Provinatore a scalare

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
paolob74
guru
Messaggi: 820
Iscritto il: 30/05/2010, 10:48
Reputation:

Re: Provinatore a scalare

Messaggioda paolob74 » 20/09/2011, 16:20

forse usa i pennarell per segnare sul provino le varie info... diaframma, tempo d'esposizione etc. etc. Ma scrivendo prima che viene immerso nello sviluppo, così si scioglie... :-?? :D


ESATTO!



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11277
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Provinatore a scalare

Messaggioda Silverprint » 20/09/2011, 16:36

paolob74 ha scritto:
forse usa i pennarell per segnare sul provino le varie info... diaframma, tempo d'esposizione etc. etc. Ma scrivendo prima che viene immerso nello sviluppo, così si scioglie... :-?? :D


ESATTO!


:D :))

Scusa, ma che bisogno c'è di scriverli proprio sulla carta fotografica? Un post-it, un quadernaccio non vanno bene?

Io personalmente uso delle schede di stampa abbastanza complicate, ma ci segno solo i vari passaggi per la stampa definitiva.
Non mi pare necessario prendere appunti per uno scalare, dovrebbe bastare ricordarsi il tempo da cui si è partiti visto che diaframma ed il fattore di sviluppo sarebbe opportuno non cambiarli tra il provino e la stampa.

Scusatemi se faccio un po' il caciarone, ma spesso ci si perde in inutili girigiri e si perde di vista la sostanza, ovvero arrivare velocemente senza intoppi, impicci, e intralci ad una stampa base ben fatta. Il tempo degli interrogativi, anche filosofici e complicati viene dopo, quando si "interpreta" il negativo.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
zioAlex
superstar
Messaggi: 2037
Iscritto il: 14/07/2011, 15:26
Reputation:
Località: Albano Laziale (rm)

Re: Provinatore a scalare

Messaggioda zioAlex » 20/09/2011, 18:33

Silverprint ha scritto:Non mi pare necessario prendere appunti per uno scalare, dovrebbe bastare ricordarsi il tempo da cui si è partiti visto che diaframma ed il fattore di sviluppo sarebbe opportuno non cambiarli tra il provino e la stampa.

Scusatemi se faccio un po' il caciarone, ma spesso ci si perde in inutili girigiri e si perde di vista la sostanza, ovvero arrivare velocemente senza intoppi, impicci, e intralci ad una stampa base ben fatta. Il tempo degli interrogativi, anche filosofici e complicati viene dopo, quando si "interpreta" il negativo.

tranne il caciarone condivido tutto..
Bisognerebbe (nel possibile) saper utilizzare le nostre di "attrezzature", creatività, fantasia, la memoria, il sapersi adattare senza necessariamente ricorrere ad ogni attrezzo.... Io ad esempio quando iniziai a stampare, non avevo un timer e poggiavo una sveglietta sulla spalla bloccandola con l'orecchio, come quando si tiene un telefono senza mani, per sentire la cadenza dei secondi delle lancette :D


Nikon F4 Nikon F80
Nikkor-Q Auto f.135/2.8 Sigma 28/70 2.8
I.F.F. Eurogon con testa colori sottrattiva
**************
nokia C7

Avatar utente
etrusco
moderatore
Messaggi: 4626
Iscritto il: 08/12/2009, 12:16
Reputation:
Località: Viterbo
Contatta:

Provinatore a scalare

Messaggioda etrusco » 20/09/2011, 18:59

@
Avatar utente
Silverprint
io infatti uso lo stop clock pro della rh design con tanto di gattino ;-)


Etrusco.

Sent from my iPhone using Tapatalk.


ImmaginePssss, Hei! ... Ti sei ricordato di registrare la tua camera oscura su darkroom locator?

Alessandro "etrusco" De Marchi - @trovarigenerati - @trovareflex - @trovaregalodonna

Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11277
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Provinatore a scalare

Messaggioda Silverprint » 20/09/2011, 19:22

zioAlex ha scritto:Bisognerebbe (nel possibile) saper utilizzare le nostre di "attrezzature", creatività, fantasia, la memoria, il sapersi adattare senza necessariamente ricorrere ad ogni attrezzo.... Io ad esempio quando iniziai a stampare, non avevo un timer e poggiavo una sveglietta sulla spalla bloccandola con l'orecchio, come quando si tiene un telefono senza mani, per sentire la cadenza dei secondi delle lancette :D


Giustissimo! Il timer che rimpiango di più (a chi me ne trova uno tre birre e due pizze) è un beeper della Paterson, un aggegino semplice semplice che si limitava a fare bip una volta al secondo: assolutamente fantastico. Lo regalai (me tapino!) perché allora usavo quasi sempre la testa ZBE che aveva il beeper incorporato.
Il bello del beeper è che si lascia la luce sempre accesa per tutto il tempo delle esposizioni (provini, mascherature, bruciature) con vantaggi notevoli di risparmio di tempo e precisione*.

*) Con le teste colore se gli intervalli d'esposizione sono brevi i tempi di warm-up e cool-down della lampada non sono trascurabili. Non a caso sul Durst Multigraph e sulle teste colore dalla CLS-1000 in su viene montato un otturatore...


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 8411
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Provinatore a scalare

Messaggioda chromemax » 21/09/2011, 19:16

Il timer che rimpiango di più (a chi me ne trova uno tre birre e due pizze) è un beeper della Paterson


http://www.korg.com/MA30
Non è della Paterson... ma mi accontento anche solo delle birre :) :)



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11277
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Provinatore a scalare

Messaggioda Silverprint » 22/09/2011, 2:17

Accidenti bello davvero... Costerà un sacco di soldi! :((

Il gingillino che mi piaceva era proprio una stupidata... comunque, ok, ti devo tre birre! :((


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 8411
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Provinatore a scalare

Messaggioda chromemax » 22/09/2011, 8:59

Accidenti bello davvero... Costerà un sacco di soldi!

Intorno ai 18 euro, non pochissimo ma abbordabile e se vuoi iniziare con uno strumento musicale ammortizzi la spesa :)





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti