per prima stampa Ilford Bromophen o Adox Adotol?

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
gonfiacani
guru
Messaggi: 387
Iscritto il: 26/06/2012, 9:01
Reputation:

per prima stampa Ilford Bromophen o Adox Adotol?

Messaggioda gonfiacani » 10/06/2013, 12:15

Ciao a tutti. Mi sto accingendo alla prima stampa e devo acquistare il rivelatore per la carta. Sarei orientato su qualcosa come il Dektol, ma il fornitore che avrei individuato al momento ne è sprovvisto. Quindi dovrei optare per il Bromophen o l'Adotol. Quali consigliereste? Le prime stampe le farò su Agfa RC multicontrast. Vorrei ottenere stampe ben contrastate. Qualche suggerimento alternativo ai due rivelatori in oggetto?
Grazie.



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11535
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: per prima stampa Ilford Bromophen o Adox Adotol?

Messaggioda Silverprint » 10/06/2013, 12:22

Carta Agfa? Speriamo sia buona!

L'Adox Adotol è equivalente all'Agfa Neutol, un ottimo prodotto, sicuramente adatto.
Il contrasto dipende solo marginalmente dal tipo di rivelatore usato, dipende molto di più dal contrasto, appunto, cioè dalla filtratura in caso di carte a contrasto variabile.

Piuttosto, attenzione, se la carta è vecchia (sperando non sia velata) è sicuramente meno contrastata di una carta nuova.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
gonfiacani
guru
Messaggi: 387
Iscritto il: 26/06/2012, 9:01
Reputation:

Re: per prima stampa Ilford Bromophen o Adox Adotol?

Messaggioda gonfiacani » 11/06/2013, 10:46

Silverprint ha scritto:Carta Agfa? Speriamo sia buona!
Piuttosto, attenzione, se la carta è vecchia (sperando non sia velata) è sicuramente meno contrastata di una carta nuova.


...è carta che mi hanno regalato...
a caval donato non si guarda in bocca!
per i primi esperimenti andrà sicuramente bene!



Avatar utente
guarrellam
guru
Messaggi: 1144
Iscritto il: 11/02/2010, 21:46
Reputation:

Re: per prima stampa Ilford Bromophen o Adox Adotol?

Messaggioda guarrellam » 11/06/2013, 13:26

gonfiacani ha scritto:
Silverprint ha scritto:Carta Agfa? Speriamo sia buona!
Piuttosto, attenzione, se la carta è vecchia (sperando non sia velata) è sicuramente meno contrastata di una carta nuova.


...è carta che mi hanno regalato...
a caval donato non si guarda in bocca!
per i primi esperimenti andrà sicuramente bene!


Invece ti sbagli,per i primi esperimenti bisogna usare solo carta buona. ;)


Non mi interessano i paesaggi di bellezza disinfettata, tipo Ansel Adams.

Don McCullin



Ho una reflex digitale da 4000 euro,
che può scattare fino 128.000 ISO,
e mi piace aggiungere la grana
in post,come per la pellicola.........

Advertisement
luca_dega
superstar
Messaggi: 1506
Iscritto il: 17/11/2011, 13:34
Reputation:

Re: per prima stampa Ilford Bromophen o Adox Adotol?

Messaggioda luca_dega » 11/06/2013, 23:02

mi sa che devo condividere quanto detto: se stampi con carta che non è "in salute", già non ci capisci nulla con contrasto, tempi, provini, diaframmi, diluizioni, agitazioni....se ci aggiungi la variante "carta che fa quel che vuole, ma comunque male" ti confondi le idee ancora di più e basta. Se proprio vuoi usarla, fallo solo per capire come funziona una camera oscura....(ma non so se sei alle primissime armi o no!)



Avatar utente
gonfiacani
guru
Messaggi: 387
Iscritto il: 26/06/2012, 9:01
Reputation:

Re: per prima stampa Ilford Bromophen o Adox Adotol?

Messaggioda gonfiacani » 26/07/2013, 10:28

Ieri la prima stampa: ILFORD MG IV RC 44M 24x30 (mi tratto bene!) in Adotol Liquid NE.

A parte l'ansia da prestazione, tutto ok, ma quanto nero! (e pochi grigi...)

La prima difficoltà che devo ora affrontare è relativa ai tempi di esposizione della carta: 20'' sono troppi! ma non ho ancora applicato nessuna filtratura.
Stasera (moglie permettendo) seconda sessione con filtratura, sperando di allungare un po' i tempi di esposizione... ma quanto?

Avrei bisogno di un consiglio logistico: ho fatto 2lt per ogni chimico (nelle bacinelle 30x40 non credo si possa utilizzare meno liquido), ma ho solo poche bottiglie a soffietto che non contengono più di 1,5lt. La rimanenza la posso tenere anche in semplici bottiglie di plastica trasparenti conservate al buio? Conterei di fare sessioni di stampa ravvicinate (tre o quattro sere di seguito) e poi magari posso buttare l'eccedenza e reintegrare con chimici freschi a distanza di più giorni. In alternativa dove li posso conservare per qualche settimana i chimici? (da notare che ieri nella prima sessione ho stampato solo 3 fogli 30x40, quindi ancora spero di poter considerare i chimici quasi freschi...)





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti