Ultrafin T-Plus e grana!

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Rispondi
Avatar utente
Saltatempo
appassionato
Messaggi: 2
Iscritto il: 09/09/2014, 9:24
Reputation:

Ultrafin T-Plus e grana!

Messaggio da Saltatempo »

Ciao a tutti! Sono nuovo da queste parti quindi spero di non violare le sezioni all'interno del forum!

Vi porgo il mio dubbio da neofita!
Ieri ho acquistato un flacone di Tetenal Ultrafin T-Plus, per sviluppare due HP5 tirati a 800 ASA che tenevo nascosti nel cassetto da circa sei mesi, poverini!
Solitamente sviluppo col Rodinal, generalmente 1+50, ma per una volta ho voluto provare un altro chimico così da cercare di contenere la grana della pellicola. Non che non mi piacessero i risultati sinora ottenuti, anzi! Ma ho pensato di cambiare processo!
Ho cercato nel negozio sotto casa e...l'unico sviluppo che avessero era questo nuovo prodotto della Tetenal! Avrei voluto provare qualcosa di più classico (microphen? perceptol?) ma dato che si presentava come uno sviluppo a grana fine, ho pensato di provarlo!
La classica tabella digitaltruth non ha parametri per questo sviluppatore, quindi mi sono basato sui dati del flacone (9:15'), allungando il tempo per il tiraggio. Un'altra tabella consultata in rete (http://darkroom-solutions.com/) confermava il tempo di sviluppo di 13:00'.
Oggi ho provato ad acquisire i negativi con uno scanner per 35mm amatoriale che uso per fare i "provini" e ho confrontato le pellicole all'ingranditore (senza stampare): tutti i fotogrammi sono correttamente sviluppati, ma la grana è molto vistosa.
Il mio pensiero è che abbia sovrasviluppato il negativo a causa della temperatura della tank superiore ai 20° (ahimé non sono riuscito a tenerla sotto i 24°C).

Avrei dovuto accorciare i tempi di sviluppo data l'alta temperatura? Un sovrasviluppo mi può portare ad un aumento del contrasto generale e della grana della pellicola?
Dovrei tornare al caro vecchio Rodinal?
Grazie mille!!



Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4826
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: Ultrafin T-Plus e grana!

Messaggio da impressionando »

Genericamente
A 24° avresti dovuto sviluppare per 9minuti.
Non devi cambiare rivelatore ma controllare la temperatura o adeguare il tempo.

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11719
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Ultrafin T-Plus e grana!

Messaggio da Silverprint »

Ciao!
Saltatempo ha scritto:Un sovrasviluppo mi può portare ad un aumento del contrasto generale e della grana della pellicola?
Aumentare il tempo di sviluppo sicuramente aumenta il contrasto e la visibilità della grana.
Saltatempo ha scritto:Il mio pensiero è che abbia sovrasviluppato il negativo a causa della temperatura della tank superiore ai 20° (ahimé non sono riuscito a tenerla sotto i 24°C).
La variazione del tempo di sviluppo al variare della temperatura è consistente.
Saltatempo ha scritto:Avrei dovuto accorciare i tempi di sviluppo data l'alta temperatura?
Sì, se non hai corretto il tempo in base alla temperatura hai sicuramente sovrasviluppato. Ci sono delle tabelle che forniscono dei dati indicativi.

Questa la pubblica Ilford.

La correttezza dello sviluppo andrebbe valutata dai risultati di stampa (anche la grana, btw) poiché la scansione fornisce risultati molto diversi.
Saltatempo ha scritto:Dovrei tornare al caro vecchio Rodinal?
Il Rodinal non è molto adatto per i tiraggi, anche se può comunque essere usato. Per i tiraggi è, in generale, preferibile usare rivelatori specifici, ad alta energia e compensatori, come appunto il Microphen che hai citato.

Riguardo le formule matematiche per calcolare il tempo dei tiraggi bisogna dire che non sono attendibili, cioè sono molto generiche. Purtroppo anche digitaltruth è altamente inaffidabile. La soluzione sempre preferibile è quella di affidarsi ai dati dei produttori, o, meglio ancora sperimentare in proprio valutando i risultati dalle stampe.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Rispondi