Presento il primo sviluppo e stampa

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11535
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Presento il primo sviluppo e stampa

Messaggioda Silverprint » 11/01/2013, 16:34

Quello li sarebbe il port-negativi... il filtro andrebbe messo altrove. Di solito, se c'è, il cassettino è sopra il condensatore.
Il porta-negativi dovrebbe tenere ben fermo il negativo, cioè serrare un poco una volta inserito. Se il negativo sciacqua c'è qualcosa da sistemare.

Il filtro in questione allora è un diffusore, riduce sicuramente la luminosità, ma soprattutto crea una luce più diffusa, in molti casi (non sempre) può dare risultati migliori in stampa.
Se fai stampe piccine, la lampada da 150w è eccessiva perché anche chiudendo il diaframma i tempi di esposizione saranno troppo brevi, cercane una meno potente, 75w dovrebbe andare.

Credo che dovresti procurarti il condensatore giusto, ma aspettiamo a vedere se c'è qualcuno che conosce l'apparecchio, nel frattempo alcune foto potrebbero essere utili...


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Advertisement
Avatar utente
Aleksej6
guru
Messaggi: 472
Iscritto il: 14/12/2012, 17:09
Reputation:
Località: Ceriale (SV)
Contatta:

Re: Presento il primo sviluppo e stampa

Messaggioda Aleksej6 » 12/01/2013, 18:50

Posto qualche foto dell'essere in oggetto. Il condensatore alla fine è caduto in giusta sede, era capovolto e così non ci entrava!
Allegati
060.jpg
ed ecco l'apparecchio
061.jpg
a dx e sx ci sono manopole nere che scorrono, ma non sembra che comportino alcun effetto...a cosa serviranno mai? Mah
063.jpg
qualcuno sa cosa devono reggere quegli infissi metallici curvi?
062.jpg
tra condensatore e lampadina non c'è spazio alcun filtro
057.jpg
il negativo sta fermo però non è bloccato, anzi naviga
056.jpg
porta negativo: è corretto l'inserimento? Forse il filtro si deve appoggiare a quei 4 piedini metallici?



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11535
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Presento il primo sviluppo e stampa

Messaggioda Silverprint » 12/01/2013, 19:20

Oh... son contento che il condensatore fosse quello giusto!

Invece il negativo sciacqua perché manca un pezzo. O un vetrino come sopra, o la mascherina di formato. Andrebbe dove hai pensato vada il filtro. È necessario che te lo procuri...

Per i filtri invece se non c'è un posto specifico, bisognerà inventare qualcosa. Possibilmente di comodo.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
Aleksej6
guru
Messaggi: 472
Iscritto il: 14/12/2012, 17:09
Reputation:
Località: Ceriale (SV)
Contatta:

Re: Presento il primo sviluppo e stampa

Messaggioda Aleksej6 » 12/01/2013, 19:25

Allora forse sui 4 piedini doveva esserci un vetro ed il negativo andrebbe inserito tra i due; in effetti nella scatola ho trovato un frammento di vetro rotto...ops.
Avrei anche una domanda importante: io ho stampato con l'obiettivo da 80 mm: come mai non sarebbe adatto al piccolo formato? Il mio condensatore è piuttosto spesso, e ce n'è uno solo: va bene per quale formato?



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11535
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Presento il primo sviluppo e stampa

Messaggioda Silverprint » 12/01/2013, 23:34

L'80 potrebbe anche andare, ti limita l'ingrandimento però, ed in alcuni casi potrebbe avere minori prestazioni (perché costretto ad ingrandimenti più spinti), ma non è affatto detto, anzi.

Sui formati di stampa piccolini poi potrebbe essere più comodo perché l'ingranditore sta un poco più in alto. Sui formati medi e grandi invece diventa poco utilizzabile perché richiederebbe una distanza notevole.

I condensatori di solito vanno accoppiati ad una lunghezza focale precisa, cioè c'è il condensatore per il 50mm, per l'80, etc... ma a volte ce ne sono che vanno su più focali.

Comunque è facile vedere se va bene... la luce proiettata sul piano deve essere uniforme.
Ma prima bisogna aver regolato la posizione della lampada, di solito si può regolare proprio al fine di ottenere una proiezione di luce uniforme.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
sarrasani
esperto
Messaggi: 110
Iscritto il: 18/06/2011, 12:39
Reputation:

Re: Presento il primo sviluppo e stampa

Messaggioda sarrasani » 19/01/2013, 13:06

intanto bravo e complimenti. Tu sei principiante ed io poco più, e ti posso dire che potrai divertirti e molto.
Mi pare un po' velata e poco contrastata (a meno che, il contrasto, sia voluto...); sottoscrivo i consigli che ti hanno già dato
e ancora auguri.
S.



Avatar utente
Aleksej6
guru
Messaggi: 472
Iscritto il: 14/12/2012, 17:09
Reputation:
Località: Ceriale (SV)
Contatta:

Re: Presento il primo sviluppo e stampa

Messaggioda Aleksej6 » 19/01/2013, 20:03

Grazie





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti