Tiraggio pellicola

Discussioni su tecniche fotografiche, esposizione, sistema zonale, post produzione digitale ed altro

Moderatore: etrusco

Avatar utente
buxyphoto
fotografo
Messaggi: 82
Iscritto il: 19/10/2012, 21:30
Reputation:

Tiraggio pellicola

Messaggioda buxyphoto » 20/03/2013, 21:52

Buonasera Amici,ho da sottoporvi una domanda forse imbarazzante per voi esperti ma...non capisco una cosa.
Leggo molto spesso di pellicole con una certa sensibilità (es 100 ASA ) tirate a 400 ... Cosa significa esattamente ?
Che e' stata usata come se fosse realmente una 400 ? Oppure una 800 tirata a 200....Quindi impostando in macchina (o sull'epimetro) 400? Se si l'esposizione non verrebbe "non corretta" ? E poi per lo sviluppo si sviluppa coe se fosse un 400 ?
Grazie a tutti voi che avrete vogla i chiarirmi le idee .



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11622
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Tiraggio pellicola

Messaggioda Silverprint » 20/03/2013, 22:01

Ciao Buxy!!

La parola tiraggio è normalmente riferita alla abominevole pratica di sotto-esporre (mettere iso più alti) e sovra-sviluppare le pellicole.

Il funzionamento del "trucco" si basa sul fatto che normalmente l'esposizione viene regolata su un tono medio e che se questo viene sotto-esposto (cioè più scuro del dovuto) può essere riportato ai valori consueti aumentando il tempo di sviluppo.
Il risultato dell'agire in questo modo è una perdita di dettaglio nelle parti scure per via della sotto-esposizione unito ad una diminuzione della latitudine di posa, cioè aumento di contrasto, cioè perdita di dettaglio delle parti più chiare, dovuto al prolungamento del tempo di sviluppo. Aumenta anche vistosamente la grana.

Discorso diverso l'opposto, cioè esporre per iso minori del dichiarato. Diverso perché spesso le pellicole non sono sensibili quanto dicono e diverso perché il risultato è l'opposto con miglior resa del dettaglio delle parti più scure ed aumento della latitudine di posa, cioè aumentata capacità di registrare dettagli nelle alte luci. Cose queste che in molti casi aiutano invece che far danno come fa invece il tiraggio vero e proprio.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

phabio68
guru
Messaggi: 355
Iscritto il: 28/09/2012, 11:08
Reputation:
Località: Casarano

Re: Tiraggio pellicola

Messaggioda phabio68 » 20/03/2013, 22:12

Ciao. Principalmente è un modo per sottoesporre o sovraesporre una pellicola di uno o più stop.
Per esempio una pellicola con sensibilità nominale di 400 asa scattata come se fosse di 800 asa, viene sottoesposta di uno stop, a 1600 di due stop. Il contrario avviene se scattata come se fosse 200 asa (sovraesponi di uno stop) oppure 100 asa (sovraesponi di due stop).
Ma questo è il principio generale, perché come ho appreso sul forum soprattutto da Andrea, alcune pellicole spesso non rispettano la sensibilità dichiarata e per avere risultati ottimali bisogna esporle più vicino al loro vero valore... ma questa avviene solo con l'esperienza. Poi diverse implicazioni sono da valutare anche al tipo di stampa che si vuole effettuare, ma in questo campo ti potrà spiegare meglio qualche guru dell'ingranditore che io non sono. ;)


Fabio

la miglior macchina fotografica è quella che hai con te

Avatar utente
buxyphoto
fotografo
Messaggi: 82
Iscritto il: 19/10/2012, 21:30
Reputation:

Re: Tiraggio pellicola

Messaggioda buxyphoto » 20/03/2013, 22:21

Come sempre gentilissimi :-) quindi era come pensavo io! Vi ringrazio ancora Amici e buona serata



Advertisement
phabio68
guru
Messaggi: 355
Iscritto il: 28/09/2012, 11:08
Reputation:
Località: Casarano

Re: Tiraggio pellicola

Messaggioda phabio68 » 20/03/2013, 22:23

Buona serata anche a te ;)


Fabio

la miglior macchina fotografica è quella che hai con te

Avatar utente
Stefano B
esperto
Messaggi: 139
Iscritto il: 07/02/2012, 14:50
Reputation:

Re: Tiraggio pellicola

Messaggioda Stefano B » 20/03/2013, 22:46

phabio68 ha scritto:
Ma questo è il principio generale, perché come ho appreso sul forum soprattutto da Andrea, alcune pellicole spesso non rispettano la sensibilità dichiarata e per avere risultati ottimali bisogna esporle più vicino al loro vero valore... ma questa avviene solo con l'esperienza.


Si sulle pellicole viene normalmente messa sensibilità nominale, e non quella effettiva che di solito si aggira intorno alla metà di quella nominale. Per valutare la sensibilita effettiva di una pellicola bisogna fare dei dovuti test su di essa :)



bhe la pellicola viene sotto-esposta per poi sovra- sviluppata, per aumentare il contrasto a seconda della scena che andremo a fotografare. (io non l'ho mai usato)
Praticamente si parla di sotto-esposizione con aumento degli ISO, e uno si chiede ma come aumento di 2 stop e quindi faccio entrare molta piu luce come è possibile che sotto-esposizione?

Prendiamo la tri-x 400 (anche se non viene usata nel tiraggio ma a me piace per il resto :) )
400 iso SE tempo/f 1/60 f/5.6 se porto la SE a ISO 1600 aumento di 2 stop e quindi il tempo sara di 2 stop minore (1/250) mantenendo il solito diaframma (5.6) ma la SE della pellicola rimane sempre e comunque 400 ISO quindi viene sotto- esposta per poi recuperare le zone scure con un aumento dèll'energia dello sviluppo con un'amento del contrasto.

Questo è quello che ho capito io del tiraggio spero che le cose dette siano giuste, in caso contrario veranno corrette dagli esperti :ymhug:



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9335
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Tiraggio pellicola

Messaggioda chromemax » 20/03/2013, 22:54

spesso le pellicole non sono sensibili quanto dicono

alcune pellicole spesso non rispettano la sensibilità dichiarata

Giusto per spazzare una lancia in favore dei fabbricanti di pellicole, non è tanto che i fabbricanti ci "marciano" sulla sensibilità quanto piuttosto è il metodo usato per stabilire la sensibilità che non è il massimo.



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11622
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Tiraggio pellicola

Messaggioda Silverprint » 20/03/2013, 23:00

Ciao Stefano!

Quasi giusto, solo un errore (sostanziale!!!), ma forse è solo un refuso! :D
Comunque ne approfitto (perdonami :ymblushing: ) per specificare meglio.

È in rosso, come a scuola! :))

Stefano B ha scritto:... quindi viene sotto-esposta per poi recuperare le zone scure con un aumento dell'energia dello sviluppo...


Le parti scure NON si recuperano, quelle rimangono più scure del dovuto :(
Se si recuperassero il tiraggio funzionerebbe... purtroppo non é così.

Si recuperano i toni medi, gli scuri rimangono inevitabilmente troppo scuri perché dipendono SOLO dall'esposizione ed i toni chiari vengono bruciati perché bisogna aumentare molto il tempo dello sviluppo (o la sua energia) per recuperare i toni medi.

Se si sviluppa tanto di più, cioè quanto serve a recuperare i toni medi, non si può evitare di bruciare le luci... si tenta di non fare troppo danno usando rivelatori molto compensatori ed in effetti la densità può essere abbastanza tenuta a bada, ma la modulazione (cioè la resa del dettaglio) dei toni più chiari viene comunque persa o gravemente compromessa.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
Stefano B
esperto
Messaggi: 139
Iscritto il: 07/02/2012, 14:50
Reputation:

Re: Tiraggio pellicola

Messaggioda Stefano B » 21/03/2013, 7:45

Silverprint ha scritto:Ciao Stefano!

Quasi giusto, solo un errore (sostanziale!!!), ma forse è solo un refuso! :D
Comunque ne approfitto (perdonami :ymblushing: ) per specificare meglio.

È in rosso, come a scuola! :))

Stefano B ha scritto:... quindi viene sotto-esposta per poi recuperare le zone scure con un aumento dell'energia dello sviluppo...


Le parti scure NON si recuperano, quelle rimangono più scure del dovuto :(
toni più chiari viene comunque persa o gravemente compromessa.



É l'errore c'é :) ma nel scrivere mi devo essere confuso, eppure sto studiando le curve caratteristiche delle pellicole quindi di norma lo so, ma si vede che la stanchezza fioca brutti scherzi :ymhug:



Avatar utente
DanieleLucarelli
guru
Messaggi: 1152
Iscritto il: 12/08/2010, 16:56
Reputation:
Località: Livorno
Contatta:

Re: Tiraggio pellicola

Messaggioda DanieleLucarelli » 21/03/2013, 10:42

Stefano B ha scritto:bhe la pellicola viene sotto-esposta per poi sovra- sviluppata, per aumentare il contrasto a seconda della scena che andremo a fotografare. (io non l'ho mai usato)



Per aumentare il contrasto si dovrebbe agire solo sull'energia dello sviluppo (principalmente allungando il tempo di trattamento) e mai sottoesponendo, però l'esposizione andrebbe fatta sulle ombre e sulla sensibilità effettiva.





  • Advertisement

Torna a “Tecniche fotografiche”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite