Durst laborator 1200 e simili

Discussioni su ingranditori e tecniche di stampa

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
nikos
fotografo
Messaggi: 60
Iscritto il: 14/01/2013, 22:37
Reputation:

Re: Durst laborator 1200 e simili

Messaggioda nikos » 21/05/2014, 17:48

Ho fatto il grande passo, speso credo più del dovuto ma l'ho preso.
Da ieri ho il lab1200 con la testa Cls 450. (Per ora sul pavimento. Mi sembra troppo pesante per il tavolo che ospitava il DA900. )
Il mio primo dubbio da ignorante di stampa con teste a colori è:
Qual'è la corrispondenza della filtratura con i gradi di contrasto?
Per fare un grado 2 per es. che settaggio devo fare ?



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11681
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Durst laborator 1200 e simili

Messaggioda Silverprint » 21/05/2014, 18:43

È un ottimo ingranditore.
Non credo sia tanto più pesante del DA-900.

Sui data-sheet delle carte trovi una tabella di corrispondenza tra filtratura della testa colore e contrasto (non corrisponde esattamente ai risultati che otterresti con i filtri su una testa BN, ma è normale, la resa è comunque diversa tra luce diffusa e luce condensata).

Di solito esistono 2 tabelle, una con filtratura singola cioè usando i filtri giallo e magenta uno alla volta e una con filtratura doppia con cui per ogni grado viene data una combinazione di giallo e magenta.

Il vantaggio della filtratura singola è la variazione continua di contrasto, lo svantaggio è in una variazione maggiore dell'esposizione al variare della filtratura. Il vantaggio della filtraura doppia è un minore cambio di esposizione al variare del contrasto, lo svantaggio è che la variazione del contrasto non è continua e che occorre sempre muovere due filtri insieme invece che uno alla volta.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
nikos
fotografo
Messaggi: 60
Iscritto il: 14/01/2013, 22:37
Reputation:

Re: Durst laborator 1200 e simili

Messaggioda nikos » 21/05/2014, 19:33

Grazie Andrea. Sono concetti tutti nuovi per me è devo sperimentare.

Avrei un altra domanda : per i negativi ho messo il femoglass AN (o almeno penso sia AN). Per delimitare il negativo muovo delle alette ai 4 lati. Il problema è che nella parte esterna delle alette ci passa la luce e penso non faccia bene alla carta. Come si deve fare se uno non ha la maschera? (Maschera e vetro ho visto non si possono mettere contemporaneamente)



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11681
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Durst laborator 1200 e simili

Messaggioda Silverprint » 21/05/2014, 19:40

Si, o usi la maschera o usi il vetro. Si può anche usare un vetro (meglio sopra) e una maschera (meglio sotto).

Le alette servono a togliere un po' di luce parassita dal percorso. La luce che va oltre è dovuta all'uso di un diffusore più grande di quello del formato del negativo e ad un obbiettivo con una buona copertura. Non dovrebbe essere un problema, ma puoi eventualmente fare una sorta di ulteriore mascherina (meglio un po' larga) con del cartoncino nero da poggiare sopra il vetro AN.

Il vetro AN non è perfettamente trasparente, se ci guardi attraverso vedi appannato.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Advertisement
Avatar utente
nikos
fotografo
Messaggi: 60
Iscritto il: 14/01/2013, 22:37
Reputation:

Re: Durst laborator 1200 e simili

Messaggioda nikos » 21/05/2014, 23:52

Per quanto riguarda la filtratura vediamo se ho capito.
Se voglio fare grado 2 nelle istruzioni della carta c'è scritto 10M. Quindi metto il magenta (che è quello rosso, spero) a 10 e le altre due manopole a zero. Se volessi fare grado 1 devo mettere il giallo a 30 e il resto a zero.
È così?



Avatar utente
nikos
fotografo
Messaggi: 60
Iscritto il: 14/01/2013, 22:37
Reputation:

Re: Durst laborator 1200 e simili

Messaggioda nikos » 21/05/2014, 23:55

Poi per quanto riguarda i vetri ho controllato ed ho uno anti newton ed uno normale. Siccome la maschera per il 6x6 non c'è l'ho mi conviene quindi mettere l'anti newton sopra è il vetro normale sotto?

Grazie sempre per le risposte



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9416
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Durst laborator 1200 e simili

Messaggioda chromemax » 22/05/2014, 0:04

nikos ha scritto:Per quanto riguarda la filtratura vediamo se ho capito.
Se voglio fare grado 2 nelle istruzioni della carta c'è scritto 10M. Quindi metto il magenta (che è quello rosso, spero) a 10 e le altre due manopole a zero. Se volessi fare grado 1 devo mettere il giallo a 30 e il resto a zero.
È così?

Si, è così con tutte le teste colore e la 450 non credo faccia differenza.
Ma imho è molto più versatile lavorare senza gradazioni, o meglio dimenticando il concetto di gradazione: considerando che senza filtri si ha più o meno una gradazione 2, si fa il provino senza filtri con un negativo normale (con un 40-50Y per un negativo contrastato e 40-50M per uno morbido); se il provino è troppo morbido si alza il magenta, se è troppo contrastato si alza il giallo (di quanto ci si arriva in fretta con un po' di pratica) e si fa un'altro provino e si regola di fino ancora, si fa un'altro provino, ecc. In questo modo non si sta più a pensare se stampare con la 2,5 o la 3 3/4 ma si adatta il contrasto della carta al negativo in maniera esatta.



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11681
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Durst laborator 1200 e simili

Messaggioda Silverprint » 22/05/2014, 0:16

nikos ha scritto:Poi per quanto riguarda i vetri ho controllato ed ho uno anti newton ed uno normale. Siccome la maschera per il 6x6 non c'è l'ho mi conviene quindi mettere l'anti newton sopra è il vetro normale sotto?

Esatto. L'AN va sopra, se lo metti sotto l'immagine viene flou.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
nikos
fotografo
Messaggi: 60
Iscritto il: 14/01/2013, 22:37
Reputation:

Re: Durst laborator 1200 e simili

Messaggioda nikos » 22/05/2014, 0:21

Grazie Diego per la tua spiegazione. Molto istruttiva e chiara come sempre.
E grazie Andrea ...mi ha spiegato perché nelle mie prime stampe non ero soddisfatto. ....avevo l'anti newton sotto. !!!!!



Avatar utente
nikos
fotografo
Messaggi: 60
Iscritto il: 14/01/2013, 22:37
Reputation:

Re: Durst laborator 1200 e simili

Messaggioda nikos » 22/05/2014, 12:41

Stamattina ho continuato le prove.
Ho montato l anti newton sopra e tutto era più nitido. ....
Ho messo anche rilevatore fresco e come per magia è apparso anche il nero!!!!!
Ho scelto negativi con contrasto normale-basso. ho messo il magenta a 10 e ho fatto il provino. Il contrasto mi sembrava basso e quindi ho alzato a 30. A questo punto la mia domanda è:
Devo rifare il provino per trovare l'esposizione ? Suppongo di si.

Domanda n.2: esiste una corrispondenza anche vaga tra la filtratura e gli stop cambiati? Esempio : se vado da 10 a 30 di magenta perdo uno stop.

Grazie infinite





  • Advertisement

Torna a “Ingranditori”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti