Bianco e nero

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Anonymous01

Re: Bianco e nero

Messaggioda Anonymous01 » 01/09/2013, 22:02

fotoloco ha scritto:... e propio quell'effetto che tu definisci innaturale che per me condensa magnificamente in se, il peggio in assoluto di ciò che si può ottenere da un file immagine digitale (oltre che il più vergognosamente ruffiano).


Si ma....
Il contenuto delle foto ti è piaciuto? Ti ha trasmesso qualcosa?



Advertisement
Gionny
guru
Messaggi: 613
Iscritto il: 07/03/2013, 19:04
Reputation:

...

Messaggioda Gionny » 01/09/2013, 22:40

...
Ultima modifica di Gionny il 09/01/2018, 21:35, modificato 1 volta in totale.



utente04

Re: Bianco e nero

Messaggioda utente04 » 01/09/2013, 22:50

Non è difficile da intendere.
E' come mostrare le donne nude in TV per attirare spettatori.
Si sa che quel genere di effetto è quello che "tira" ed è su quello che si punta, usandolo e abusandone pur di strappare un ohhh di ammirazione.



Gionny
guru
Messaggi: 613
Iscritto il: 07/03/2013, 19:04
Reputation:

...

Messaggioda Gionny » 01/09/2013, 23:06

...
Ultima modifica di Gionny il 09/01/2018, 21:35, modificato 1 volta in totale.



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11535
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Bianco e nero

Messaggioda Silverprint » 01/09/2013, 23:31

Gionny ha scritto:In qualche modo concordo, però anche con la pellicola mi è capitato di vedere dei gran strafalcioni...

A be' anche troppi... :( Nella maggior parte dei casi i risultati sono raccapriccianti, ma il potenziale è alto, che poi in non molti lo sappiano sfruttare è un altro discorso.

Anche io avevo preso la discussione per meramente tecnica. E continuo... :))

Gionny ha scritto:... un totale di quasi 10 stop di gamma dinamica. Sono pochi? ... ma da tutto ciò che ho letto, confrontandola con le pellicole a colori e alle diapositive non dovrebbe esserci un abisso di differenza...

È abbastanza simile a quello che si può ottenere con le dia in un processo standard, ma anche con molte dia è possibile passare i 12 stop, ovvero avere una gamma dinamica quadrupla.
Con molte negative poi ci si può spingere verso i 16/18 stop... tra le 64 e le 256 volte tanto. Con procedimenti molto particolari anche oltre. Quindi 10 stop sono davvero pochini.
Va poi considerato che la pellicola "clippa" morbido, ovvero non arriva a saturazione repentinamente.
Chiaramente sfruttare questo potenziale è difficile e utile solo per certi tipi di immagine (molte delle mie, per es...). Quindi è un problema che non si presenta necessariamente.
Parlando comunque di potenziale tecnico la gamma dinamica ridotta è uno dei più grossi "colli di bottiglia" della tecnologia digitale: per estendere di uno stop la gamma dinamica il peso del file raddoppia, bisticcia con la risoluzione (nel senso che sarebbe meglio da questo punto di vista avere pixel grossi), con la velocità operativa, con la post-produzione, etc...

Riguardo il discorso "artistico" invece c'è poco da dire, quei pochi che sanno quello che fanno, scelgono la tecnologia in funzione delle loro ragioni. Ci sono ottimi lavori realizzati in digitale (pochi però fatti coi i giocattolini da poche migliaia d'euro con cui normalmente ci si balocca).


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Gionny
guru
Messaggi: 613
Iscritto il: 07/03/2013, 19:04
Reputation:

...

Messaggioda Gionny » 02/09/2013, 0:45

...
Ultima modifica di Gionny il 09/01/2018, 21:37, modificato 1 volta in totale.



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11535
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Bianco e nero

Messaggioda Silverprint » 02/09/2013, 1:18

Gionny ha scritto: Macchine da 900-1.000€ (che son soldi, tanti soldi) tu le consideri alla stregua di compattine con cui giocare?

Che te devo di... sì, mi paiono praticamente equivalenti o quasi, una presa in giro. Tacendo delle ottiche non "pro" che sono ormai uno scandalo. :(
Il digitale è assai poco democratico. Su quelle machinette non c'è neanche il pentaprisma, ma un inusabile pentamirror... :ymsick: e allora meglio una lentissima mirrorless che essere cecati X( ...


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Gionny
guru
Messaggi: 613
Iscritto il: 07/03/2013, 19:04
Reputation:

...

Messaggioda Gionny » 02/09/2013, 1:26

...
Ultima modifica di Gionny il 09/01/2018, 21:37, modificato 1 volta in totale.



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11535
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Bianco e nero

Messaggioda Silverprint » 02/09/2013, 2:06

La Hy6 mi pare una bella macchinetta, speriamo non sia un flop visto che va anche a pellicola. :)
È una Rollei a tutti gli effetti, e monta le ottiche Zeiss e Schneider PQ/PQS o AF del sistema Rollei 6000, i mirini sono i soliti Rollei (gli stessi delle serie precedenti), bellissimi, non son certo i pentamirror delle machinette economiche, neanche parenti alla lontana!


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9121
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Bianco e nero

Messaggioda chromemax » 02/09/2013, 12:05

Francesco Mochi è, probabilmente, nel campo della scultura barocca il miglior esempio di virtuosismo "vuoto", dopo un primo attimo di stupore, ci si accorge che dietro non vi è nulla, è solo sfolgorante tecnica, grandissima capacità manuale, ma totale assenza di contenuti, esattamente agli antipodi, per esempio, di Andrea Pisano, le cui opere non hanno la perfezione tecnica, o meglio tecnicista, di Mochi, ma che sul piano dei contenuti sovrastano l'opera dello scultore di Montevarchi.

Non mi pare che Mochi sia a digiuno di tecnica, nenache che si sia improvvisato scultore ma che per far questo abbia studiato e sudato per imparare ad usare i ferri del mestiere. Solo dopo averla assimilata la tecnica si può rifiutarla come un impaccio espressivo, ma dire che non serve è una scorciatoia un po' troppo facile :)





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite