I Weston in mostra a Brescia

Discussioni su corsi, workshop ed eventi di fotografia analogica e tecniche di camera oscura

Moderatore: etrusco

Avatar utente
zone-seven
superstar
Messaggi: 2451
Iscritto il: 18/02/2012, 22:16
Reputation:
Località: italia

Re: I Weston in mostra a Brescia

Messaggio da zone-seven »

Andrea67c ha scritto:
29/07/2022, 22:22
Anch'io sono andato in pellegrinaggio a Brescia.
Mi ritrovo molto nelle impressioni riportate da Diego, sull'allestimento, l'illuminazione, i bellissimi cibachrome di Cole Weston, lo scadente catalogo, lasciato lì dove sta, eppure sarebbe di Skira, ma qui a casa ho un libro di Weston con stampe eccellenti, se ne parlava mesi fa. Basta e avanza
Mi ritrovo anche con l'impressione, meglio dire l'impatto, che Enzo, simpaticamente ed efficacemente, ha riportato.
La sensazione, con Edward Weston, di trovarsi di fronte ad un assoluto artistico è netta, forte, senza compromessi. Quando ho visto Kenna, ho istintivamente associato i suoi lavori a dei gioielli, di orafa manifattura. Qui è qualcosa d'altro. Parlerei di capolavori... banale, no? 😀
Se un capolavoro è un'opera che da qualsiasi punto di vista tu la guardi, essa ti offre spazi interminabili di riflessione, qui ci siamo. Ditemelo voi di cosa è fatta la fotografia artistica, ché io sono solo un amatore, pasticcione. Composizione, focalizzazione su di un soggetto, creatività nella gestione dei toni, delle linee, adesione ad una estetica (tema per me scivoloso, essendo troppo poco colto, ma di certo Weston un'idea estetica l'ha sempre avuta), orrore per il disordine e la casualità, impietosamente banditi, accanimento nella ricerca della tecnica più efficace, fiducia nelle proprie idee, fiducia nell'intelligenza di chi guarderà i tuoi lavori, tensione... ma cosa manca a questi piccoli quadretti che ci ha lasciato Weston, che mannaggia a loro piccoli non sono?

C'è tempo fino a fine agosto. Un errore non approfittarne.

@zone-seven
A te è venuta voglia di dedicarti alla stampa a contatto. Ma come ti capisco!
Per parte mia, ho riportato anch'io un piccolo insegnamento, forse utile ai miei futuri pasticci. Weston mi ha insegnato a vedere una fotografia soprattutto nel senso di strutturazione dei toni medi. Non è forse un consiglio utile per non cadere nel facile abuso di contrasto? Meno facile sarà tenerne praticamente conto, in fase di interpretazione. Non credo proprio di essere ancora a quel livello di scioltezza, anzi ne sono certo, ma almeno adesso ho un'arma in più per guardare le fotografie, se non le mie, quelle d'altri.

Ultima nota, familiare, a margine. Ero con moglie. Dopo aver visto le stanze dei figli e nipoti, sono ritornato nella stanza di Edward, diciamo per non dimenticare, mentre mia moglie è passata avanti, alla vasta ed interessante antologica di ritratti (vedi descrizione completa della mostra da parte di Diego).
Quando ci reincontriamo, mi dice: "certo che in confronto alle foto di Weston, le altre sembrano tutte superficiali".
Non ho avuto nulla da ribattere.

Ciao!
A.
Difficile dire o definire la fotografia artistica, adesione a certe estetiche sicuramente deve esserlo (l'F64 nasce anche per quello), tecnica si ma non solo, resto convinto che la tecnica non può esser fine a stessa, utile a raggiungere uno scopo si, ma quale ? Forse ognuno dovrebbe trovare la "sua" tecnica. Sempre sul lato "artistico", Weston stampava a contatto e, l'idea di provarci e/o riprovarci non viene tanto dalla gestione dei toni o dei contrasti, ma proprio da quello che ne scaturisce dalla stampa a contatto, complice l'associazione di quello che vidi (a contatto) alla mostra di A.A. dove anche lì c'era parecchia roba a contatto anche dal "banale" 6x6.
Una cosa è certa, la stampa a contatto è diversa dall'ingrandimento, non è una questione tecnica, è proprio diversa. Lo dice anche, non troppo tra le righe, il buon Ansel in qualche lettera/conversazione con Weston. Ho riassociato quindi, un po' a fatica, alcune mie "stampe" a quelle della mostra assieme alle affermazioni di Adams ed alle mie impressioni quando ho tirato fuori la carta (positiva diretta, scattata direttamente al banco) dal rivelatore. Fotografai una lampadina, fulminata, al tungsteno, in pieno controluce, forse come ricordo di qualcosa che a breve non esiterà più ma, non avendo un punto di riferimento con cui misurarmi è rimasta la foto di una lampadina ma, oggi, dopo aver letto prima e poi visto, allora forse, non è più una lampadina. Dovremmo (rigorosamente IMHO) leggere di più sulle loro scelte, biografie, storie che li hanno condizionati meno roba tecnica. Dal banale cestinare l'esposimentro spot da parte di Weston, fino alle relazioni umane che ebbe inclusa quella con Adams ed agguerrirsi meno (ma senza trascurare troppo) sulle tecnica.
Ci tornerei anche io ma stavolta, come dice Paolo, con le mie stampe in mano, non per misurare la bravura tecnica ma per confrontare l'aspetto "veritiero" che (a detta loro e pure un po' mia) il contatto o una positiva diretta rilascia.

PS: il catalogo l'ho preso, il mio non è male, ho anche approfittato dello sconto extra (tutti i libri a 10 euro) per prendere qualcos'altro.


-viviamo in un mondo dove il sapone per i piatti è fatto con vero succo di limone, la limonata con aromi artificiali.
-more light is better than less [04/2/2022]
Enzo

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Avatar utente
Andrea67c
superstar
Messaggi: 2066
Iscritto il: 06/05/2021, 18:40
Reputation:
Località: Venezia

Re: I Weston in mostra a Brescia

Messaggio da Andrea67c »

Molto interessante il tuo intervento, soprattutto le considerazioni sulla stampa con/senza ingranditore mi hanno dato nuove chiavi di lettura.

Ciao!
A.

Avatar utente
Ri.Co.
guru
Messaggi: 1453
Iscritto il: 06/09/2015, 23:36
Reputation:

Re: I Weston in mostra a Brescia

Messaggio da Ri.Co. »

Torno reduce da una mattinata bresciana a due ruote, partito da Milano accaldato per beccare pure temporale e aria fredda (vedi tu)..
Contento di esserci andato, condivido le osservazioni già scritte. In particolare ho preferito Edward e Brett sul Ciba e alcuni B/n.
Ho preso il catalogo, ma quello che ho sfogliato mi pareva in italiano, quello che ho spacchettato ora è solo in inglese... me lo sono sognato o la tizia al Book shop ha fatto casino?

Alla fine di tutto torno con una convinzione...
--- anche darsi l'ippica può essere una possibilità da valutare...

Avatar utente
zone-seven
superstar
Messaggi: 2451
Iscritto il: 18/02/2012, 22:16
Reputation:
Località: italia

Re: I Weston in mostra a Brescia

Messaggio da zone-seven »

Ri.Co. ha scritto:
02/08/2022, 14:46
Torno reduce da una mattinata bresciana a due ruote, partito da Milano accaldato per beccare pure temporale e aria fredda (vedi tu)..
Contento di esserci andato, condivido le osservazioni già scritte. In particolare ho preferito Edward e Brett sul Ciba e alcuni B/n.
Ho preso il catalogo, ma quello che ho sfogliato mi pareva in italiano, quello che ho spacchettato ora è solo in inglese... me lo sono sognato o la tizia al Book shop ha fatto casino?

Alla fine di tutto torno con una convinzione...
--- anche darsi l'ippica può essere una possibilità da valutare...
Ha fatto casino :D per certo sono due versioni EN ed IT, non so se anche qualche altra lingua. Ma non te ne fare un cruccio la versione EN sarà sicuramente migliore.

E si, darsi all'ippica è da considerare.

PS: nei periodi caldi i temporali in due ruote sono quasi sempre benvenuti, sulle lunghe distanze.
Nel mio viaggio ho incontrato un po di acqua verso Arezzo peccato che è durata esageratamente poco.
-viviamo in un mondo dove il sapone per i piatti è fatto con vero succo di limone, la limonata con aromi artificiali.
-more light is better than less [04/2/2022]
Enzo

Avatar utente
Andrea67c
superstar
Messaggi: 2066
Iscritto il: 06/05/2021, 18:40
Reputation:
Località: Venezia

Re: I Weston in mostra a Brescia

Messaggio da Andrea67c »

Ri.Co. ha scritto:
02/08/2022, 14:46

--- anche darsi l'ippica può essere una possibilità da valutare...
E dopo che l'hai valutata bene ti accorgi che l'ippica è diverse volte più cara della fotografia analogica. :D

Ciao!
A.

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi