Voigtlander Nokton 35 mm/F1,2 II

Discussioni sugli accessori per il formato 35mm

Moderatore: isos1977

Avatar utente
Francescopiovesan74
appassionato
Messaggi: 10
Iscritto il: 18/05/2014, 11:50
Reputation:

Voigtlander Nokton 35 mm/F1,2 II

Messaggioda Francescopiovesan74 » 04/09/2014, 10:12

Buongiorno, volevo chiedervi un parere sul Voigtlander Nokton 35 mm/F1,2 II , lo avete mai provato ?
Io ho per la mia M6 il Nokton 35 mm/F1,4 SC, ma visto che mi hanno proposto 1,2 , volevo avere delle opinioni da chi più esperto di me, se ne vale la pena cambiare o meno.
Grazie per l'aiuto,.

Francesco.



Advertisement
Avatar utente
Ottavio Colosio
guru
Messaggi: 340
Iscritto il: 05/08/2014, 22:54
Reputation:
Località: Bergamo/Milano

Re: Voigtlander Nokton 35 mm/F1,2 II

Messaggioda Ottavio Colosio » 04/09/2014, 12:45

Ciao francesco,
dipende dall'utilizzo che ne fai ovvero se scatti spesso a TA e se questo mezzo stop
in piu' ti puo' servire .
Se cosi non e' mi vien da dire che puoi tenere il tuo 1.4 decisamente piu' piccolo e leggero
e che a diaframmi piu' chiusi ti da praticamente gli stessi risultati, se invece
scatti spesso in condizioni di luce scarsa allora puo' fare al caso tuo l'1.2.
Tieni conto che e' piuttosto ingombrante e ti copre la parte bassa destra del mirino,
se poi riesci a trovare il prima serie, quello con le lenti al piombo.. .
Si torna sempre al quesito : Cosa cerco in un nuovo obiettivo? Per quale utilizzo? I negativi li scansiono o li stampo ?
Comunque l' 1.2 e' un gran 35mm.


8vio


Saluti

Ottavio


Matematicamente parlando, la fotografia e' un'applicazione lineare da R3 in R2

Avatar utente
Francescopiovesan74
appassionato
Messaggi: 10
Iscritto il: 18/05/2014, 11:50
Reputation:

Re: Voigtlander Nokton 35 mm/F1,2 II

Messaggioda Francescopiovesan74 » 04/09/2014, 12:54

Ciao Ottavio,

grazie mile per la risposta e le giuste considerazioni.
Io i negativi in BN " li stampo " o meglio ci provo, per le condizioni di scatto, ho acquistato la M6 perchè volevo provare il telemetro, ed il 35 come ottica da portare sempre in giro, quindi non per forza scattare a 1,4, mi ero posto il problema di cambiarlo più che altro perchè essendo più grande immagino risultasse più comodo usare le ghiere fuoco e diaframmi, che nel 1,4 sono molto compatte, cercherò di andare a provare 1,2 per rendermi conto dal vivo delle maggiori dimensioni e peso, quindi provandolo avere un'idea più precisa, grazie ancora.

Francesco.



Avatar utente
bafman
superstar
Messaggi: 1905
Iscritto il: 04/06/2012, 22:25
Reputation:
Località: MO
Contatta:

Re: Voigtlander Nokton 35 mm/F1,2 II

Messaggioda bafman » 04/09/2014, 13:06

Francescopiovesan74 ha scritto:[...] ed il 35 come ottica da portare sempre in giro, quindi non per forza scattare a 1,4, mi ero posto il problema di cambiarlo più che altro perchè essendo più grande immagino risultasse più comodo usare le ghiere fuoco e diaframmi, che nel 1,4 sono molto compatte, cercherò di andare a provare 1,2 [...]

provarlo è la cosa migliore.
per mio gusto personale la compattezza è prioritaria, e la mezzaluna per mettere a fuoco (di cui mi pare che il Nokton sia sprovvisto) è molto più rapida di una normale ghiera



Avatar utente
Francescopiovesan74
appassionato
Messaggi: 10
Iscritto il: 18/05/2014, 11:50
Reputation:

Re: Voigtlander Nokton 35 mm/F1,2 II

Messaggioda Francescopiovesan74 » 04/09/2014, 13:14

Grazie, cercherò di provarlo e di tener tutto in considerazione.

Francesco.



Avatar utente
PIERPAOLO
guru
Messaggi: 908
Iscritto il: 19/10/2010, 17:30
Reputation:

Re: Voigtlander Nokton 35 mm/F1,2 II

Messaggioda PIERPAOLO » 04/09/2014, 19:20

oltre alle corrette osservazioni di cui sopra occorre veramente considerare il rapporto costo- benefici del mezzo diaframma in più con l'ingombro sopra la norma dello f/1,2. Tuttavia, a mio parere, il vero punto debole di quest'ottica è lo shift focus, in alcuni esemplari molto accentuato. Si tratta di un obiettivo che ha fatto gridare al miracolo nella primissima serie costruttiva (come quasi tutte le ottiche C/V, che hanno sempre utilizzato il dumping tecnico commerciale nella primissima serie) per poi deludere sempre più con lo stabilizzarsi della produzione.
In definitiva si tratta di un obiettivo da provare accuratamente e sopratutto NON ad infinito ma scalando le varie distanze di messa a fuoco alla massima apertura.

Pierpaolo




Torna a “35mm”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti