scelta della pellicola ideale

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
carl969
fotografo
Messaggi: 61
Iscritto il: 28/04/2014, 17:56
Reputation:

Re: scelta della pellicola ideale

Messaggioda carl969 » 06/06/2014, 15:55

Ciao Marisa, se la foto su pellicola ti attira solo per la grana, forse è un po' poco... io ci rifletterei un po' su, rischi delusioni cocenti.



Advertisement
Avatar utente
marco66
esperto
Messaggi: 207
Iscritto il: 25/05/2013, 13:13
Reputation:

Re: scelta della pellicola ideale

Messaggioda marco66 » 06/06/2014, 16:12

In realta' e ' proprio il rischio di andare incontro a forti delusioni se si pensa che basti acquistare la pellicola "giusta" scattare e dare tutto ad un laboratorio che faccia il miracolo di farle diventare come quelle viste in rete (magari scannerizzate)
Il laboratorio sarebbe anche in grado di farlo, il miracolo ,ma bisognerebbe dargli alcune informazioni su come si e' usato la pellicola.



Avatar utente
giofex
guru
Messaggi: 1376
Iscritto il: 22/08/2012, 10:33
Reputation:
Località: BRESCIA
Contatta:

scelta della pellicola ideale

Messaggioda giofex » 06/06/2014, 16:44

Anche secondo me il bianco e nero analogico ha senso solo se si ha il completo (ma anche un minimo va bene) controllo sul processo. Quindi sviluppo e, possibilmente, stampa fatti da se. Solo in questo modo si possono capire a fondo le possibilità dei materiAli utilizzati e cercare di cavarne fuori il massimo per esprimere ciò che si desidera. E' certamente un processo lungo e fitto di momenti di sconforto. Ma le soddisfazioni sono veramente grandi quando riesci ad ottenere ciò che hai in mente (oppure ci vai vicino). Detto questo ti dico però di non sconfortanti e si buttarti. Ti suggerisco di utilizzare un'accoppiata pellicola rivelatore nota (trix con d76 per esempio) ed imparare ad usarli bene. Io l'Islanda la fotografia anni fa con questa accoppiata e mi ci sono divertito non poco. Vedrai poi che paesaggi magnifici!!! A questo punto non mi resta che augurarti buon divertimento...


ciao

Giorgio

utente04

Re: scelta della pellicola ideale

Messaggioda utente04 » 06/06/2014, 19:00

marisa ha scritto: è stata la dannata leica M6 della mia amica che mi ha mandato in tilt

Capisco, ma la M6 non serve a niente senza adeguate conoscenze.
Nonostante ciò che scrivono e pensano certuni, la fotografia analogica e l'acquisizione digitale sono cose ben differenti tra loro.
Nella fotografia analogica partire dal mezzo senza saper controllare le situazioni con cognizione di causa, fatti i salvi i risultati accettabili dati dal caso che seppur rari si possono dare , in genere provoca solo molta, molta frustrazione.
So che il mio consiglio fa poco merketing a ancor meno simpatia, ma la cosa da fare secondo me è tralasciare tutte le eventuali certezze acquisite nella pratica dell'imaging digitale e buttarsi nello studio di qualche buon testo, affiancato alla frequentazione del forum.
Ovviamente ciò non basterà per metterti totalmente al riparo dalle sgrugnate contro il muro che comunque prenderai, ma se ci sono le basi saranno sgrugnate utili e costruttive, sennò saranno solo incidenti ripetuti che ti faranno stancare in fretta.



Advertisement
Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5675
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: scelta della pellicola ideale

Messaggioda -Sandro- » 06/06/2014, 19:07

Purtroppo il digitale fornisce falsce certezze, l'analogico invece le false certezze le sgretola in assai poco tempo. Occorre quindi una solida base di partenza. Se non vuoi risultati mediocri, rinuncia alla pellicola e scatta solo in digitale, almeno quello lo conosci. Quanto poi al bianco e nero "contrastato" che va tanto di moda a farlo con photoshop è un attimo.



Avatar utente
marisa
fotografo
Messaggi: 66
Iscritto il: 05/06/2014, 16:53
Reputation:

Re: scelta della pellicola ideale

Messaggioda marisa » 07/06/2014, 10:52

grazie ragazzi dei vostri consigli.
adesso attendo di prendere la macchina,
poi mi prendo un pò di rullini HP5, trix o simili e faccio un pò di pratica.
li espongo e poi vediamo se deciderò di cimentarmi nello sviluppo in casa.



Avatar utente
roby02091987
guru
Messaggi: 1065
Iscritto il: 06/02/2013, 12:50
Reputation:

Re: scelta della pellicola ideale

Messaggioda roby02091987 » 09/06/2014, 14:30

Io, dal basso della mia scarsissima esperienza, ti consiglio vivamente lo sviluppo in casa.

Prima di tutto per il fatto che esposizione e sviluppo della pellicola sono due fattori che vanno a braccetto per la resa finale del negativo, ossia entrambi la influenzano. Delegando lo sviluppo ad un laboratorio, perdi completamente il controllo sui toni ch vanno dai medi a quelli alti, sulla grana e su parecchi altri fattori... e non ti consente di dire praticamente nulla sulla resa di una pellicola, dato che questa cambia in maniera radicale in base allo sviluppo, che è fuori dal tuo controllo. È come se un pilota di F1 potesse solo accelerare e girare a sinsitra e delegasse la frenata e le curve a destra ad un tizio nei box.

In secondo luogo, il processo di sviluppo in sè è piuttosto semplice (intendo da un punto di vista pratico/meccanico) ed è anche economico. Inizialmente dovresti spendere una 50ina di € per acquistare tank, contenitori graduati, chimici e tutto il resto... ma questa spesa la ammortizzeresti in tempi molto brevi, portando la spesa per lo sviluppo di un singolo rullo a suppergiù 1-2€.



Avatar utente
zone-seven
guru
Messaggi: 700
Iscritto il: 18/02/2012, 22:16
Reputation:
Località: italia

Re: scelta della pellicola ideale

Messaggioda zone-seven » 10/06/2014, 12:38

Concordo appieno sulla lavorazione della pellicola fatta da sè.... tuttavia, (data che la persona interessata sembra non particolarmente ferrata in analogico) prima di parlare di variazione dei toni @ affini, partirei dallo sviluppo standard didattico, ovvero:
apri la scatola leggi i tempi indicati ed agisci ... poi si parla.


viviamo in un mondo dove il sapone per i piatti è fatto con vero succo di limone, la limonata con aromi artificiali.
Enzo

Avatar utente
bafman
superstar
Messaggi: 1912
Iscritto il: 04/06/2012, 22:25
Reputation:
Località: MO
Contatta:

Re: scelta della pellicola ideale

Messaggioda bafman » 10/06/2014, 13:12

zone-seven ha scritto:prima di parlare di variazione dei toni @ affini, partirei dallo sviluppo standard didattico, ovvero:
apri la scatola leggi i tempi indicati ed agisci ... poi si parla.

amen.
anche perchè non escludo che otterrebbe più velocemente quello che cerca, con qualche dubbio e ansia in meno.



Avatar utente
marisa
fotografo
Messaggi: 66
Iscritto il: 05/06/2014, 16:53
Reputation:

Re: scelta della pellicola ideale

Messaggioda marisa » 10/06/2014, 14:38

si effettivamente da tutto quello che ho letto sul forum
mi stò più convincendo che devo comprarmi anche un bel kit di sviluppo.
in ogni caso mi appresto a esporre qualche pellicola, le metto da parte
appena mi sento pronta per fare questa altra esperienza mi butto.

Occhio però che poi vi stresso ragazzi :))

:x
:x





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti