Autocostruzione di uno scanner per pellicole cinematografiche 16 mm.

Forum dedicato alle discussioni su tutto quello che riguarda Video, Cine e super8mm

Moderatore: etrusco

Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 6031
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: Autocostruzione di uno scanner per pellicole cinematografiche 16 mm.

Messaggio da graic »

Ma allora la cinepresa la farai viaggiare a velocità ridotta? perchè a 24 fps con nessuna macchina "normale" ce la fai.
Circa il sistema ottico da usare ti servirà sicuramente un sistema con distanza ottica-sensore regolabile per garantire il rapporto di riproduzione che ti consente di meglio riempire il fotogramma con l'immagine a 16mm, invertendo l'ottica otterrai un certo rapporto di riproduzione che non sai a priori se va bene, tra l'altro la tecnica degli obiettivi invertiti (in particolare grandangolari) funziona bene sopratutto sulle reflex che hanno obiettivi con l'asse ottico spostato all'indietro, non credo che con le ottiche per mirrorless cambi granchè. Io consiglierei di montare con un adattatore un soffietto sulla camera e usare un'ottica di focale adeguata e limitato ingombro (ottica da ingranditore oppure cine)


Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Avatar utente
Marco Leoncino II°
guru
Messaggi: 969
Iscritto il: 04/01/2016, 16:17
Reputation:
Contatta:

Re: Autocostruzione di uno scanner per pellicole cinematografiche 16 mm.

Messaggio da Marco Leoncino II° »

Ciao Gianni,

non capisco la tua domanda. La cinepresa, in fase di ripresa, gira a 24 frame per secondo. Quello che sto costruendo io è un sistema per acquisire ciascun fotogramma della pellicola sviluppata. La digitalizzazione richiede ovviamente tempi molto lunghi. Ma io non devo scansionare centinaia di film da 3 ore ciascuno e poi il processo, automatico, si può lanciare mentre si fa altro. Immagino che tra l´acquisizione di un fotogramma e l´altro possano passare anche 2-3 secondi, quindi le velocità di acquisizione molto, molto ridotte.

EDIT: forse ho capito. Per te la cinepresa e´ la macchina digitale che acquisisce i frames?

Circa le ottiche, possiedo obiettivi da ingranditore e lenti cine con passo C.

Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 6031
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: Autocostruzione di uno scanner per pellicole cinematografiche 16 mm.

Messaggio da graic »

Scusami, sono io che mi sono imbrogliato, quando ho scritto "la cinepresa" intendevo scrivere "il proiettore", dalla tua risposta ho compreso che si, viaggerà a velocità ridotta.
Circa gli obiettivi ti conviene sperimentare con le focali in modo di avere un riempimento del sensore maggiore possibile
Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 10825
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Autocostruzione di uno scanner per pellicole cinematografiche 16 mm.

Messaggio da chromemax »

Quello che vuole fare Marco è una versione autocostruita di telecinema frame by frame, il massimo della tecnologia di riversamento da film a digitale. Certo l'arriscan acquisisce in 4k in tempo reale ma per risparmiare un centinaio di migliaia e mezzo di euro il sistema che sta approntando è geniale e funzionale. :-bd

Avatar utente
Andrea67c
guru
Messaggi: 688
Iscritto il: 06/05/2021, 18:40
Reputation:
Località: Venezia

Re: Autocostruzione di uno scanner per pellicole cinematografiche 16 mm.

Messaggio da Andrea67c »

Conti della serva.

Passare da 24 fps a 2 o 3 secondi per fotogramma, fa risultare un'intera scansione di durata 50- 60 volte il tempo normale di proiezione del film. Insomma, qualche giorno per un lungometraggio. Una giornata per un film di 10 min.

Ma sì potrà lavorare H24? Scusate la totale ignoranza e l'inguaribile curiosità.

Ciao!
A.

Avatar utente
.ila.
guru
Messaggi: 811
Iscritto il: 13/02/2020, 15:33
Reputation:
Località: Emilia DOC

Re: Autocostruzione di uno scanner per pellicole cinematografiche 16 mm.

Messaggio da .ila. »

Basta automatizzare tutto e poi quanto ci metterà cosa importa?

Quando comprimo un video in AVC o VP9, lo faccio ad una velocità che va dai da 0.028x a 0.3x, che nel caso più lento sarebbero 1,5 sec per fotogramma. Ma fa tutto il calcolatore, mica io, nel frattempo faccio tutt'altro.
“quando ci penso vorrei tornare
dalla mia bella al casolare
Emilia mia Emilia in fiore
tu sei la stella tu sei l’amore”

Avatar utente
Marco Leoncino II°
guru
Messaggi: 969
Iscritto il: 04/01/2016, 16:17
Reputation:
Contatta:

Re: Autocostruzione di uno scanner per pellicole cinematografiche 16 mm.

Messaggio da Marco Leoncino II° »

Nei ritagli di tempo in cui non ho lavorato in camera oscura, mi sono portato avanti con questo progettino.
Ho aperto il proiettore e rimosso tutte le parti che non mi servivano. Devo dire che e´ stata una sofferenza: il Siemens 2000 era una macchina meravigliosa, costruita con lo scopo di durare decenni e di permettere una manutenzione semplice ed efficiente. Ho pulito minuziosamente ogni parte, imbrattata dopo decine di anni, installato il motore passo-passo, il driver per il motore, Arduino, il sensore, l´interruttore multi-posizione, l´alimentatore, le connessioni per sincronizzare la macchina fotografica, la lampada LED. Ho quindi programmato il microprocessore. Per fare tutto questo ho dovuto piu´ volte modificare il proiettore, ma in molti casi mi sono tornati utili i fori gia´ presenti sul telaio. Dopo alcune prove ed aver corretto un fastidioso periodismo che mi faceva perdere un fotogramma ogni 38, ho finalmente ottenuto una versione perfettamente funzionante, stabile ed affidabile. Adesso manca la macchina fotografica ed l´ottica adatta. Mi ero proibito di comprarla prima di aver completato la meccanica.

Ed ecco un paio di foto.
WhatsApp Image 2021-10-18 at 17.44.15 (1).jpeg
WhatsApp Image 2021-10-18 at 17.44.15.jpeg

Avatar utente
Andrea67c
guru
Messaggi: 688
Iscritto il: 06/05/2021, 18:40
Reputation:
Località: Venezia

Re: Autocostruzione di uno scanner per pellicole cinematografiche 16 mm.

Messaggio da Andrea67c »

Complimenti vivissimi, Marco!

Sei un altro di quelli nostri, svegli, che la Germania ci ha soffiato. Ormai ho smesso di contarli. Bravo!

Ciao!
A.

Avatar utente
Andrea67c
guru
Messaggi: 688
Iscritto il: 06/05/2021, 18:40
Reputation:
Località: Venezia

Re: Autocostruzione di uno scanner per pellicole cinematografiche 16 mm.

Messaggio da Andrea67c »

Andrea67c ha scritto:
18/10/2021, 18:34
Complimenti vivissimi, Marco!

Sei un altro di quelli nostri, svegli, che la Germania ci ha soffiato. Ormai ho smesso di contarli. Bravo!

Ciao!
A.
...mmmmm... :-? mi rendo conto ora, rileggendo, che il mio intervento può sembrare acido e polemico. NO, ASSOLUTAMENTE! Ho solo scritto in fretta e male. I miei complimenti sono dettati da sincera ammirazione. E anche con la Germania non ce l'ho per niente, anzi: mio figlio ha la doppia cittadinanza, mia nipote lavora lì, i miei migliori studenti di liceo (anche un fisico normalista) sono finiti in Germania dove sono stati accolti come probabilmente è successo a te, Marco, a braccia aperte.

Mi dispiace solo che in Italia ci sia poco spazio e poca riconoscenza per i giovani talenti e per le istituzioni (in tal caso le università) che li hanno fatti crescere spesso meglio di quanto sappiano fare all'estero.

Ciao!
A.

Avatar utente
Marco Leoncino II°
guru
Messaggi: 969
Iscritto il: 04/01/2016, 16:17
Reputation:
Contatta:

Re: Autocostruzione di uno scanner per pellicole cinematografiche 16 mm.

Messaggio da Marco Leoncino II° »

Ma dici sul serio? Io non ho inventato nulla :D :D :D

Comunque ecco un brevissimo filmato che ne mostra brevemente il funzionamento.

https://www.youtube.com/watch?v=3rTIBGHYyKU

E no, non sono un pedofilo, la pellicola che gira in macchina e´ un documentariaccio che ho trovato su una bancarella per fare i test.

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi