Pre-esposizione su pellicole in rullo

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
nepalese
guru
Messaggi: 470
Iscritto il: 03/02/2012, 15:38
Reputation:

Pre-esposizione su pellicole in rullo

Messaggio da nepalese »

Ciao a tutti, nell'archivio delle vecchie discussioni non ho trovato informazioni a riguardo e ho aperto un nuovo topic. Vorrei avere qualche chiarimento sulla pre-esposizione delle pellicole in rullo; ho letto l'interessante topic sulla pre-velatura ed in linea di massima capisco i comuni principi e scopi che caratterizzano le due operazioni. Mi trovo peró in difficoltà per la realizzazione pratica della pre velatura su pellicola in rullo e sulla realizzazione di test per trovare il tempo di pre-esposizione massimo.
Qualcuno a voglia di parlarne e di descriverne le procedure?


Ciao, Ale :-bd



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11912
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Pre-esposizione su pellicole in rullo

Messaggio da Silverprint »

Ciao Ale,

Come dicevi, concettualmente è uguale alla pre-velatura sulla carta, la differenza è che sulla pellicola si fa una pre-esposizione che produce densità visibile in Zona I o Zona II.
Una pre-esposizione "light" che non produca in sé densità alcuna (come per la carta) non sarebbe influente visto che il piede di solito si prolunga parecchio ed è possibile trovare qualche centesimo di densità anche con illuminazioni ben inoltrate in zone negative.

Personalmente l'ho trovata una tecnica utile scattando foto di scena in teatro, dove mi ha aiutato a non perdere troppo sulle ombre anche costretto a leggera sottoesposizione e sovrasviluppo (tri-x a 640 asa in microphen). Lavori fatti in 35mm pre-esponendo l'intero rullo, avendo cura poi di riposizionarlo nello stesso punto (un segnetto di pennarello) e di non fare inquadrature "al pelo" sui lati.
Col medio formato invece serve decisamente una macchina che consenta la doppia esposizione. Anche se si potrebbe pensare di farla in camera oscura esponendo l'intero rullo, non ci ho mai provato però. :D
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
nepalese
guru
Messaggi: 470
Iscritto il: 03/02/2012, 15:38
Reputation:

Re: Pre-esposizione su pellicole in rullo

Messaggio da nepalese »

Ciao Andrea:)
Quindi, se ho ben capito, un'esposizione in Zona II rappresenterebbe la Dmax di pre-esposizione; da lì a ritroso fino alla Zona I in base alle necessità. Ma cosa potrei inquadrare? Un cielo sereno senza nuvole potrebbe andar bene? In alternativa (...sai ho solo la focale del 50mm)?

Riguardo all'interlinea era proprio il problema che mi ero posto! Dici che dovrei segnare con un pennarello una perforazione e poi, rimontando il film, inserirla su un dente del rocchetto che abbia una posizione "uguale" a quella in cui era quando ho inserito il film per la pre-esposizione? Leva di carica al minimo...Ho capito bene? :-?


Mi sembra un'ottima tecnica alternativa allo stand, che di solito uso su 35mm per fotografia in interni notte. Peccato non poterla applicare al Medio Formato. In effetti avevo pensato di usarla proprio con il 6x6 per foto di paesaggio destinate ad ingrandimenti maggiori cui lo stand non si presta (da quanto ho capito leggendo il forum). Peró forse un modo ci sarebbe...e la freccetta presente sulle 120 potrebbe essere d'aiuto. Magari dico una cavolata...ma se dopo aver esposto il rullo si apre il dorso della macchina e si riavvolge tutto ben serrato sul rocchetto originale?


Che faccio, provo? :)


Ale


P.S. Dimenticavo una cosa importante: l'esposizione!!! Se pre-espongo in zona II, ad esempio, come devo comportarmi, di massima, nell'esposizione delle ombre? Infatti si dovrebbe ridurre la quantità di luce necessaria... #-o
Ultima modifica di nepalese il 18/04/2012, 19:22, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11912
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Pre-esposizione su pellicole in rullo

Messaggio da Silverprint »

Hai capito perfettamente.
Col 35 l'avvolgimento è (di solito) abbastanza preciso e l'errore che viene fuori non grave, basta appunto evitare inquadrature al pelo.
Sulle medio formato invece una spaziatura regolare dei fotogrammi mi pare proprio una chimera, per cui lascerei decisamente perdere.

Bisogna fare l'esposizione su una superficie uniformemente illuminata, non fortemente colorata, e tenuta ben fuori fuoco. Oppure si può mettere un plexiglas opalino di fronte all'obbiettivo.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
nepalese
guru
Messaggi: 470
Iscritto il: 03/02/2012, 15:38
Reputation:

Re: Pre-esposizione su pellicole in rullo

Messaggio da nepalese »

E VAI!!! :ymparty:

Ok Andrea, allora provo sul 35 :-bd

Hem...avrei aggiunto una domanda al testo di prima, sull'esposizione...UN'ALTRA?!?!? :wall: Le mie meningi chiedono aiuto :ymblushing:

Ale

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11912
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Pre-esposizione su pellicole in rullo

Messaggio da Silverprint »

Uffa! :)

Hai aggiunto 2 unità di luce, quindi per fare la zona III (normalmente ha 4 unità) te ne bastano due. Cioè in teoria potresti sottoesporre uno stop, ma in pratica è meno, infatti la densità della zona III sarà la stessa (metà fatta dalla pre-esposizione), ma ti ritrovi col velo più alto, per cui stampando dovrai dare un po' di esposizione in più che si mangia parte del guadagno acquisito. Il vantaggio invece sarà che la la Zona II parte (si spera) già sopra il piede (o comunque su un punto della curva più pendente) e dovrebbe quindi avere un po' più di dettaglio, dettaglio in più che consentirebbe una certa leggera sottoesposizione senza perdita.
Dal punto di vista del guadagno di sensibilità è un po' un gatto che insegue la sua coda...
Insomma, fai un bracketing (fine) di pre-esposzione ed esposizione e vedi. :D
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
Stefano B
esperto
Messaggi: 139
Iscritto il: 07/02/2012, 14:50
Reputation:

Re: Pre-esposizione su pellicole in rullo

Messaggio da Stefano B »

Mi intrometto per avere alcune spiegazioni pratiche della pre-esposizione. Ho una FM2n quindi posso fare le doppi esposizioni. Quello che voglio sapere è il passo per passo a livello pratico, perchè a livello teorico mi sono gia informato e ho abbastanza capito, è la parte pratica che mi sfugge.

Grazie

Avatar utente
Stefano B
esperto
Messaggi: 139
Iscritto il: 07/02/2012, 14:50
Reputation:

Re: Pre-esposizione su pellicole in rullo

Messaggio da Stefano B »

posso anche effettuare un'esposizione sul cartoncino grigiomedio e sottoesporre di 4 stop invece di usare la plastica opalina?

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11912
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Pre-esposizione su pellicole in rullo

Messaggio da Silverprint »

Stefano B ha scritto:posso anche effettuare un'esposizione sul cartoncino grigiomedio e sottoesporre di 4 stop invece di usare la plastica opalina?
Certamente. L'importante è che sia illuminato uniformemente e NON a fuoco.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]ca.it

Avatar utente
nepalese
guru
Messaggi: 470
Iscritto il: 03/02/2012, 15:38
Reputation:

Re: Pre-esposizione su pellicole in rullo

Messaggio da nepalese »

Bene, il modo di procedere mi sembra chiaro; non mi resta che provare facendo prima i test suggeriti da Andrea; nella pratica pensavo di pre-esporre, alla sensibilità effettiva, un rullo 35 mm alternando un'esposizione in Zona I (su 3 ftg), una in Zona I 1/2 (su 3 ftg) ed un in Zona II (su 3 ftg) -bracketing della pre-esposizione-...e poi di nuovo ricominciare dai 3 ftg in Zona I con lo stesso ordine, fino a fine rullo.

Poi rimonto il rullo in macchina e scatto. Stessa inquadratura di una scena molto contrastata. Bracketing dell'esposizione sui primi 3 ftg pre-velati in Zona I; stesso bracketing di prima ma sui secondi tre ftg pre-velati in zona I 1/2...e così via.

Scelta della pellicola: andrebbero fatte delle considerazioni sulla curva caratteristica della pellicola da usare; in particolare sul piede della curva. Secondo voi sarebbe meglio un piede più "piatto" o uno che si "alzi presto"? Scusate la terminologia... :ymblushing:

Magari si potrebbero provare più pellicole....accidenti è proprio dura la vita del fotigrafo analogico :))

Grazie ragazzi :-bd

Ale

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi