colature sul negativo

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
diego campanelli
appassionato
Messaggi: 9
Iscritto il: 12/09/2013, 14:20
Reputation:

colature sul negativo

Messaggioda diego campanelli » 12/09/2013, 15:15

Salve a tutti

è la prima volta che scrivo anche se ho ho consultato spesso il vostro archivio ricco di informazioni.
Scatto da qualche anno in medio formato e mi sono occupato dall'inizio anche dello sviluppo dei negativi.
Mi capita sopratutto quando fotografo superfici omogenee (ad esempio i cieli) di trovare delle "macchie" o meglio delle colature sul negativo.
Fino a qualche mese non me ne preoccupavo troppo perchè procedevo alla scansione del negativo e relativa stampa digitale, quindi eliminavo senza troppa fatica questo problema.
Da qualche mese ho cominciato anche a stampare in c.o. e quì le cose sono più complicate da risolvere.
Queste maledette colature si intravvedono anche sulle stampe.
Pensavo si trattasse di residui di calcaree e così ho proceduto, con qualche ansia, al rilavaggio (acqua distillata+ imbibente) del negativo incriminato, ma senza risultato.
Vi allego la scansione alla quale ho volutamente esasperato i livelli per esaltare il difetto.
Se durante la stampa resto leggero con l'esposizione quasi non si notano, ma se provo a rendere il cielo più scuro spuntano, sopratutto quella a forma di goccia a sin del fotogramma.
Mi piacerebbe risolvere la questione ma sopratutto capire da cosa sono causate queste colature per evitarle in futuro.

Ho l'abitudine di utilizzare chimici freschi.
lavoro a 20 °C
quando ho sviluppato questo negativo, circa 2 anni fa, utilizzavo acqua corrente per il lavaggio con imbibente, ora uso la distillata ma in alcuni casi il difetto si è presentato lo stesso, quindi comincio a pensare che non si tratti di calcare.
Ringrazio in anticipo quanti vorranno partecipare alla discussione.

ciao


671



Advertisement
Avatar utente
andreab
esperto
Messaggi: 208
Iscritto il: 10/09/2012, 22:23
Reputation:

Re: colature sul negativo

Messaggioda andreab » 12/09/2013, 16:34

Talvolta capita anche a me. Forse dipende anche dal tipo di pellicola ma sicuramente dipende dal dosaggio di imbibente e ho trovato conveniente passare la pellicola (ancora inserita nella spirale) nella centrifuga da insalata prima di appenderla ad asciugare. Un saluto.



Avatar utente
diego campanelli
appassionato
Messaggi: 9
Iscritto il: 12/09/2013, 14:20
Reputation:

Re: colature sul negativo

Messaggioda diego campanelli » 12/09/2013, 16:46

Sono appena uscito dalla c.o.
Ho fatto questo esperimento su un vecchio rullo pieno di queste colature:
ho rifissato per un paio di minuti la pellicola inserita nella tank
lavato come sempre in acqua corrente+ ribaltamenti 5-10-20-40 per non sprecarne troppa
risciacquato con la distillata
e infine bagnetto in distillata più imbibente

Ad una prima occhiata al negativo bagnato sembra aver funzionato, ma faccio sapere appena asciutto.
Una correlazione con la pellicola può essere possibile, ho notato ad esempio che con le delta 3200 è molto evidente.
Carina l'idea dell'insalatiera, di solito faccio scolare l'acqua in eccesso dalla spirale finchè non emette più goccioline ma il tuo sistema sembra meno traumatico.
Ti ringrazio della visita.

ciao



Avatar utente
Pacher
superstar
Messaggi: 2983
Iscritto il: 22/01/2013, 22:12
Reputation:
Località: purosangue Trentino

Re: colature sul negativo

Messaggioda Pacher » 12/09/2013, 17:17

L'imbibente se l'acqua non è molto dura va usato con precauzione. Io ne uso la metà della dose consigliata, se uso la dose indicata sulla bottiglia mi lascia tracce.



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11604
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: colature sul negativo

Messaggioda Silverprint » 13/09/2013, 0:45

Salve Diego e benvenuto,

Quelle della foto sembrerebbero proprio colature di calcare, e non sembrano tanto colature di imbibente. Ma sicuramente sia il calcare che il cattivo dosaggio dell'imbibente producono colature.

Per eliminare le colature di calcare non occorre ri-fissare, basta il bagno di arresto, seguito da lavaggio e poi ultima passata in imbibente.

Se l'imbibente viene dosato bene NON è necessario l'uso di acqua demineralizzata/distillata.
Il dosaggio giusto di imbibente è la quantità minima che permette a tutta l'acqua di scorrere via senza formare gocce. Se la quantità è insufficiente si formeranno delle gocce che poi essiccandosi lasciano la traccia, se invece se ne mette troppo rimarranno sul negativo tracce di imbibente, queste hanno l'aspetto di strisciate più lunghe. Quelle che si formano sul dorso risultano "untuose" e rimovibili col panno di pulizia, se si formano lato emulsione invece è assai peggio perché questa si può "smaltare" e poi non c'è possibilità di salvataggio.

Ah... ovviamente l'imbibente è l'ultimo bagno. Si passa il negativo nell'imbibente e poi si appende (lo scrivo perché è successo che qualcuno dopo l'imbibente ri-lavava).


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
skyweb
esperto
Messaggi: 292
Iscritto il: 04/04/2013, 14:41
Reputation:
Località: Cosenza
Contatta:

Re: colature sul negativo

Messaggioda skyweb » 13/09/2013, 14:06

ciao, anche a me sembrano macchie di calcare, anch'io ho avuto di questi problemi all'inizio quando sviluppavo da un'altra parte piuttosto che a casa (forse da me l'acqua è più dura, non sò), alla fine ho risolto introducendo nella mia catena di lavoro acqua distillata+ imbibente e da allora (tocco ferro) non ho avuto di questi problemi.



Avatar utente
diego campanelli
appassionato
Messaggi: 9
Iscritto il: 12/09/2013, 14:20
Reputation:

Re: colature sul negativo

Messaggioda diego campanelli » 13/09/2013, 22:13

Innanzitutto Grazie per l'interesse e l'accoglienza.

Mannaggia alla fretta ho già rifissato, anche perchè la prova fatto con l'altro negativo di cui accennavo nel post precedente ha funzionato e vi assicuro che era mal messo, allego sotto per darvi un'idea.
La foto è relativa ad uno spettacolo teatrale.
Anche quì ho esasperato i livelli.
672





Su quello dei 2 cavalli invece sembra non aver sortito nessun effetto, la goccia, con lentino e diafanoscopio si vede ancora.

Quelle che si formano sul dorso risultano "untuose" e rimovibili col panno di pulizia, se si formano lato emulsione invece è assai peggio perché questa si può "smaltare" e poi non c'è possibilità di salvataggio.

Temo sia andata proprio così, quindi inutile insistere, non vale la pena di riprovare con l'arresto +lavaggio come mi hai suggerito?
Io per l'imbibente attualmente faccio così: uso una siringa da insulina, quelle con l'ago sottilissimo, e faccio cadere 1-2 gocce in una bacinella dedicata a questa operazione con circa 100 cc acqua e faccio ruotare la spirale per qualche secondo.
A occhio vi sembra troppo/poco?

Grazie
Diego



Avatar utente
skyweb
esperto
Messaggi: 292
Iscritto il: 04/04/2013, 14:41
Reputation:
Località: Cosenza
Contatta:

Re: colature sul negativo

Messaggioda skyweb » 13/09/2013, 23:13

diego campanelli ha scritto:Io per l'imbibente attualmente faccio così: uso una siringa da insulina, quelle con l'ago sottilissimo, e faccio cadere 1-2 gocce in una bacinella dedicata a questa operazione con circa 100 cc acqua e faccio ruotare la spirale per qualche secondo.
A occhio vi sembra troppo/poco?


dipende dall'imbinente, quello che utilizzo io (se non ricordo male) ha una concentrazione di 1+200 quindi su 1 lt di soluzione 2 ml di prodotto.. ma siccome il mio è scaduto e non so perché fà un sacco di schiuma ad occhio metto sempre 1ml di imbibente e mi sono trovato bene :))

ma non prendere troppo alla lettera i miei consigli, potresti finire male :ymdevil:





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti