Come archiviate i dati di stampa?

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11307
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Come archiviate i dati di stampa?

Messaggioda Silverprint » 20/11/2012, 14:34

La ripetibilità non è semplice, ma è cosa assolutamente possibile, brodo e umore non c'entrano.
Professionalmente è anche una necessità a cui bisogna saper far fronte.

Vero che la carta invecchia (cambia) anche rapidamente, vero che il brodo forse non è identico, vero comunque che se serve bisogna saper fare due stampe identiche e gli appunti e la stampa di riferimento (gli appunti da soli non bastano) a questo servono.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Advertisement
Avatar utente
isos1977
superstar
Messaggi: 1784
Iscritto il: 13/09/2011, 22:23
Reputation:
Località: Milano

Re: Come archiviate i dati di stampa?

Messaggioda isos1977 » 20/11/2012, 14:41

Silverprint ha scritto:
isos1977 ha scritto:... in effetti ha poco senso ai fini della ripetibilità...


Insomma, mica tanto poco. Al di esposizione e contrasto che possono variare un po' tra lotto e lotto o per invecchiamento della carta, i tempi di mascherature e bruciature (rapportati alla nuova situazione) quelli saranno... Importante è saper creare condizioni ripetibili, quindi come minimo lavorare con lo sviluppo fattoriale e naturalmente avere un valido codice di segni per descrivere gli interventi.


Si..diciamo che è utile per chi è capace ;) nel senso che un professionista sa come gestire alcune variabili, ma se sei lontano da questo livello sono meno (poco?) utili gli appunti :ymblushing:


"Se il fotografo non vede, la macchina fotografica non lo farà per lui" - Kenro Izu

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11307
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Come archiviate i dati di stampa?

Messaggioda Silverprint » 20/11/2012, 14:53

isos1977 ha scritto:Si..diciamo che è utile per chi è capace ;) nel senso che un professionista sa come gestire alcune variabili, ma se sei lontano da questo livello sono meno (poco?) utili gli appunti :ymblushing:

Interessante osservazione.
Forse non sono inutili per chi è meno capace, mi viene in mente che potrebbe essere un utilissimo esercizio cimentarsi nella realizzazione di stampe identiche ogni po' di tempo... così da imparare, piano, piano a gestire finemente le variabili del processo. ;)


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
gibielleci
fotografo
Messaggi: 43
Iscritto il: 08/06/2012, 15:25
Reputation:
Località: ROMA

Re: Come archiviate i dati di stampa?

Messaggioda gibielleci » 20/11/2012, 16:23

Personalmente (da novizio) scrivo tutto il possibile su di un unico quaderno di appunti/agenda numerando e datando ogni sessione di Camera Oscura, che solitamente svolgo durante i we; tipo agenda.
Poi sul retro della foto riporto solo il codice dello scatto (ho impostato una codifica sin dall'inizio della mia recente attività-ludica in fotografia per ogni singolo scatto Es: 20124307 è lo scatto 7 del rullino43 dell'anno 2012: questo vale anche per le lastre singole che accorpo "per sessioni di scatto") oltre al riferimento della sessione di CO durante la quale ho stampato. Se sono più stampe di un medesimo scatto, di una medesima sessione, aggiungo al codice una lettera dell'alfabeto.
Se voglio l'informazione completa di una stampa la ritrovo quindi direttamente sul quaderno appunti.

Delle info riportate all'inizio di questa discussione da SilverPrint, riporto, (come dicevo) per ogni codice di scatto:

Ingranditore, condensatore,Marginatore: NO perchè ne ho uno solo
Ottica: SI
Altezza colonna: NO perchè nel mio F60 l'asta non è graduata
dimensione di stampa:SI
eventuali tagli: SI
negativo (tipo e formato):SI
dati generali di ripresa (ambiente, tipo di luce, eventuali filtri):SI
camera di ripresa:SI
Tempo di esposizione e diaframma di stampa:SI
Tipo di carta:SI
Sviluppo e diluizione:SI
Tempo di comparsa e fattore: NO ... ma lo farò quanto prima (GRAZIE!)
Filtrature:SI


Sto pensando di prestamparmi delle etichette autoadesive da appiccicare direttamente nel mio DarkRoomBook a cui aggiungere, di volta in volta, i dati variabili.
Non so se utilizzerò mai tutti questi dati.
Ma spesso riguardo le mie stampe, i dati relativi ... e qualche riflessione mi viene fuori.



Advertisement
Avatar utente
DanieleLucarelli
guru
Messaggi: 1092
Iscritto il: 12/08/2010, 16:56
Reputation:
Località: Livorno
Contatta:

Re: Come archiviate i dati di stampa?

Messaggioda DanieleLucarelli » 20/11/2012, 16:33

Anch'io all'inizio avevo quaderni con rimandi vari, file e database ma l'immediatezza di avere il dato dietro ogni singolo pezzo di carta, che sia un provino a scalare, una stampa di lavoro, un quadratino fatto per testare una maschera o una bruciatura è troppo comodo.



Avatar utente
RolloTommasi
esperto
Messaggi: 121
Iscritto il: 30/10/2011, 1:46
Reputation:
Località: Sasso Marconi (BO)
Contatta:

Re: Come archiviate i dati di stampa?

Messaggioda RolloTommasi » 20/11/2012, 16:44

DanieleLucarelli ha scritto:Anch'io all'inizio avevo quaderni con rimandi vari, file e database ma l'immediatezza di avere il dato dietro ogni singolo pezzo di carta, che sia un provino a scalare, una stampa di lavoro, un quadratino fatto per testare una maschera o una bruciatura è troppo comodo.


Concordo! :)
Ed è la strada che penso di intraprendere io - ora che mi sono fatto l'idea (grazie a tutti quelli che hanno risposto!).
Penso di usare delle etichette autoadesive che stampo con campi prefissati da riempire (diaframma, contrasto, tempo...) incluso l'ID del progetto (il mio archivio è organizzato per progetti secondo la codifica progressivo-anno). Le appiccico dietro, e via.


«Oggi siamo più abili di ieri, domani saremo più abili di oggi. Per tutta la vita, giorno per giorno, siamo sempre migliori» (Hagakure)
http://www.nicolafocci.com

Avatar utente
zioAlex
superstar
Messaggi: 2037
Iscritto il: 14/07/2011, 15:26
Reputation:
Località: Albano Laziale (rm)

Re: Come archiviate i dati di stampa?

Messaggioda zioAlex » 20/11/2012, 20:40

A quanto pare su diversi punti siamo abbastanza similari o d'accordo sul modo di archiviare ;)
le etichette adesive a cui mi riferivo forse per comodità metterò solo il numero di codice o mi limito a scrivere tipo e marca di carta e lo sviluppo usato, come se fossero dei punti di riferimento principali, il resto andrà tutto sull'archivio che comunque in un click prendo i dati che voglio...
Del resto potrei stampare anche per qualcun'altro e mettere tutte queste info in etichetta forse é "pesante"... :D


Nikon F4 Nikon F80
Nikkor-Q Auto f.135/2.8 Sigma 28/70 2.8
I.F.F. Eurogon con testa colori sottrattiva
**************
nokia C7

Avatar utente
etrusco
moderatore
Messaggi: 4626
Iscritto il: 08/12/2009, 12:16
Reputation:
Località: Viterbo
Contatta:

Re: Come archiviate i dati di stampa?

Messaggioda etrusco » 20/11/2012, 21:04

Io utilizzo un quadernino dove appunto tutto...

Devo dire che la tecnica appresa su way bejound monochrome mi piace e la applico , considerando che lavoro in fstop.


Etrusco.

Sent from my iPhone using Tapatalk.


ImmaginePssss, Hei! ... Ti sei ricordato di registrare la tua camera oscura su darkroom locator?

Alessandro "etrusco" De Marchi - @trovarigenerati - @trovareflex - @trovaregalodonna

Avatar utente
Tecnico73
esperto
Messaggi: 227
Iscritto il: 06/07/2010, 8:32
Reputation:
Località: ABRUZZO - CHIETI - ORTONA
Contatta:

Re: Come archiviate i dati di stampa?

Messaggioda Tecnico73 » 26/11/2012, 10:46

personalmente annoto:
1)numero della pagina
2)numero del negativo
3)tempo di esposizione
4)apertura del diaframma
5)filtro di contrasto
6)dimensioni della carta, 10x15, 13x18, ecc...
7)altezza dell'ingranditore

tutti questi dati sono archiviati con il negativo stesso, divisi per sensibilità


Ogni cosa che vedi guardando sulla lastra di vetro della tua reflex è la realtà, le cose come sono.
La fotografia è ciò che tu deciderai di farne di tutto questo. George Rodger

Avatar utente
ric1854
esperto
Messaggi: 125
Iscritto il: 27/09/2010, 12:48
Reputation:

Re: Come archiviate i dati di stampa?

Messaggioda ric1854 » 26/11/2012, 16:39

Faccio una preventiva scansione dei negativi, che uso come provinatura. E' sufficiente uno scanner economico ma sufficentemente veloce. Vanno bene anche quelli cinesi per poche decine di euro.
Stampo su carta A4 normale ( di solito su una faccia stampo due foto 10x15 ) le foto che mi interessano. I dati della stampa VERA, fatta in camera oscura, li scrivo su tali A4 in modo da avere un archivio rapidamente consultabile, veloce da fare ed economico con riportati i dati di stampa.





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti