochino.
Non mi è mai successo che il washaid alterasse il tono, è più probabile che dipenda da fissaggio e arresto.

Il seleno contiene tiosolfato, MA non è un fissaggio e non puoi usarlo come secondo fissaggio.

Nel washaid puoi mettere più stampe, basta che le agiti e rigiri, in modo da tenere sempre bagnati ambo i lati.
Nel selenio potresti (sempre agitando e rigirando), ma siccome l'effetto lo devi valutare a vista direi che la cosa sia praticamente impossibile.

Se fai il selenio il washaid lo devi fare dopo di esso, prima del lavaggio finale.
Grazie di cuore per le importanti dritte!

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi