dia da negativo bn

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
upupup
esperto
Messaggi: 194
Iscritto il: 15/03/2010, 13:28
Reputation:

dia da negativo bn

Messaggioda upupup » 16/11/2012, 12:24

Se rifotografo un negativi otterrò una dia. bisogna aumentare il contrasto e scegliere un film appropriato . Pensavo all Agfa Copex Rapid......ma come e a che sensibiltà utilizzarla? Sul come pensavo 25 iso Rodinal 1/100 20m ..che ne pensate?



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11622
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: dia da negativo bn

Messaggioda Silverprint » 16/11/2012, 12:33

Si può fare, ma è difficilino, molto laborioso ed in genere (anche con buoni risultati tecnici) poco appagante.

Bisogna mettere ben a punto il procedimento. Il contrasto va regolato con lo sviluppo, e se i negativi non hanno contrasto uniforme bisogna regolare lo sviluppo per ogni negativo...
Io a suo tempo ottenni risultati discreti con la T-max 100 in HC-110.

A monte rimane il problema della mancata interpretazione dell'immagine che si fa in stampa per cui di solito è molto meglio fotografare le stampe con una normale dia (se si è in grado di controllare il colore) o una dia BN rinunciando però alla resa del tono della stampa.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
upupup
esperto
Messaggi: 194
Iscritto il: 15/03/2010, 13:28
Reputation:

Re: dia da negativo bn

Messaggioda upupup » 16/11/2012, 13:17

Grazie della risposta......in genere i contrasti sono bassi , per una bella dia da proiettare.....quindi bisogna aumentarli tirando il film e/o utilizzare un sviluppo per carta . Detto ciò l Agfa copex rapid , non potrebbe essere la scelta giusta , bensì una Rollei ortho 25 esposta a 50 (provando con il Rodinal a tirarla). Sullo sviluppo per carta non so il tempo , ma la ortho è ortho, e si può usare la luce di sicurezza rossa.....si potrebbe fare ad occhio . Ovvio che la stampa è più appagante..........

p.s. mi tocca solo da esperimentare



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11622
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: dia da negativo bn

Messaggioda Silverprint » 16/11/2012, 13:23

upupup ha scritto:p.s. mi tocca solo da esperimentare

Già.

In pratica per ogni negativo devi scattare una piccola serie variando finemente esposizione, poi vedere come viene una volta sviluppato e poi eventualmente rifarla variando il tempo di sviluppo fino ad ottenere il contrasto desiderato... molto laborioso.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Advertisement
Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4739
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: dia da negativo bn

Messaggioda impressionando » 16/11/2012, 13:28

Non ne vale la pena.
Se vuoi delle belle dia BN o le inverti o le stampi a contatto si lith.



Avatar utente
zioAlex
superstar
Messaggi: 2037
Iscritto il: 14/07/2011, 15:26
Reputation:
Località: Albano Laziale (rm)

Re: dia da negativo bn

Messaggioda zioAlex » 16/11/2012, 15:25

Per me così viene una ciofega! :)
é meglio se fai un provino a contatto con la pellicola ortocromatica tipo la Maco guarda qui
26_1.pdf
(702.14 KiB) Scaricato 47 volte


Nikon F4 Nikon F80
Nikkor-Q Auto f.135/2.8 Sigma 28/70 2.8
I.F.F. Eurogon con testa colori sottrattiva
**************
nokia C7

Avatar utente
fahrenheit_lab
appassionato
Messaggi: 11
Iscritto il: 02/10/2012, 11:36
Reputation:
Località: Milano
Contatta:

Re: dia da negativo bn

Messaggioda fahrenheit_lab » 16/11/2012, 15:51

Ciao, anche a mio parere la cosa migliore è fare l'inversione del negativo.
L'ho fatto per anni nel lab in cui lavoravo da giovine :)
Non è complicatissimo, HC110 in diluzione nutella (1+2), sbianca, chiarificatore e di nuovo HC110 1+31. Con ovviamente colpo di luce dopo il primo sviluppo.
Se vuoi ti passo il pdf con la formula esatta.

ciao
g



Avatar utente
porcospino99
guru
Messaggi: 303
Iscritto il: 28/10/2010, 12:06
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: dia da negativo bn

Messaggioda porcospino99 » 16/11/2012, 15:56

Escludendo l'inversione se il tuo problema è ottenere delle Dia da foto che hai già, pure io ti consiglio le pellicole Lith. Dopo un po' di prove il risultato può essere buono. C'è solo una reale difficoltà: polvere!!!!! Bisognerebbe lavorare in una camera asettica con tutoni e respiratori tipo quelle dei film ;)



Avatar utente
upupup
esperto
Messaggi: 194
Iscritto il: 15/03/2010, 13:28
Reputation:

Re: dia da negativo bn

Messaggioda upupup » 16/11/2012, 15:58

Letto l opuscolo Maco, interessante........pensavo per reperibilità di usare la pellicola Rollei ATO 2.1 pellicola piana 10,2x12,7cm / 4x5" , se divisa in 4 si possono ottenere a contatto 4 dia 6x4.5 . Essendo un ortocromatica posso controllare lo sviluppo in bacinella ed usare sviluppi carta. ovvio la cosa diventa impossibile per il 135.



Avatar utente
porcospino99
guru
Messaggi: 303
Iscritto il: 28/10/2010, 12:06
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: dia da negativo bn

Messaggioda porcospino99 » 16/11/2012, 15:59

fahrenheit_lab ha scritto:Ciao, anche a mio parere la cosa migliore è fare l'inversione del negativo.
L'ho fatto per anni nel lab in cui lavoravo da giovine :)
Non è complicatissimo, HC110 in diluzione nutella (1+2), sbianca, chiarificatore e di nuovo HC110 1+31. Con ovviamente colpo di luce dopo il primo sviluppo.
Se vuoi ti passo il pdf con la formula esatta.

ciao
g


Sì bella idea il pdf :D usavi HC110 solo diluito? senza altre aggiunte di ipoqualchecosa??

Sto studiando per fare le inversioni, e catturo informazioni il più possibile, se va tutto bene le vacanze di Natale saranno dedicate a questi esperimenti!





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti