prelavaggio, a che serve?

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
franny71
superstar
Messaggi: 2635
Iscritto il: 21/11/2011, 12:53
Reputation:
Località: Anzio (RM)

prelavaggio, a che serve?

Messaggio da franny71 »

ho letto in rete di questa procedura utilizzata con alcune pellicole non meglio precisate.
sembra che serva ad ammorbidire l'emulsione prima del trattamento, ma non ci ho capito granchè...
qualcuno saprebbe spiegarmi meglio?
grazie :)


Franco
il mio Flickr

Я родилась даже не узнал

Avatar utente
zioAlex
superstar
Messaggi: 2037
Iscritto il: 14/07/2011, 15:26
Reputation:
Località: Albano Laziale (rm)

Re: prelavaggio, a che serve?

Messaggio da zioAlex »

il prelavaggio potrebbe esser utile per alcuni tipi di pellicole per eliminare lo strato antialo delle pellicole, in tal modo non andrà ad inquinare il bagno di sviluppo, ad esempio con le Efke e alcune Rollei, ad alcune però ad esempio é sconsigliato! :)
Nikon F4 Nikon F80
Nikkor-Q Auto f.135/2.8 Sigma 28/70 2.8
I.F.F. Eurogon con testa colori sottrattiva
**************
nokia C7

Avatar utente
Minoltista
esperto
Messaggi: 217
Iscritto il: 10/12/2010, 18:49
Reputation:

R: prelavaggio, a che serve?

Messaggio da Minoltista »

I lo faccio con tutte le pellicole. In questo modo oltre a non inquinare lo sviluppo serve,se fatto a 20 gradi, per portare la temperatura della pellicola appunto a 20 gradi. In questo modo quando si vetta lo sviluppo non ci sono abbassamenti di temperatura.

---------
Michele

Avatar utente
stormy
guru
Messaggi: 617
Iscritto il: 31/01/2010, 11:52
Reputation:

Re: prelavaggio, a che serve?

Messaggio da stormy »

Secondo me serve solo a togliere l'antialo, solo su alcune pellicole sopratutto nel caso in cui si voglia riutilizzare lo sviluppo per altri rulli.
Io comunque a volte non l'ho fatto e non è successo nulla, ho solo inquinato il rivelatore che è uscito verde o rosso e quindi per sicurezza si butta (ma si può utilizzare ugualmente) che non succede nulla.
Nel dubbio però è meglio farlo....
Non c'è strada che porti alla pace che non sia la pace, l'intelligenza e la Verità. (M. K. Gandhi)
Per me nessun colore avrà mai tinte piu forti del bianco e nero (Alex Del Piero)
flickr
Immagine

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 12034
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: prelavaggio, a che serve?

Messaggio da Silverprint »

'Giorno! :)

Il prelavaggio può essere utile per garantire in alcuni rari casi uniformità di trattamento, per esempio con sviluppi di durata molto molto breve. Inoltre se il tempo di sviluppo non viene corretto produce una leggera diminuzione del contrasto. C'è differenza tra una sciacquatina (per portare tutto in temperatura, ad es. - per tale scopo meglio lavorare a bagnomaria, comunque) e lasciare la pellicola a mollo qualche minuto.
In generale, IMHO, non serve, ne è necessario. Problemi non ne crea, se non forse con rivelatori a bassissima concentrazione o, se protratto nel tempo, per via dell'allungamento del tempo bagnato totale (quando si cerchi brevità del trattamento per ridurre lo stress alla gelatina) che potrebbe produrre differenze visibili su ingrandimenti spinti.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
franny71
superstar
Messaggi: 2635
Iscritto il: 21/11/2011, 12:53
Reputation:
Località: Anzio (RM)

Re: prelavaggio, a che serve?

Messaggio da franny71 »

Silverprint ha scritto:'Giorno! :)

Il prelavaggio può essere utile per garantire in alcuni rari casi uniformità di trattamento, per esempio con sviluppi di durata molto molto breve. Inoltre se il tempo di sviluppo non viene corretto produce una leggera diminuzione del contrasto. C'è differenza tra una sciacquatina (per portare tutto in temperatura, ad es. - per tale scopo meglio lavorare a bagnomaria, comunque) e lasciare la pellicola a mollo qualche minuto.
In generale, IMHO, non serve, ne è necessario. Problemi non ne crea, se non forse con rivelatori a bassissima concentrazione o, se protratto nel tempo, per via dell'allungamento del tempo bagnato totale (quando si cerchi brevità del trattamento per ridurre lo stress alla gelatina) che potrebbe produrre differenze visibili su ingrandimenti spinti.
grossomodo mi pare di aver capito... :ymblushing:
ho una efke 100 da sviluppare con rodinal 1+100 in stand per 90 minuti, si dice che si debba fare il prelavaggio per 2 minuti.
ora, anche se così fosse, avrei anche una tmax 100 che vorrei sviluppare assieme, dite che faccio il classico pastrocchio?
Franco
il mio Flickr

Я родилась даже не узнал

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 12034
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: prelavaggio, a che serve?

Messaggio da Silverprint »

Ciao Franco,

Non sono esperto di sviluppi stand, non è il mio genere (mi piacciono le stampe grandi, e l'effetto bordo o la grana non sharp ci stanno male). Penso che il pre-bagno sia suggerito per evitare (parte) dell'agitazione iniziale, anche se... Non ce lo vedo tanto.

In generale, se i tempi di sviluppo coincidono, puoi sviluppare rulli diversi insieme, fatto salvo che probabilmente (non conosco la Efke) la Kodak avrà bisogno d'esser fissata più a lungo se si vuole togliere un po' del suo colorino. In generale è meglio non prolungare il fissaggio più del necessario.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
zioAlex
superstar
Messaggi: 2037
Iscritto il: 14/07/2011, 15:26
Reputation:
Località: Albano Laziale (rm)

Re: prelavaggio, a che serve?

Messaggio da zioAlex »

anch'io ignoro totalmente gli sviluppi stand, non saprei "l'effetto" di 90 minuti di sviluppo.. :-??
Ho sviluppato 2 efke con prelavaggio di 1 min. Agitazione sussultoria continua..
Sono molto delicate le Efke, manipolare con cura, é consigliato un fissaggio induritore..
:-h
Nikon F4 Nikon F80
Nikkor-Q Auto f.135/2.8 Sigma 28/70 2.8
I.F.F. Eurogon con testa colori sottrattiva
**************
nokia C7

Avatar utente
franny71
superstar
Messaggi: 2635
Iscritto il: 21/11/2011, 12:53
Reputation:
Località: Anzio (RM)

Re: prelavaggio, a che serve?

Messaggio da franny71 »

sto facendo 2 prelavaggi a 20° di un minuto ciascuno, e devo dire che non mi sto trovando male.
il primo mi toglie completamente l'antialone, il secondo lo faccio per avere più certezza riguardo la temperatura in tank.
è incredibile, ma ho notato una miglior trasparenza del supporto.
ho fatto prove con tmax con e senza prelavaggio, la prima è molto trasparente, la seconda da più sul rosa.
questo dopo lo sviluppo.
è normale?
se si, credo sia meglio toglierlo sto antialone.
Franco
il mio Flickr

Я родилась даже не узнал

Avatar utente
pieryp
fotografo
Messaggi: 71
Iscritto il: 03/07/2010, 8:24
Reputation:

Re: prelavaggio, a che serve?

Messaggio da pieryp »

Buon giorno a tutti!
@franco: Per quanto riguarda le tmax, la questione del permanere d'una residua colorazione rosata, dovrebbe dipendere da un tempo di fissaggio troppo breve (le tmax richiedono tempi più lunghi) e da un lavaggio finale non sufficente. Ti rimando ad un bel post di chromemax: http://www.analogica.it/brutte-stampe-b ... html#p2594.
Interessante sapere, comunque, che tu abbia ottenuto la cancellazione della colorazione con il prelavaggio
Ciao
Pietro

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi