Mettere a posto la mia catena di lavoro.

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
Stefano B
esperto
Messaggi: 139
Iscritto il: 07/02/2012, 14:50
Reputation:

Re: Mettere a posto la mia catena di lavoro.

Messaggioda Stefano B » 26/03/2013, 19:42

Silverprint ha scritto:Nel proseguire i test, una volta trovata la SE per un certo tempo, conviene tenerne conto.
Se per esempio troverai che la SE sia 200 a 9'00 quando testerai tempi minori (circa 20% a volta) scatta anche una serie a 160 iso, e quando proverai tempi maggiori scattane anche una a 250... etc, etc.



Quindi mettiamo che il mio tempo è 9'00 e SE 200 se voglio fare uno sviluppo N-2 o N+2 devo continuare a fare i test perche varia anche la SE come il contrasto e tutto il resto...
Speriamo che il tempo a 9'00 sia pressochè perfetto altrimente devo fare mille test :)
Cmq il mio modo di scattare è sviluppare per le luci e esporre per le ombre (come da te suggerito) quindi il tempo da bugiardino da 12'00 con rodinal a 1+50 quindi ho portato a 9'00 credi che devo diminuire ancora il tempo iniziale cioè i 9,00?
poi volevo anche provare una diluzione 1+100 leggo che da ottimi risultati, ma il tempo a quanto? si legge 20'00 con agitazione ilford a 20°o 60'00 senza agitazione a 20°? vorrei evitare di buttare via un rullo in caso i tempi sono fasulli..

Grazie



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11606
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Mettere a posto la mia catena di lavoro.

Messaggioda Silverprint » 26/03/2013, 19:52

Stefano B ha scritto: Quindi mettiamo che il mio tempo è 9'00 e SE 200 se voglio fare uno sviluppo N-2 o N+2 devo continuare a fare i test perché varia anche la SE come il contrasto e tutto il resto...

Visto che i test per la variazione di contrasto al variare del tempo di sviluppo li devi fare comunque... ;) Aggiungere una serie di scatti per la verifica della SE non complica le cose.

Mi pare che con la vecchia Tri-x N-2 in Rodinal 1+50 fosse intorno ai 6' con 160 iso, non ricordo con sicurezza :-s .

Io lascerei perdere la diluizione 1+100 ed in particolare lo sviluppo "stand". L'effetto bordo è molto consistente, disturbante direi, la grana viene spappolata e la compensazione uccide definitivamente la modulazione dei toni chiari. I tempi poi sono davvero lunghi e secondo me gli viene pure troppo contrastata.

Con la Tri-x in Rodinal 1+50 la modulazione dei toni chiari è già a rischio. Sulla vecchia Tri-x i risultati non erano affatto incoraggianti. Dovrai verificare il comportamento delle zone alte, in particolare con sviluppi ridotti.

Spero che la nuova lavori meglio (col Rodinal)! :)


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
victorserri
fotografo
Messaggi: 44
Iscritto il: 13/11/2011, 23:49
Reputation:

Re: Mettere a posto la mia catena di lavoro.

Messaggioda victorserri » 27/03/2013, 12:55

Cmq,
Ora inizio a fare una bella spesa di rullini. Tipo 200.
Per provare i diversi rivelatori che ho e capire la SE per tutti.
E poi vedo come butta l'ambaradan con la misura spot e le foto...onestamente, la vedo dura per il 35mm...ma vedremo...
Nel mentre sto catalogando tutto, per mantere l'ordine di tutto quello che faccio...prossimamente nuove domande con nuove pellicole...



Avatar utente
victorserri
fotografo
Messaggi: 44
Iscritto il: 13/11/2011, 23:49
Reputation:

Re: Mettere a posto la mia catena di lavoro.

Messaggioda victorserri » 21/05/2013, 22:49

Cmq solo per dirlo cosí.
Alla fine ho trovato il mio tempo N e N+1. Fra poco cercheró il tempo N-1 per la fomapan 100.
Sembrava una cazzata e invece ci sono volute diverse prove...



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11606
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Mettere a posto la mia catena di lavoro.

Messaggioda Silverprint » 21/05/2013, 22:59

Eh... già! :)

Ora che hai due tempi, però dovresti far più veloce!
Di solito la variazione di contrasto è abbastanza lineare rispetto al tempo (sui grafici è una curva, ma è poco "curva"). Quindi se calcoli un fattore di quanto hai aumentato il tempo per passare da N ad N+1 puoi dividere per lo stesso fattore il tempo che da N per avere un tempo abbastanza vicino a quello di N-1.

Esempio... se N viene a 5' (300'') ed N+1 a 6' (360") tra N ed N+1 c'è un fattore di moltiplicazione di 1,2... 360:300=1,2. Se ora dividi 300 per 1,2 ottieni 250" cioè 4'10". Il tempo così trovato sarà verosimilmente abbastanza vicino al tempo che da N-1.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
victorserri
fotografo
Messaggi: 44
Iscritto il: 13/11/2011, 23:49
Reputation:

Re: Mettere a posto la mia catena di lavoro.

Messaggioda victorserri » 22/05/2013, 16:31

ok, quindi, considerando che mi è venuto un bel 7 e 8 minuti in rodinal 1+50 per la fomapan 100 esposta a 50, ad occhio e croce avró un N-1 a circa 6 minuti, dato il mio fattore 1,15...ok, ora lo proveró appena spunterá un bel sole cocente...





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: albireo e 3 ospiti