Durst Laborator 138S

Discussioni su ingranditori e tecniche di stampa

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 12730
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Durst Laborator 138S

Messaggio da Silverprint »

Dovrebbe esser chiaro che uno che "ha manico" stampa bene con qualsiasi sistema.

Il problema è sempre metodologico e didattico.
Perché mai fornire informazioni non corrette?
Ci vuole tanto a spiegare come funzion la carta MG?
Visto che esiste almeno un sistema preciso per scegliere il contrasto, perché pubblicizzarne uno impreciso? Etc.
Se a scuola vi avessere insegnato un metodo per far le moltiplicazioni che dava un risultato quasi giusto (quasi giusto in matematica è sbagliato), ma con il quale il risultato giusto non era ottenibile che avreste detto?

Prendiamo un semplice appassionato, che ha fatto lo sforzo di arrivare ad avere negativi decenti. Il poverino si mette a stampare con il metodo SplitGrade e i toni chiari gli vengono più scuri di come li aveva scelti sul provino... che fa? S'inventa un qualche metodo empirico per correggere e daje e daje o ci riesce o si accontenta (magari dando la colpa al dry down). Però ha comunque perso tempo e carta e non è pienamemnte soddisfatto. Oppure neanche immagina che si possa fare prima e meglio, che è una cosa ancora più triste.
Magari va meglio a chi espone all'IE suggerito e sviluppa coi tempi da bugiardino, ha negativi sottoesposti e da stampare su contrasti bassi. Usa la SplitGrade e l'errore é meno visibile (c'è comunque).

Aggiungo che alcuni eccellenti stampatori, dopo anni, ce l'hanno nel sangue. Questi possono anche dire che stampano a sentimento e probabilmente lo fanno davvero... il punto è che prima di arrivare a quel punto hanno consumato kilometri di carta.
Così come fotografi più che navigati possono anche dire che loro della tecnica se ne infischiano, però noi non dobbiamo dimenticare gli anni ed anni di "trial & error" che li ha portati li. Insomma hanno una gran tecnica dovuta all'esperienza, il problema è che l'esperienza NON si trasmette. Si può trasmettere solo la tecnica. E trasmettere una buona e corretta informazione significa far risparmiare agli appassionati decenni di prove... invece dar retta a chi per vanto dice di infischiarsene fa perdere a tutti tanto tempo e tanti denari.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Avatar utente
tykos
guru
Messaggi: 379
Iscritto il: 03/02/2016, 14:26
Reputation:

Re: Durst Laborator 138S

Messaggio da tykos »

aggiungerei che Rudman in quel video, che invidio da secoli, ci da' giù pesante di sbianca a pennello, quindi anche se i toni non sono quelli voluti o sono più scuri del previsto lui ha la manualità per riportarli dove desidera.

Avatar utente
.Leo.
guru
Messaggi: 578
Iscritto il: 23/08/2012, 18:15
Reputation:
Località: Livorno

Re: Durst Laborator 138S

Messaggio da .Leo. »

@Silverprint per quel che mi riguarda niente da obbiettare al tuo discorso!

Però c'è un però,
Heiland prevede modifiche sia per le teste colore esistenti, (1) aggiunge un automatismo per la scelta dei punti CMY da collegare alla sola centralina Splitgrade+sonda, oppure (2) la fonte luminosa led RGB con: centralina BW+Timer, centralina Colore+timer e sistema Splitgrade+sonda.

Senza avere certezze, nel video Rudman utilizza magenta/giallo CMY quindi probabilmente ha la sua testa colore (opzione 1). Quello che giustamente critichi tecnicamente dalla tua esperienza è l'opzione (2) RGB led + Slitgrade

Sbaglio?

Resta comunque la problematica che spiegava @chromemax

:)

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 12730
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Durst Laborator 138S

Messaggio da Silverprint »

Non sbagli. Quello che non va è la centralina SplitGrade, quello che non serve è la sonda.

Il sondino esposimetrico lascia un po' il tempo che trova.
Uno esperto lo usa un po' a cavolo per farsi un'idea (vedi nel video) e poi lavora d'esperienza. Uno che invece di esperienza ne ha meno e magari si fida, non ne cava nulla di buono.
In teoria, dopo la calibrazione (che va fatta spesso perché la carta cambia) vanno misurati i punti chiari e scuri in modo da informare la centralina della differenza di densità, dopodiché questa calcola contrasto ed esposizione. Si può anche passare random sull'immagine (sempre video), ma comunque i valori di riferimento per il calcolo rimangono sempre gli estremi.
Ad ogni modo manca, ovviamente, ogni possibilità interpretativa, salvo appunto andare ad esperienza: la sonda dice X, ma io so io e dico Y, il che equivale a quanto detto sopra: ci fa un'idea e poi si va ad esperienza.
Insomma il solito paradosso: l'esperto non ne ha bisogno, ma saprebbe usarlo, l'inesperto ne potrebbe avere vantaggio, ma non può essere in grado di usarlo... né tantomeno di calibrarlo.

Alla fine per quel che interessa a noi, cioè la stampa interpretata e di qualità, la strada è sempre quella dei provini scalari.
Il tempo non lo si perde mica nel determinare esposizione e contrasto, ma nel dare la giusta interpretazione all'immagine, quel minuto o due che eventualmente si potrebbero risparmiare davvero non contano nulla.

Quindi ingranditore manuale, filtratura manuale e metronomo. :)
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
.Leo.
guru
Messaggi: 578
Iscritto il: 23/08/2012, 18:15
Reputation:
Località: Livorno

Re: Durst Laborator 138S

Messaggio da .Leo. »

Non fa na piega! :ymparty:

Infatti mai preso in considerazione il sistema Slitgrade, ma la (2) fonte RGB led con le centraline BW e Colore da utilizzare con il Timer che pensammo qualche tempo fà :D

Le tungsteno son morte ma potrei fare anche il colore (anche se additivo ~x( )
Rimane il problema filo($)sofico, mica poco =))

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi