Carta Bergger cot 320

Disussioni sulle tecniche alternative come l'infrarosso od il foro stenopeico

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
Pierpier
esperto
Messaggi: 207
Iscritto il: 29/03/2021, 23:39
Reputation:

Carta Bergger cot 320

Messaggio da Pierpier »

Salve a tutti, sto provando la Bergger cot 320 su cianotipia, non riesco però a capire che lato va usato, ho visto ha un fronte
più liscio e uno più ruvido, grazie a chi vorrà rispondere.



Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Avatar utente
Pierpaolo B
superstar
Messaggi: 9027
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: Carta Bergger cot 320

Messaggio da Pierpaolo B »

E' ruvida.
Usa la lingua
Mi chiamo Pierpaolo.
Uso fotocamere a molla con sensore intercambiabile di dimensioni minime 6x6 cm.

Clicca qui! .....e qui, ...e anche qui!

Avatar utente
Pierpier
esperto
Messaggi: 207
Iscritto il: 29/03/2021, 23:39
Reputation:

Re: Carta Bergger cot 320

Messaggio da Pierpier »

E' ruvida da un lato e più liscia dall' altro, si sente pure al tatto.. quale va usato? o vanno bene entrambi?

Avatar utente
zone-seven
superstar
Messaggi: 4292
Iscritto il: 18/02/2012, 22:16
Reputation:
Località: italia

Re: Carta Bergger cot 320

Messaggio da zone-seven »

vanno bene entrambi…
però la cosa si fa complicata perché entrano gioco vari fattori in aggiunta al gusto personale che scoprirai pian piano.
Del mio preferisco altre carte, diciamo “più artistiche”
-viviamo in un mondo dove il sapone per i piatti è fatto con vero succo di limone, la limonata con aromi artificiali.

-more light is better than less [04/2/2022]

-Non c'è niente di più colorato del bianco e nero

Avatar utente
Pierpaolo B
superstar
Messaggi: 9027
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: Carta Bergger cot 320

Messaggio da Pierpaolo B »

Scusa. Ho letto frettolosamente. Non avevo inteso fosse quella non emulsionata. Usa la lingua era per trovare l’emulsione.
Quella emulsionata è estremamente ruvida dal lato emulsionato. Roba da accenderci i fiammiferi. Mi viene da pensare che il lato giusto della tua sia quello ruvido. Comunque come dice Enzo nulla vieta di usare il lato liscio. Non penso ci siano controindicazioni di sorta. È proprio solo il supporto senza barite o altri trattamenti.
Mi chiamo Pierpaolo.
Uso fotocamere a molla con sensore intercambiabile di dimensioni minime 6x6 cm.

Clicca qui! .....e qui, ...e anche qui!

effegi61
guru
Messaggi: 942
Iscritto il: 12/05/2014, 8:48
Reputation:
Località: FVG

Re: Carta Bergger cot 320

Messaggio da effegi61 »

Se usi il lato ruvido otterrai un' immagine più materica e meno dettagliata.
Se usi il lato liscio otterrai una immagine con più dettaglio e più vicina ad una stampa "normale"
E' più semplice Stendere le varie emulsioni per le varie tecniche antiche dalla parte ruvida, semplicemente perchè assorbe di più.
Non solo, ma per alcune tecniche come ad esempio la gomma, dove nel lavaggio finale, spesso ci si aiuta con un pennello, si elimina la parte non sensibilizzata, si può correre il rischio di togliere anche l'immagine formata perchè l'emulsione, dalla parte liscia, fa meno presa.
Fabio
_________________________________________________________________
"Pagheremo il prezzo che sara' necessario"

Avatar utente
Pierpier
esperto
Messaggi: 207
Iscritto il: 29/03/2021, 23:39
Reputation:

Re: Carta Bergger cot 320

Messaggio da Pierpier »

Grazie delle risposte, si, in genere amo un' immagine più pulita e nitida, non amo molto il "pittorialismo".. anzi per niente.. la fotografia che ammicca alla pittura.., magari perchè ci si sente "in difetto" rispetto ad essa (se non sai fare niente con le mani, non sai disegnare, dipingere, scolpire allora fotografi...) ma questo è un altro discorso...
Cmq la mia domanda riferiva al fatto che molte carte anche per acquarello che pure vengono usate per le antiche tecniche, non sono sensibilizzate ed ok già che non sono da stampa agli alogenuri ma cmq hanno un lato già pretratatto con colla di pesce or similia per far sprofondare meno nella carta colori e impregnanti vari che verrano messi dagli utilizzatori..
@zone-seven :fotografi e artisti che conosco mi hanno consigliato tutti questa.. che intendi per "più artistica"?

Avatar utente
Pierpaolo B
superstar
Messaggi: 9027
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: Carta Bergger cot 320

Messaggio da Pierpaolo B »

Che abbia una parte pretrattata non so. Sarebbe utile una prova su entrambi i lati per vedere quanto beve.....
....comunque beve tanto. La baritata era una spugna. La sensazione di definizione sulla parte ruvida è veramente bassa. Ho smesso di usarla appunto per questo a favore della Art300 (che comunque è tutt'altra cosa).
Mi chiamo Pierpaolo.
Uso fotocamere a molla con sensore intercambiabile di dimensioni minime 6x6 cm.

Clicca qui! .....e qui, ...e anche qui!

Avatar utente
zone-seven
superstar
Messaggi: 4292
Iscritto il: 18/02/2012, 22:16
Reputation:
Località: italia

Carta Bergger cot 320

Messaggio da zone-seven »

Pierpier ha scritto:Grazie delle risposte, si, in genere amo un' immagine più pulita e nitida, non amo molto il "pittorialismo".. anzi per niente.. la fotografia che ammicca alla pittura.., magari perchè ci si sente "in difetto" rispetto ad essa (se non sai fare niente con le mani, non sai disegnare, dipingere, scolpire allora fotografi...) ma questo è un altro discorso...
È arrivato fotografi è arrivato … è arrivato se nun sai fa gnente co le mani allora fotografi (cit un grande personaggio di grandi film)

Allora faresti meglio a non usare alcune tra le antiche tecniche, la ciano da evitare in primis Immagine ed usare la carta fotografica tradizionale. Oppure salta piè pari al Pt/Pd. Immagine
Cioè vale anche il discorso inverso perché ammiccare alla fotografia con cianotipia et simili?

Poi so io il talebano Immagine
Pierpier ha scritto: Cmq la mia domanda riferiva al fatto che molte carte anche per acquarello che pure vengono usate per le antiche tecniche, non sono sensibilizzate ed ok già che non sono da stampa agli alogenuri ma cmq hanno un lato già pretratatto con colla di pesce or similia per far sprofondare meno nella carta colori e impregnanti vari che verrano messi dagli utilizzatori..
[mention]zone-seven[/mention] :fotografi e artisti che conosco mi hanno consigliato tutti questa.. che intendi per "più artistica"?
allora dovrebbero saperti consigliare quale lato usare, forse.

Comunque Intendo le carte da pittura/acquerelli dove la scelta è vasta e porta risultati anche parecchio differenti tra colore, contrasti e rese generali; fino a qualche anno fa andava di moda la Fabriano Artistico, era abbastanza consigliata a chi inizia, a me non è mai piaciuta molto ma ammetto che è tra quelle che forniscono toni abbastanza neutri, ma poi … poi si fa presto a scoprire un mondo fantastico.
Ps: Tutte le carte hanno un verso che non dipende dalle gelatine o trattamenti vari.
-viviamo in un mondo dove il sapone per i piatti è fatto con vero succo di limone, la limonata con aromi artificiali.

-more light is better than less [04/2/2022]

-Non c'è niente di più colorato del bianco e nero

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi