Prelavaggio "quanto influisce"

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
paolob74
guru
Messaggi: 820
Iscritto il: 30/05/2010, 10:48
Reputation:

Prelavaggio "quanto influisce"

Messaggioda paolob74 » 29/05/2012, 23:16

Ciao a tutti...

Oggi stavo facendo uno svilupo, normalmente faccio cosi:

PRELAVAGGIO 5 MIN
SVILUPPO (VARIABILE)
ARRESTO 1 MIN
FISSAGGIO 5 MIN

Mentre "prelavavo" è arrivata una telefonata e il tempo si è allungato a 10 minuti, il doppio.

La pellicola è uscita con densità superiori, N+1 al posto di N che mi aspettavo.

Cosa è successo?

E' possibile che il prelavaggio aumenti lo sviluppo?



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11622
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Prelavaggio "quanto influisce"

Messaggioda Silverprint » 29/05/2012, 23:48

È possibile se così lungo (sei estremo!), per via del rigonfiamento della gelatina che può facilitare l'arrivo più in profondità del rivelatore. Di solito un pre-lavaggio breve ha l'effetto opposto (rispetto a non farlo).

Perché fai un pre-lavaggio tanto lungo (5')?


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
paolob74
guru
Messaggi: 820
Iscritto il: 30/05/2010, 10:48
Reputation:

Re: Prelavaggio "quanto influisce"

Messaggioda paolob74 » 30/05/2012, 6:55

Ho letto su APUG di un utente che aveva lo stesso problema di negativi macchiati...

Veniva consigliato un prelavaggio di 5 min e la rotazione della jobo a 65 rpm, effettivamente mi ha risolto il problema.

Diciamo che ho fatto tutti i test in questo modo, tranne quello da 10 minuti che infatti è falsato.

Stasera altre prove...

Dektol arrivato!!!!! :D :D



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11622
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Prelavaggio "quanto influisce"

Messaggioda Silverprint » 30/05/2012, 8:51

Con la Jobo il pre-lavaggio l'ho sempre fatto da 1 minuto. Per rendere uniforme lo sviluppo con le tank serie 2500 e 3000 si è dimostrato sufficiente. Non ho mai fatto il 4x5 con altre tank, però.

Dektol - bene! Il confronto col D-72 mi incuriosisce!


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Advertisement
Avatar utente
ignoto25
esperto
Messaggi: 125
Iscritto il: 19/02/2014, 10:19
Reputation:

Re: Prelavaggio "quanto influisce"

Messaggioda ignoto25 » 13/12/2014, 17:26

Ciao,
prima o poi comincerò a sviluppare pellicole 4x5 e sto cercando di capire quando e se serve il prelavaggio (ho una tank Jobo 2523 con spirale per 4x5):
Andrea in un altro 3d (un sondaggio) ne sconsiglia l'utilizzo, come tanti altri, mentre in questo dice di usarlo;
forse perchè in questa discussione parla dello sviluppo con la tank Jobo e quindi con rotazione continua a differenza di come si fa quando si sviluppa con i ribaltamenti?



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9339
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Prelavaggio "quanto influisce"

Messaggioda chromemax » 13/12/2014, 18:36

Non c'è una regola precisa, in genere viene sconsigliato dai produttori perché causa di disuniformità ma in altri casi si è visto che con trattamenti brevi le disuniformità si attenuano, dipende dalla pellicola e dallo sviluppo e dalla tecnica di sviluppo, ad esempio Jobo lo suggerisce di 5 minuti nelle indicazioni per il trattamento BN con i processori, mentre Kodak dice di non farlo mai.
Il prebagno non è neutro sullo sviluppo, produce variazioni di contrasto, in genere lo alza, ma in alcuni casi lo abbassa: qui un piccolissimo test che però non vuole e non può essere considerato esaustivo.



Avatar utente
ignoto25
esperto
Messaggi: 125
Iscritto il: 19/02/2014, 10:19
Reputation:

Re: Prelavaggio "quanto influisce"

Messaggioda ignoto25 » 18/12/2014, 18:49

Grazie per il suggerimento, ho letto l'articolo con il test.
Quindi l'uso del prebagno non è associato al metodo di sviluppo (ribaltamenti o rotazione).
Continuerò ad approfondire.

Giuseppe



Avatar utente
isos1977
superstar
Messaggi: 1784
Iscritto il: 13/09/2011, 22:23
Reputation:
Località: Milano

Re: Prelavaggio "quanto influisce"

Messaggioda isos1977 » 18/12/2014, 20:27

Silverprint ha scritto:Con la Jobo il pre-lavaggio l'ho sempre fatto da 1 minuto. Per rendere uniforme lo sviluppo con le tank serie 2500 e 3000 si è dimostrato sufficiente. Non ho mai fatto il 4x5 con altre tank, però.

questo ti è capitato sviluppando a rotazione o ribaltamenti? è meglio farlo comunque?
grazie!


"Se il fotografo non vede, la macchina fotografica non lo farà per lui" - Kenro Izu

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11622
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Prelavaggio "quanto influisce"

Messaggioda Silverprint » 18/12/2014, 22:44

Solo in rotazione.

Con i normali ribaltamenti e normali tempi di trattamento non è quasi mai necessario.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
isos1977
superstar
Messaggi: 1784
Iscritto il: 13/09/2011, 22:23
Reputation:
Località: Milano

Re: Prelavaggio "quanto influisce"

Messaggioda isos1977 » 19/12/2014, 10:32

Ok, grazie!
approfitto per chiedere una cosa... ho appena preso una 2500 per poter sviluppare più lastre insieme (fino ad ora usavo un drum cibachrome in cui sviluppavo 2 lastre alla volta, a rotazione). con l'occasione volevo riprendere il progetto di sviluppatrice che avevo abbozzato, ma non ancora realizzato.... però mi chiedo... forse alla fine è più "sicuro" andare di ribaltamenti? il mio animo ligure direbbe che è meglio la rotazione (270ml di chimici contro 1,5l), però visto che si parla di GF... posso anche cercare di zittire la mia voce tirchia...


"Se il fotografo non vede, la macchina fotografica non lo farà per lui" - Kenro Izu



  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Alessandro_Roma e 4 ospiti