sensibilità effettiva delle pellicole

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
garellix
guru
Messaggi: 300
Iscritto il: 03/05/2014, 22:08
Reputation:
Località: Lecco

sensibilità effettiva delle pellicole

Messaggioda garellix » 04/05/2014, 23:05

qualcuno mi sa elencare la sensibilità effettiva delle pellicole bn più comuni?? (non quella dichiarata dalle case produttrici) :-\


...sono curioso fa parte del mio essere...(%) mi chiamo Andrea Spreafico non Garellix!
https://www.facebook.com/profile.php?id=100005171625581

Advertisement

Avatar utente
serdor
fotografo
Messaggi: 33
Iscritto il: 04/05/2014, 15:26
Reputation:
Contatta:

Re: sensibilità effettiva delle pellicole

Messaggioda serdor » 04/05/2014, 23:57

Riporto ciò che dice Silverprint in quel post (per non fartelo leggere tutto :) anche se io lo farò al più presto) : "ma in prima approssimazione si può considerare che le pellicole negative abbiano una sensibilità inferiore del 50% rispetto alla dichiarata (l'I.E. riportato sulla confezione)"

Da quello che dice Silverprint, la sensibilità effettiva è la metà di quella indicata dalla casa sulla confezione.

Sergio



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11638
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: sensibilità effettiva delle pellicole

Messaggioda Silverprint » 05/05/2014, 0:09

Sì... in prima approssimazione. ;)


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Advertisement
Avatar utente
gonfiacani
guru
Messaggi: 387
Iscritto il: 26/06/2012, 9:01
Reputation:

Re: sensibilità effettiva delle pellicole

Messaggioda gonfiacani » 05/05/2014, 0:14

Si tratta però di una indicazione di massima. Per essere piú precisi andrebbe testata tutta una catena di lavoro, la quale va dallo scatto (pellicola), allo sviluppo (rivelatore e relativi tempi di trattamento), alla stampa (sulla quale influisce tutta l'attrezzatura utilizzata, il supporto cartaceo e il rivelatore).
Io per esempio ho iniziato a testare la mia catena di lavoro, e in prima approssimazione ho scoperto che la Tri-X 400 ha una sensibilità effettiva (n.b.: sempre per la mia catena) che si avvicina piú a 160 ISO che ai 200 (corrispondenti a metà sensibilità dichiarata).





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti