SVILUPPO FOMAPAN 400 in PERCEPTOL

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
tommaso1999
appassionato
Messaggi: 25
Iscritto il: 20/10/2012, 22:55
Reputation:

SVILUPPO FOMAPAN 400 in PERCEPTOL

Messaggioda tommaso1999 » 12/03/2013, 21:04

ciao ragazzi, ho fatto delle fotografie che desidererei ingrandire evitando la grana eccessiva che so essere enorme sulla FOMAPAN, consigli ed esperienze con perceptol???



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11622
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: SVILUPPO FOMAPAN 400 in PERCEPTOL

Messaggioda Silverprint » 12/03/2013, 21:22

Ciao!

Ingrandendo non è tanto la dimensione o la visibilità della grana il problema, quanto piuttosto il suo aspetto, se non è ben nitida l'immagine stessa apparirà poco nitida.

È mia convinzione che dovendo fare ingrandimenti spinti sia preferibile avere una bella grana nitida che, purtroppo, significa anche non "piccola". Quindi non userei il Perceptol (al solvente), ma neanche rivelatori dall'alto contenuto di sodio solfito (D-76 / ID-11, X-tol, Microphen, etc.), ma piuttosto rivelatori abbastanza energici tipo HC-110, Studional, anche Rodinal (non su una 400) o altri a condizione che lascino la grana ben netta.
È utile inoltre evitare l'effetto bordo e tenere il tempo bagnato al minimo possibile.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
guerié
guru
Messaggi: 445
Iscritto il: 04/02/2013, 16:21
Reputation:
Località: san miniato pisa

Re: SVILUPPO FOMAPAN 400 in PERCEPTOL

Messaggioda guerié » 14/03/2013, 15:39

ciao, sonoanche io alle prese con questa pellicola
Silverprint ha scritto:Ciao!

Ingrandendo non è tanto la dimensione o la visibilità della grana il problema, quanto piuttosto il suo aspetto, se non è ben nitida l'immagine stessa apparirà poco nitida.

È mia convinzione che dovendo fare ingrandimenti spinti sia preferibile avere una bella grana nitida che, purtroppo, significa anche non "piccola". Quindi non userei il Perceptol (al solvente), ma neanche rivelatori dall'alto contenuto di sodio solfito (D-76 / ID-11, X-tol, Microphen, etc.), ma piuttosto rivelatori abbastanza energici tipo HC-110, Studional, anche Rodinal (non su una 400) o altri a condizione che lascino la grana ben netta.
È utile inoltre evitare l'effetto bordo e tenere il tempo bagnato al minimo possibile.

mi chiedevo se lo xtol è da considerarsi energico alla pari dell' HC 110 per sortire gli stessi effetti?


marco guerriero

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11622
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: SVILUPPO FOMAPAN 400 in PERCEPTOL

Messaggioda Silverprint » 14/03/2013, 15:45

Ma non ho appena scritto che sono proprio diversi? :D


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Advertisement
Avatar utente
guerié
guru
Messaggi: 445
Iscritto il: 04/02/2013, 16:21
Reputation:
Località: san miniato pisa

Re: SVILUPPO FOMAPAN 400 in PERCEPTOL

Messaggioda guerié » 14/03/2013, 15:51

scusa haio ragione non avevo letto bene ...stavo per eliminare il messaggio...


marco guerriero

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11622
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: SVILUPPO FOMAPAN 400 in PERCEPTOL

Messaggioda Silverprint » 14/03/2013, 15:53

:)) Nessun problema!


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp



  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: herma e 5 ospiti