tempi sviluppo fomapan non cambiano

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
torla91
esperto
Messaggi: 182
Iscritto il: 20/08/2012, 14:21
Reputation:

Re: tempi sviluppo fomapan non cambiano

Messaggioda torla91 » 22/11/2012, 14:41

ah beh dai circa me lo immaginavo, però scusate se il tempo di sviluppo non cambia da 100 a 800 iso, se io scatto a 1\60s a 400iso o 1\30 a 200iso non è la stessa cosa?



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11608
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: tempi sviluppo fomapan non cambiano

Messaggioda Silverprint » 22/11/2012, 15:41

torla91 ha scritto:ah beh dai circa me lo immaginavo, però scusate se il tempo di sviluppo non cambia da 100 a 800 iso, se io scatto a 1\60s a 400iso o 1\30 a 200iso non è la stessa cosa?


:)) NON È LA STESSA COSA! :-o

La pellicola non è un sensore, la sensibilità di una pellicola NON cambia!
Non cambia neanche cambiando lo sviluppo, è una sua caratteristica non modificabile.
Vale a dire che se c'é un TOT di luce e la pellicola è un TOT (fisso, invariabile) sensibile l'esposizione giusta è una ed una sola.

L'indicazione di Foma dice soltanto che secondo loro non vale la pena tentare di compensare (compensare e non correggere; correggere è impossibile) ERRORI di esposizione variando il tempo di sviluppo.

Ogni volta che si espone la pellicola per una sensibilità errata si commette un errore di esposizione. Variare la sensibilità sull'esposimetro NON ha alcun effetto sulla pellicola perché, appunto, la pellicola non è un sensore... ;)


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
torla91
esperto
Messaggi: 182
Iscritto il: 20/08/2012, 14:21
Reputation:

Re: tempi sviluppo fomapan non cambiano

Messaggioda torla91 » 22/11/2012, 15:48

chiaro! io intendevo che modificando la ghiera degli iso vado a modificare la lettura dell esposimetro giusto? quindi se scatto a 4ooasa sottoesponendo è come scattare a 200asa e esporre correttamente, con uno sviluppo ad hoc per quella pellicola!



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11608
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: tempi sviluppo fomapan non cambiano

Messaggioda Silverprint » 22/11/2012, 15:58

No, no... aspetta.

Se NON cambiamo la pellicola 1/60 a 400 asa NON è uguale ad 1/30 a 200...

Ammettendo che 1/30 sia l'esposizione corretta se espongo per 1/60 faccio una sotto-esposizione di uno stop... e non c'é sviluppo che tenga.

Se invece uso una pellicola diversa da 400 asa e scatto ad 1/60 ai fini dell'esposizione è lo stesso che usare una pellicola da 200 e scattare ad 1/30.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Advertisement
Avatar utente
torla91
esperto
Messaggi: 182
Iscritto il: 20/08/2012, 14:21
Reputation:

Re: tempi sviluppo fomapan non cambiano

Messaggioda torla91 » 22/11/2012, 23:03

Ok...sta volta ho capito...avevo inteso male le spiegazioni dei datasheet della pellicola...per ora la pellicola l ho iniziata a 400asa e cosi la voglio finire...e riassumemdo per questa pellicola non dovrò cambiare tempo di sviluppo anche se scatto sovraexp di uno stop(sarebbe una foma da 200asa).



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11608
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: tempi sviluppo fomapan non cambiano

Messaggioda Silverprint » 22/11/2012, 23:31

;) Se proprio vuoi...
Ad ogni modo tieni presente che sarebbe sempre (molto) meglio esporre per la sensibilità giusta...

La pratica di esporre le pellicole per una sensibilità diversa dalla loro e (tentare) di compensare variando il tempo di sviluppo si chiama tiraggio. La sensibilità della pellicola però non cambia quindi se si espone una 200 a 400 (per esempio) il risultato sarà INELUTTABILMENTE una sotto-esposizione, ovvero negativi in cui il dettaglio delle parti scuri è compromesso.

L'eventuale compensazione dello sviluppo (aumentando il tempo) può aiutare ad avere i toni medi non eccessivamente scuri, ma va a scapito del contrasto che aumenta molto riducendo di moltissimo la latitudine di posa, ovvero la capacità di rendere in maniera adeguata i toni più chiari. Per questo motivo Foma (e anche perché quella pellicola è già tendenzialmente contrastata) consiglia di NON variare il tempo di sviluppo.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
torla91
esperto
Messaggi: 182
Iscritto il: 20/08/2012, 14:21
Reputation:

Re: tempi sviluppo fomapan non cambiano

Messaggioda torla91 » 23/11/2012, 17:04

Silverprint ha scritto:;) Se proprio vuoi...
Ad ogni modo tieni presente che sarebbe sempre (molto) meglio esporre per la sensibilità giusta...

La pratica di esporre le pellicole per una sensibilità diversa dalla loro e (tentare) di compensare variando il tempo di sviluppo si chiama tiraggio. La sensibilità della pellicola però non cambia quindi se si espone una 200 a 400 (per esempio) il risultato sarà INELUTTABILMENTE una sotto-esposizione, ovvero negativi in cui il dettaglio delle parti scuri è compromesso.

L'eventuale compensazione dello sviluppo (aumentando il tempo) può aiutare ad avere i toni medi non eccessivamente scuri, ma va a scapito del contrasto che aumenta molto riducendo di moltissimo la latitudine di posa, ovvero la capacità di rendere in maniera adeguata i toni più chiari. Per questo motivo Foma (e anche perché quella pellicola è già tendenzialmente contrastata) consiglia di NON variare il tempo di sviluppo.


Grazie mille per la risposta, siete un enciclopedia parlante!



Avatar utente
DanieleLucarelli
guru
Messaggi: 1152
Iscritto il: 12/08/2010, 16:56
Reputation:
Località: Livorno
Contatta:

Re: tempi sviluppo fomapan non cambiano

Messaggioda DanieleLucarelli » 26/11/2012, 8:11

Silverprint ha scritto: la sotto-esposizione è sempre un errore.



OT
Mi sento a casa :D ; quando scrissi questo su Flickr venni trattato da criminale contro la libertà umana e mi mostrarono centinaia di esempi di tiraggi estremi ottimamente riusciti (per molti già a video si notava la pesante sottoesposizione).

Fine OT Scusate.





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti