Diminuire il Contrasto in Stampa

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
maramau
esperto
Messaggi: 139
Iscritto il: 12/07/2012, 14:07
Reputation:
Località: Valle Maira Prov. Cuneo

Diminuire il Contrasto in Stampa

Messaggioda maramau » 04/02/2013, 15:16

Chiedo a Voi esperti e non, come dice il titolo, quando si ha un negativo molto contrastato "Forte" e si vuole ammorbidire il contrasto in stampa e renderlo più "morbido" come procedete, magari utilizzando un ingranditore con Teste colori. ;;) ;;)
Grazie e chiedo scusa se è stato già trattato.


Il Maramau della Valle Maira

Ho sempre pensato che la fotografia sia come una barzelletta: se la devi spiegare non è venuta bene.
Ansel Adams

Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11622
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Diminuire il Contrasto in Stampa

Messaggioda Silverprint » 04/02/2013, 16:38

Nel senso che con lo 00 è ancora dura? :-o

Oltre alla luce diffusa si può provare con la pre-velatura e anche con lo sviluppo in bagno d'acqua.
Ci sono anche carte più morbide di altre, tipo la Adox MC-110.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9337
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Diminuire il Contrasto in Stampa

Messaggioda chromemax » 04/02/2013, 16:56

... sviluppi morbidosi e maschere di contrasto



Avatar utente
sarrasani
esperto
Messaggi: 110
Iscritto il: 18/06/2011, 12:39
Reputation:

Re: Diminuire il Contrasto in Stampa

Messaggioda sarrasani » 06/02/2013, 14:06

Dokomol a trenta gradi! ;) Che sarebbe una vera FESTA DEL CONTRASTO

No, scherzo eh. Per quel poco che so, ed è un problema che ho spesso (voglio sì dei negativi belli contrastati, ma mi scappa la mano ed esagero....),
alternare sviluppo ed acqua (bagno d'acqua, come ti hanno già detto) e usare uno sviluppo morbido e diluito.
Io uso l'Ansco 130 (proverò la variante Ansel Adams che sarà ancora più morbida) 1+2. E poi, se usi carte multicontrasto, ovviamente tieniti basso.
Anche molto basso, io mi sono sorpreso ad apprezzare negativi "tirati" (pirogallolo, tempi un po' estesi, condensatore, insomma chi più ne ha più ne metta)
stampando 0, 1/2.......Non l'avrei mai pensato, ma lì a 1/2 c'era la dinamica tonale che aspettavo e non osavo provare.
Ciao,
S.



Advertisement


  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 3 ospiti