Sviluppo (primo ) di una ILFORD FP4+

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
bartez
fotografo
Messaggi: 81
Iscritto il: 08/01/2013, 20:07
Reputation:
Località: Barletta

Re: Sviluppo (primo ) di una ILFORD FP4+

Messaggioda bartez » 05/09/2013, 16:56

chromemax ha scritto:Prendi il tempo di sviluppo per 20°C sulla linea dei 20°, poi segui la linea diagonale in alto o in basso a seconda se la temperatura che hai è più alta o più bassa di 20°, e intersechi la llinea orizzontale riferita alla tua temperatura, quindi tiri la vericale e trovi il nuovo tempo.
Ad esempio 10' a 20° sono circa 8'15" a 22°C o 12 a 18°C.
Se il tuo tempo di riferimento per 20° non ha una linea diagonale (ad esempio 8'30"), con un righello devi tirare una parallela alle altre diagonali e usare questa come riferimento.
Spero di essere stato chiaro.



per la FP4+ i tempi sono quelli riportati nella tabella (quelli evidenziati)

quindi per lo sviluppo a 20° C "solo" 4 minuti e 15 secondi (avevo letto e visto filmati - il video del canale su you tube di analogica.it - dove si parlava di tempi intorno ai 15 minuti per lo sviluppo di una pellicola ILFORD HP5 125 ISO tirata a 200)
arresto 30" in agitazione continua.

Grazie chromemax e grazie anche a iz7nct
Allegati
tabella tempi.jpg



Advertisement
Avatar utente
iz7nct
guru
Messaggi: 511
Iscritto il: 11/04/2011, 16:10
Reputation:
Località: Nardò-LE

Re: Sviluppo (primo ) di una ILFORD FP4+

Messaggioda iz7nct » 05/09/2013, 17:08

Di niente!

Se devi lavorare a 23gradi, forse e meglio se diluisci 1+14, in modo da stare intorno hai 5 minuti. Perché come a scritto cronomex puoi avere uno sviluppo non uniforme..



Avatar utente
iz7nct
guru
Messaggi: 511
Iscritto il: 11/04/2011, 16:10
Reputation:
Località: Nardò-LE

Re: Sviluppo (primo ) di una ILFORD FP4+

Messaggioda iz7nct » 05/09/2013, 17:17

Oops! chromemax



Avatar utente
roby02091987
guru
Messaggi: 1065
Iscritto il: 06/02/2013, 12:50
Reputation:

Re: Sviluppo (primo ) di una ILFORD FP4+

Messaggioda roby02091987 » 08/09/2013, 14:12

iz7nct ha scritto:Di niente!

Se devi lavorare a 23gradi, forse e meglio se diluisci 1+14, in modo da stare intorno hai 5 minuti. Perché come a scritto cronomex puoi avere uno sviluppo non uniforme..


Concordo.

Aggiungo che per arresto e fix non servono tempi "al secondo", se abbondi un pochetto non succede nulla, anzi, nell'incertezza meglio abbondare (non intendo lasciare la pellicola 2 giorni nell'arresto eh... ma 30 secondi/1 minuto in più non fanno nulla).

Per i primi sviluppi, segui rigorosamente tempi e agitazioni da bugiardino, e prendi appunti di TUTTO quello che fai. Sii scrupoloso e non tralasciare nulla, lo sviluppo che fai deve essere perfettamente riproducibile anche tra tot. anni da una persona terza... O, più verosimilmente, da te quando, a distanza di 1 mese, vorrai sviluppare un rullino come quell'altro che ti è piaciuto tanto, ma del cui sviluppo ricordi a malapena di aver rovesciato mezza boccetta di arresto sul pavimento :p (se poi hai una memoria da elefante... tanto di cappello per te e profonda invidia da parte mia :D ).

Poi, col tempo e con i dati da te raccolti, potrai eventualmente discostarti dai tempi, agitazioni e diluizioni da bugiardino per ottenere negativi, a tuo gusto, migliori.
( Più o meno contrastati, grana più o meno fine, ecc ecc ecc).



Advertisement


  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti